Archive for ‘Informazione’

15 dicembre 2018

Iene e terra piatta: intervista a Albino Galuppini

Intervista a me sull’operazione Iene da parte di Agostino Favari.

Video esplicativo sul ruolo dei media:

14 dicembre 2018

Intervista a Albino Galuppini su Montichiari Week

Oggi in edicola il settimanale locale bresciano Montichiari Week con una mia intervista sulla terra piatta. Parlo di Bill Kaysing anche dell’esperienza a Le iene.

Montichiari terra piatta Brescia

13 dicembre 2018

Terra piatta: la versione di Lupo Grigio

Analizziamo in Questo Video la Seconda Puntata delle Iene sulla Terra Piatta ! Buona Visione !

12 dicembre 2018

Luigi Baratiri reagisce a Terra piatta 2 (le Iene)

Mi scrivono chiedendomi “perchè non hai detto quello, perchè non hai chiamato Tinelli, perchè non hai risposto in modo diverso“. Il fatto è che in TV ci va chi ci vuole andare e quelli che chiamano loro. Poi è chiaro che è per distruggerci: su 4 ore di registrazioni fatte a Roma, le Iene hanno estrapolato 12 minuti. E di certo non rispettando la “par condicio”. Capito?
Mitico Luigi formato “Madmax” con l’auto che fa un rumore da carro armato!

12 dicembre 2018

Commodo il Misericordioso sale sul ring

Si potrebbe accostare al personaggio dell’iconico film di Ridley Scott l’astronauta Umberto Guidoni. L’imperatore scese nell’arena a combattere, nel Colosseo, non prima di avere fatto clandestinamente acciaccare i suoi contendenti. Lo stesso è successo a Roma il 10 ottobre 2018.
Guidoni si presentò sotto le mentite spoglie del “tassinaro Mario”. Al che, mi venne subito in mente la scena d’apertura del film I soliti ignori, ambientato a Roma: “Scusa, conosci un certo Mario?“, “Mario chi, ce ne stanno cento“. “Ma questo è uno che ruba“, “Be’, sempre cento sono!“. Mi ronzava in testa ma non la dissi, essendo settentrionale temevo di passare per un “leghista fuori casa”.
E che dire di Gaston Zama? Un personaggio equivoco che a noi ci aveva raccontato di chiamarsi “Giorgio Romiti”.
Il gatto e la volpe di collodiana memoria.
La condizione era, evidentemente, l’astronauta avrebbe dovuto “vincere” comunque come l’imperatore romano nel film Il Gladiatore.
Un gioco al massacro.
Però riflettevo stamane. Se la Terra è davvero sferica, perché prendersela con un disgraziato come me? E badate,  io sono un disgraziato autentico. I poteri occulti hanno forse la coda di paglia?
Il verso di una nota canzone che parla della città eterna recita: “che mi da coraggio, se tu non mi vuoi bene“.

6 dicembre 2018

Stasera si parla di terra piatta su Centro Suono Sport

Interverrò stasera in diretta telefonica alle 21:20 circa su Centro Suono Sport di Roma. Se qualcuno vuole porre domande contatti gentilmente la redazione della emittente che trasmette sui 101,5 FM.

Ecco il podcast della trasmissione di ieri sera per chi lo vuole scaricare e ascoltare:
https://drive.google.com/file/d/1QW9O-XFNpdHQbNQfP_K423A0mHlt2EUq/view

3 dicembre 2018

Stasera si parla di terra piatta su Radio Amore Napoli

https://media.radioamore.it/speaker/1/4/s.png?t=1543852856

Luca Pepe

Dalle 19 di stasera 3 dicembre 2018 sarò in diretta su Radio Amore Napoli in compagnia del giornalista Luca Pepe. Chi volesse pormi domande può contattare la redazione di Resto al Sud.

https://www.radioamore.it/programma/resto-al-sud/puntata-di-lunedi-03122018-2181.html

2 dicembre 2018

“Alex P” intervistato da Aria Fresca

Intervista leale e interessante. Il PDF della rivista digitale:

https://ita.calameo.com/read/0054300858d4348aeab50

1 dicembre 2018

Terra piatta 2: la vendetta delle Iene

Seconda parte dell’avventura terrapiattista con le Iene. A Roma, il 10 ottobre scorso siamo saliti sul ring, letteralmente, assieme all’astronauta italiano dottor Umberto Guidoni. Trovo strano che per smentire combriccole che credono a “effetto Pacman” e che “l’Australia non esiste” abbiano scomodato un autentico astronauta.
ADDENDUM 3-12-2018 Mi dicono che ieri sera la seconda parte non è andata in onda. Me lo aspettavo dato che di riferimenti, in effetti, non ne avevo trovati. Se qualcuno ha notizie certe che terra piatta 2 dovesse essere in onda ieri, me le invii, grazie.

Questo articolo dice che doveva andare in onda ieri:
https://www.ilsussidiario.net/news/cinema-televisione-e-media/2018/12/2/terrapiatta-2-video-le-iene-oggi-scontro-finale-senza-esclusione-di-colpi-tra-terrapiattisti-e-un-astronauta/1816262/

27 novembre 2018

Dharma Bernardi (Elafaki) reagisce alle Iene

Confermo ciò che dice Dharma. Il giorno 22 agosto Calogero Greco ed io ci recammo a Ravenna per un briefing con Dino Tinelli. Il 23 proseguimmo per Roma per vedere Dharma colla quale scendemmo a Napoli. La sera, giunti ad Agerola e dopo avere occupato le stanze nel B&B, fummo invitati da Roberto Avitabile a cena al ristorante Leonardo’s per famigliarizzare con gli ambienti e attrezzature che avremmo utilizzato il giorno seguente nonché incontrare le Iene. Per la verità, io consigliai Dharma (senza sfotterla) di accettare di essere ripresa dato che il video suo comunque finiva su Youtube. Tuttavia, posso rendere testimonianza che lei negò il consenso alla troupe formata da operatore e Giorgio Romiti alias Gaston Zama per essere ripresa.


“Lectio magistralis” di Dharma sull’etere:

26 novembre 2018

Le Iene Show: la Terra è piatta (25-11-2018)

Me lo aspettavo. Hanno fatto un taglia e cuci facendoci passare per visionari, nella migliore delle ipotesi. Romiti/Zama interrompeva continuamente non appena noi si cercava di imbastire un concetto articolato. Per ciò, io preferisco scrivere libri a articoli. Non li possono riscrivere i poteri occulti, almeno al momento. Infatti, come scrivo da anni, intendono passare tutta la conoscenza in digitale. In tal modo, col 5G potranno modificare i libri di testo istantaneamente nei tablet a loro piacimento.
Libri di approfondimento: QUADERNI DALLA TERRA PIATTA.

Il commento di Luigi Baratiri è valido, tuttavia, fare parlare di terra piatta serve sui grandi media. La gente sa, almeno in maggioranza, che le Iene mistificano e forviano. Lo spettatore medio è vaccinato contro il tipo di trasmissioni che essi producono. Come ho scritto già, con loro abbiamo fatto 6 ore di registrazione a Napoli e 4 a Roma (totale 10 ore). Logicamente, si sono impossessati di tagli, ritagli e frattaglie.

25 novembre 2018: dati d’ascolto: Su Rai1 ascolti Che tempo che fa prima parte a 3,792 milioni e 15,2%. Su Canale 5 ultima puntata de L’Isola di Pietro2 a 3,633 milioni e 16,3%. Su Italia1 Le Iene Show 2,264 milioni e 11,67%. Su Ncis 1,844 milioni e 7,15%. Su La7 Non è L’Arena 1,270 milioni e 6,5%. Su Rai3 Le Ragazze 1,2 milioni e 4,8%. Su Rete4 Indiana Jones e il regno del teschio di cristallo 943mila e 4,4%.

25 novembre 2018

Stasera “le Iene” (Italia 1) parlano di Terra piatta

Erano venuti ad Agerola, Napoli, il 24 agosto e poi il 10 ottobre, Roberto Avitabile ed io abbiamo fatto altre ore a Roma. Non mi aspetto nulla di buono. Comunque, finché si parla di terra piatta (ore 21:15), tutto fa brodo. Fra l’altro, Giorgio Romiti ho scoperto, in realtà, si chiama Gaston Zama. Pertanto, potete ben immaginare a che livello di franchezza siano questi programmi TV.

Primi responsi:
Ieri dopo aver visto il servizio delle Iene sono rimasto davvero sconcertato. Non pensavo che ancora oggi delle persone potessero essere così ignoranti. Secondo me per dimostrare che la terra è piatta faresti bene a lanciarti da qualche palazzo (naturalmente non piatto). Fammi sapere come va l’esperimento. Un saluto.

Invito tutti quanti a chiedersi se, personalmente, hanno avuto prova sia che la Terra gira, sia che curva da qualche parte (a meno delle fattezze orografiche, naturalmente).

Io le prove che la Terra è “sferica” (tralasciando il fatto che non è sferica, ma è un geoide) le ho, e per quanto possa valere le ho anche verificate. Quello che ho visto ieri, sempre dal servizio, è che voi invece affermate un sacco di idiozie senza nessuna prova scientifica, e per scientifico non intendo “la vostra opinione basata sul nulla”. Anche un bambino con la conoscenza base delle scuole medie potrebbe smontare la vostra tesi. Spero soltanto che il vostro titolo di studio non sia più alto della licenza elementare.

Cosa c’entra il titolo di studio? Il fatto è che non ci sono prove che la terra gira su se stessa ne che gira attorno al Sole. Le rotte aeree (unitamente a tragitti del cavi sottomarini) indicano che la forma terrestre non è sferica. Già a 20 km, l’orizzonte si dovrebbe essere abbassato di 31 metri per una sfera di 40mila km di circonferenza.

Ma come fa a dire che le rotte aeree indicano che la terra non è sferica, soltanto perché vede la terra rappresentata su una cartina con la rappresentazione delle “rotte” con delle rette, per una questione di semplificazione di lettura. Ma veramente le sue prove sono queste? Per quanto riguarda la curvatura, le consiglio una bella vacanza al mare, in un giorno di sole e senza umidità, osservando l’orizzonte, in caso di arrivo di una nave, lei vedrà comparire prima la parte superiore e poi man mano tutta la nave,questo come lo spiega la sua teoria. Non riesco proprio a capire come abbia fatto a scrivere un libro una persona come lei.

Illusione della curvatura: la “prova righello”Sempre più fitto il mistero sulle rotte aereeTerra piatta: cavi telegrafici sottomarini la confermanoLa fotografia a infrarossi conferma che la Terra è piatta

18 novembre 2018

Dino Tinelli: noi più che complottologi, impegnati a disvelare gli inganni – di “Parusia”

18 novembre 2018

“La Terra è piatta”: intervista ad un terrapiattista italiano

Albino Galuppini writerPer capire come si possa mettere in discussione, ai giorni nostri, la sfericità della Terra, Sky TG24 ha incontrato uno tra i più citati esponenti nazionali del “terrapiattismo”. Una teoria estrema e ultrasettoriale che si diffonde tramite i social network

La Terra è rotonda, una sfera non perfetta, giusto? Si sa da oltre duemila anni, è un dato acquisito ormai. Eppure c’è chi lo mette in discussione e sostiene che la Terra sia piatta, circondata da una cintura di ghiacci, al centro dell’universo: si chiamano “terrapiattisti”. Non c’è modo di quantificare con precisione il fenomeno terrapiattista in Italia. Non esiste un albo a cui iscriversi o un’associazione unica a cui aderire. La teoria è nelle mani di quelli che potremmo considerare “lupi solitari”, persone che per la maggior parte si conoscono tra loro, di persona o tramite i social network. Proprio tramite internet si incontrano, si influenzano a vicenda e organizzano eventi dedicati alla Terra piatta o alla “bufala dello sbarco sulla Luna”. Sempre tramite internet diffondono le teorie più estremiste, pubblicando video “originali” o traducendo in Italiano i video americani.

Terra piatta, ci crede il 2% degli Americani

Il nucleo principale di terrapiattisti nel mondo si trova negli Stati Uniti. Un recente sondaggio di YouGov, svolto negli Usa su un campione di 8000 persone, ha calcolato che circa il 2% degli Americani crede che la Terra sia piatta. Una percentuale bassa, ma non trascurabile se applicata alla popolazione statunitense (325 milioni). Il 5% degli intervistati invece ha risposto di aver sempre creduto che la Terra fosse sferica, ma di aver avuto dei dubbi recentemente.

Il ruolo de “Il codice YouTube”

Le teorie complottiste sulla Terra piatta sono sempre esistite, ma cosa è cambiato negli ultimi anni? Grazie a internet circolano più facilmente e attraversano l’Oceano, arrivando anche in Italia. Un’inchiesta di Sky TG24 ha dimostrato come YouTube, tra le principali piattaforme di diffusione online di questi contenuti, favorisca – tramite il proprio algoritmo e lo strumento dei “video consigliati” – i contenuti che più ci tengono “incollati” allo schermo, quindi anche e soprattutto video su bufale, fake news, complotti, misteri…

Ecco che si crea una notevole sproporzione tra la presenza del fenomeno su internet e la presenza di terrapiattisti “per strada”. Intervistando uno tra i più citati terrapiattisti italiani, Albino Galuppini, abbiamo capito che questa sproporzione inganna soprattutto loro. Galuppini, di mestiere agricoltore e autore del primo libro italiano sulla Terra piatta, ha detto ai nostri microfoni che “sicuramente i terrapiattisti in Italia sono centinaia di migliaia”, pur non potendolo verificare. E quando gli abbiamo fatto notare che sarebbe una percentuale molto alta, su un totale di 60 milioni di Italiani, ha risposto: “Sì ma ne sono convinto perché su Facebook e sugli altri social network i contenuti sulla Terra piatta sono molto seguiti e condivisi”.

La distorsione della realtà online

Peccato che poi di copie del libro, “Quaderni dalla Terra piatta”, ne fossero state vendute “decine, forse un centinaio”. Durante tutta l’intervista è emerso chiaramente quanto i numeri ottenuti dal fenomeno su internet fossero considerati più importanti rispetto a quelli “empirici” (fermate cento persone per strada, quanti risponderanno di credere che la Terra sia piatta?). E quanto i social network avessero un ruolo attivo in questa credenza: i video complottisti di Galuppini, infatti, sono stati in passato censurati da YouTube e non a causa dei contenuti, ma a causa del copyright delle musiche utilizzate. Ecco perché, ne è convinto, “fermare il diffondersi della teoria sarà ormai impossibile”. Ma veramente YouTube e gli altri social network non potrebbero fare di più per arginare, se non fermare, il fenomeno? ( https://tg24.sky.it/cronaca/2018/11/15/terra-piatta-terrapiattisti-italiani-intervista.html )

Libri di approfondimento: QUADERNI DALLA TERRA PIATTA.

15 novembre 2018

Come gli algoritmi del web influenzano le nostre convinzioni

Milano, 13 novembre 2018 – Internet e i social media influenzano sempre di più le nostre convinzioni, ma quanto siamo consapevoli di questo potere? Se ne parla nello speciale Sky TG24 INSIDE “IL CODICE YOUTUBE”, in onda domani, mercoledì 14 novembre alle 21 su Sky TG24 e disponibile su Sky On Demand. L’approfondimento, condotto da Alessio Viola mostra come fake news e tesi non verificate circolino sempre più facilmente, attraverso un fenomeno di diffusione in cui le fonti e la loro attendibilità non vengono mai messe in discussione. Un approfondimento, a cura di Daniele Semeraro, racconta come la piattaforma Youtube indichi, tra i video consigliati, per la maggior parte filmati con titoli sensazionalistici e “acchiappa click”, anche su temi come il crollo dei ponte Morandi o ancora argomenti che possono avere un impatto diretto sulla salute delle persone, come vaccini o tumori. L’algoritmo dei video consigliati di Youtube, disegnato con l’obiettivo di far guardare all’utente sempre più video e trattenerlo sulla piattaforma, offre così una sovraesposizione a tesi e argomentazioni estreme o eccentriche e non uno spaccato rappresentativo delle opinioni reali, più o meno diffuse. In questo modo misteri e teorie complottistiche, dagli “evergreen” come la terra piatta o il finto sbarco sulla luna, fino a quelle sulla più stretta attualità, si classificano tra i contenuti più popolari sul web, trovando nell’intelligenza artificiale un nuovo stimolo nella loro propagazione. In studio, per discutere di come i social network possano influire sulla nostra percezione della realtà, l’esperto di comunicazione digitale Andrea Fontana, la giornalista scientifica Silvia Bencivelli, vittima di stalking da parte di un sostenitore della teoria delle scie chimiche, e il giornalista Giulietto Chiesa. ( https://www.lastampa.it/2018/11/14/societa/ecco-come-gli-algoritmi-del-web-influenzano-le-nostre-convinzioni-Vi8cy1vfXE3jcIGJ8iop0N/pagina.html )

La trasmissione di eri sera, cui allude l’articolo, non l’ho vista. Non ne conoscevo i contenuti, Certamente, un sistema per esorcizzare (è il caso di scriverlo) i movimenti per la verità. Sicuramente non è andato in onda, la giornalista che mi ha intervistato mi aveva chiesto: se internet serve, secondo lei, a eguagliare tutti come capacità di produrre informazione, nell’ottica luciferina dell’umanesimo, perchè la terra piatta ha potuto uscire fuori? Semplice, ho replicato, perchè quelli al solito fanno le pentole senza i coperchi!
Su due ore, hanno trasmesso 90 secondi. Come le Iene di Italia 1, avevamo fatto 6 ore di registrazione a Napoli e 4 a Roma e finora niente. Neanche il rimborso spese promesso, a dire il vero.
C’era anche il massone finto anti-americano Giulietto Chiesa. Quello che ha detto che l’immigrazione in Europa è “normale”, non che ci sono dietro gli USA per americanizzarci con le fake news del bambino Aylan, i falsi attentati islamici, e i finti naufragi di “migranti” per costringerci a mantenerne milioni col reddito di cittadinanza “pentastellato”. (Cosa che scrivo da 10 anni mai smentito)

14 novembre 2018

Sky TG24 parla di terra piatta

Sky terra piattaStasera, mercoledì 14 novembre 2018, nel contenitore Speciale Inside di Sky TG24 si discuterà di terra piatta.
Parlerò di alcuni argomenti e del mio libro. Non sono in grado di sapere cosa sarà trasmesso con esattezza ne il momento preciso ma sarà fra le 21 e le 22.
Il canale sul Digitale Terrestre è normalmente il 50 anche se in molte zone si vede su di un canale diverso.
QUADERNI DALLA TERRA PIATTA.

COMMENTO Non l’ho visto, mi hanno detto che hanno trasmesso poco a fronte di 2 ore di registrazione. Me l’aspettavo. Quindi, ho fatto bene a resistere alla tentazione di fare la battutona: “Scusi, si può dire su Sky che i satelliti artificiali non esistono?” Devo dire che ogniqualvolta cercavo di mostrare una mappa delle coperture satellitari a testimonianza che essi sono fasuli lei si agitava schifata come se qualcuno le stesse per vomitare sul vestito nuovo.

7 novembre 2018

La Bibbia insegna che la terra è piatta?

La risposta della Bibbia

No, la Bibbia non insegna che la terra è piatta. * La Bibbia non è un testo scientifico, tuttavia in nessun caso contraddice i fatti scientifici. Le informazioni contenute nella Bibbia sono “affidabili ora e per sempre” (Salmo 111:8).

 Cosa intende la Bibbia con l’espressione i “quattro angoli della terra”?

Le espressioni “quattro angoli della terra” ed “estremità della terra” usate nella Bibbia non sono da prendere alla lettera, come se la terra fosse quadrata o avesse delle estremità (Isaia 11:12; Giobbe 37:3). Piuttosto, si tratta di un linguaggio figurato per indicare l’intera superficie della terra. La Bibbia menziona i quattro punti cardinali in modo simile (Luca 13:29).

Il termine ebraico tradotto “angoli” o “estremità” sembra essere una metafora derivante dalla parola “ali”. Al riguardo un’enciclopedia biblica afferma: “Dal momento che l’ala di un uccello viene usata per coprire i piccoli, [il termine ebraico] acquista il significato di estremità di qualsiasi cosa si estenda” (The International Standard Bible Encyclopedia). La stessa opera di consultazione aggiunge che in Giobbe 37:3 e in Isaia 11:12 “il termine significa limiti, confini o estremità della superficie asciutta della terra”. *

 Che dire di quando il Diavolo tentò Gesù?

Per tentare Gesù, “il Diavolo lo portò con sé su un monte straordinariamente alto e gli mostrò tutti i regni del mondo e la loro gloria” (Matteo 4:8). Alcuni sostengono che questo episodio biblico insegni che sia possibile vedere il mondo intero da un solo punto elevato su una terra piatta. Tuttavia, il “monte straordinariamente alto” di cui si parla in questo episodio sembra essere una metafora e non un vero e proprio luogo fisico. Vediamo perché questa conclusione è ragionevole.

  • Sulla terra non esiste un monte letterale da cui si possono vedere tutti i regni del mondo.

  • Il Diavolo mostrò a Gesù non solo tutti i regni ma anche “la loro gloria”. Non era possibile vedere questi regni in maniera così dettagliata da una grande distanza. Sembra quindi che il Diavolo abbia usato una specie di visione per mostrarli a Gesù, un po’ come una persona userebbe un proiettore e uno schermo per mostrare a qualcuno delle immagini di vari luoghi della terra.

  • Nel racconto parallelo che si trova in Luca 4:5 si legge che il Diavolo mostrò a Gesù “in un istante tutti i regni della terra abitata”, cosa che non sarebbe possibile attraverso la normale vista umana. Questo fa capire che il Diavolo tentò Gesù servendosi di mezzi che andavano al di là della vista umana.

( https://www.jw.org/it/cosa-dice-la-Bibbia/domande/terra-piatta/ )

Tutto ciò scritto sopra è integralmente falso. La Bibbia è un testo scientifico, è la scienza stessa, per filo e per segno, che è stata congegnata per screditare i testi sacri. Per negare la creazione, hanno inventato la evoluzione. Lo specchietto sotto illustra che ogni aspetto della teoria evoluzionistica è specularmente opposto alla Bibbia.
Esempio, Dio ha creato l’uomo diverso e prima della donna. Ma col ‘gender’ nelle scuole insegnano che uomo e donna sono uguali (per questo vogliono i cessi unisex e avviano il ‘dibattito’). Le donne devono portare i pantaloni e gli uomini le giarrettiere (vedi creazione metrosexual). La Bibbia dice che donne stanno bene coi capelli lunghi, invece loro hanno creato la moda dei capelloni rockettari in spregio alle scritture. E le donne, come la Cristoforetti, falsa “portatrice di Cristo”, coi capelli corti da uomo.

29 ottobre 2018

PIANO DI ESISTENZA 3 – Albino Galuppini

Forse ho messo un po’ troppa carne al fuoco, come si suol dire, nella mia conferenza di Agerola (NA) tenuta il 24 agosto 2018.
Il campo mio di ricerca è assai poco battuto anzi sono il primo che ne parla in Italia.
Il Diluvio Universale fu causato dalla Torre di Babele. Il resoconto biblico è stato alterato.
Inoltre ciò che noi chiamiamo “templi antichi” erano, in realtà, le “case” delle stirpi di giganti per-diluviane. Alcuni del quali sono tuttora in rovina, a causa della inondazione causata dal Diluvio (Selinunte, Agrigento, Acropoli, Karnak ecc), altri edifici sono stati mascherati rimaneggiandoli e costituiscono le attuali “cattedrali” costruite, si dice, nel Medioevo. La prova è nelle proporzioni gigantesche delle strutture acominciare da porte e finestre che sono state rimpicciolite. Tipico esempio la cattedrale di san Pietro in Vaticano a Roma.
Tutta la Storia  antica insegnata nelle scuole è un falso. Per sostenere la menzogna, tra l’altro, fanno sistematicamente sparire gli scheletri dei giganti che, di tanto in tanto, vengono dissepolti in giro per il mondo.

29 ottobre 2018

PIANO DI ESISTENZA 3- Dharma Bernardi

Elafaki discute di geocentrismo e movimenti stellari nonchè delle incongruenza nelle teorie astronomiche.

18 ottobre 2018

Presentazione del libro “La Terra non è una Sfera”

Presentazione dell’opera di Fabrizio Gennari il 21 ottobre con la partecipazione dell’amico Dino Tinelli.

3 ottobre 2018

Recensione QUADERNI DALLA TERRA PIATTA

Una recensione del libro QUADERNI DALLA TERRA PIATTA è uscita in edicola sulla rivista Gli enigmi della scienza nel numero 17, ottobre 2018. Se qualcuno ha quesiti da pormi può contattarmi via email o Skype.

21 settembre 2018

AHAHAH fantastico, un po’ di buonumore

Mi sono accorto stasera che il tipo ha in mano il mio libro, stamani il video lo avevo pubblicato perchè parla di terra piatta. Non so chi sia poichè non sto su Facebook però lo ringrazio per la fiducia nelle mie qualità di autore.

16 settembre 2018

Considerazioni sulla Terra Piatta

12 luglio 2018

Le Iene (Italia 1) documenteranno il convegno PIANO DI ESISTENZA 3

Mi è stato confermato che una troupe della trasmissione TV di Italia 1 “Le Iene” parteciperà al convegno PIANO DI ESISTENZA 3.
L’evento si terrà presso il Ristorante Leonardo’s a Punta San Lazzaro, frazione del comune di Agerola (NA). Agerola si trova sulla costiera amalfitana a 600 m di quota. Giornalista e operatore saranno presenti sul posto già il giorno 23 e venerdì 24 agosto documenteranno lo svolgimento del convegno.

https://pianetax.wordpress.com/piano-di-esistenza/

Locandina PIANO DI ESISTENZA 3 (Agerola, 24-8-2018). Si prega di scaricare e distribuire in rete.