Archive for febbraio, 2018

28 febbraio 2018

Drammaticamente tutto vero, purtroppo

Sarà stata la presenza a fianco della Bergonzoni, abbastanza gnocca, Diego Fusaro, sfoggiando la sua solita erudizione, dice tutta la verità.
Come ho spiegato mille volte in questi anni, dietro ci sono gli USA, o meglio, le lobby finanziarie globali che obbediscono a pulsioni di tipo esoterico (a certi livelli di potere il denaro costituisce davvero l’ultimo dei problemi). Un capitolo dedicato a ciò è pubblicato nel libro QUADERNI DALLA TERRA PIATTA.

Annunci
27 febbraio 2018

Notte da lupi conferma Luna raggelante

https://www.calendario-365.it/images/luna_it/luna_-0_94.jpg
I lupi ululano alla Luna. Stanotte sarà freddissima. La Luna è quasi piena (94%), indizio che la luce lunare raffredda, pertanto non è la luce solare che rimbalza su di essa che ci illumina. Andate fuori di casa ben coperti e noterete che alla luce della Luna il freddo è più intenso. Fa meno freddo all’ombra-

26 febbraio 2018

Il malore del calciatore Manfredonia fu inscenato?

Manfredonia calcioscommesse

Cresciuto nella Lazio, esordì in massima serie il 2 novembre 1975 nella gara contro il Bologna. Titolare dall’anno successivo. Dopo essere stato coinvolto nello Scandalo italiano del calcioscommesse del 1980, a seguito del quale fu squalificato per tre anni e sei mesi, rientrò a giocare nella Lazio, all’epoca in Serie B, nell’autunno 1982, per il condono di due anni deliberato dalla FIGC dopo il successo della Nazionale italiana al Campionato mondiale di calcio 1982.
Manfredonia fu reimpostato come mediano incontrista e la Lazio riuscì a risalire nella massima serie. Nel 1985, al termine del campionato che determinò una nuova retrocessione per i biancocelesti, Manfredonia passò alla Juventus, con cui vinse una Coppa Intercontinentale nel 1985 e uno scudetto nel 1986. Nel 1987 passò alla Roma per 3 miliardi di lire.[2] e fu contestato dai nuovi tifosi per il suo passato con la maglia biancoceleste. In Curva Sud si formò una componente di tifosi organizzata contro di lui, il Gruppo Anti-Manfredonia[3].
Manfredonia alla Juventus nel 1986, in contrasto sul napoletano Maradona.
Chiuse la carriera dopo che, il 30 dicembre 1989, nel corso di una gara contro il Bologna (e con temperatura di 5 gradi sottozero) si accasciò a terra, vittima di un arresto cardiaco. Fu Bruno Giordano, compagno di squadra ai tempi della Lazio e quel giorno avversario rossoblù, ad accorrere per primo per prestargli soccorso.[4] Successivamente Manfredonia si riprese completamente ma fu costretto ad abbandonare l’attività agonistica a soli 33 anni. ( https://it.wikipedia.org/wiki/Lionello_Manfredonia )

Oggi si chiamerebbero fake news. Sappiamo che il mondo del calcio è completamente manipolato, lo è sempre stato. Il caso del calciatore Lionello Manfredonia che ebbe un grave malore il 30 dicembre 1989 durante la partita Bologna Roma.
Ci sono alcune stranezze: il fatto che ciò sia avvenuto al 5 minuto, aveva 33 anni. Il primo ad accorgersi di cosa era successo fu curiosamente Bruno Giordano, compagno di squadra (e di “merende”) per lunghi anni alla Lazio prima di approdare al Bologna, via Napoli di Maradona. Manfredonia fu già squalificato, assieme al succitato Giordano, per avere venduto partite. Cosa ci impedisce di credere che anche il malore fu una messa in scena con la complicità del medico sociale della Roma e dei primari di Bologna, città arci-massonica? La tifoseria giallorosa gli era invisa, non gli perdonava di essere un autentico venduto non solo col calcio-scommesse, ma per avere vestito la maglia della Juve. Ai tempi, vi era una acerrima rivalità fra le due squadre risalente al famoso ‘gol di Turone’ con cui i bianconeri torinesi ‘scipparono’ uno scudetto già vinto ai capitolini.
Per me, si trattò di una astuta montatura, così il calciatore si ritirò avendo già incassato fior di quattrini da madama Juve. Ricordo pure che Manfredonia fumava ma vinse un premio per calciatori non fumatori, poiché dichiarò il falso. Insomma un grande attore, non trovate?

La coronarografia si è svolta in gran segreto per evitare il clamore e la pubblicità di quando Manfredonia fu dimesso dall’ ospedale. L’ esame dice Bracchetti esclude che si sia trattato di infarto. Non ci sono cicatrici nel cuore, le arterie coronariche sono indenni, non ci sono lesioni, non c’ è stenosi. Perciò d’ infarto non parlate più, si è fatta molta confusione intorno a questa parola. Io quel giorno riscontrai soltanto dei segni evidenti di infarto: l’ arresto cardiaco avvenuto per fibrillazione ventricolare, con conseguente insufficiente apporto di sangue al cuore del calciatore. Una specie di infarto, insomma. Un principio di infarto, ma non è la stessa cosa. E poi l’ aritmia, il quadro elettrocardiografico generale. Ma la medicina è fatta anche di osservazioni continue sul malato e dunque sugli sviluppi della patologia. Così il giorno dopo, il quadro era già regredito, i sintomi erano rientrati. Più difficile ora è risalire alle cause di ciò che è successo ha continuato Bracchetti darne un’ interpretazione plausibile. Forse c’ è stato uno spasmo, forse i fattori causali son stati diversi. Ci dirà di più lo studio elettrofisiologico che condurremo sul giocatore tra qualche tempo: servirà per stabilire se c’ è disordine nell’ attività elettrica del cuore di Manfredonia. Se questo esame darà ancora esito negativo, entriamo nell’ imponderabile. Lo stress, la corsa, il freddo, chissà. Difficilmente si troverà una spiegazione definitiva. Il caso è troppo singolare ( http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/1990/01/20/manfredonia-non-ha-avuto-infarto.html )

‘Un errore collettivo della difesa bolognese’ all’ultimo minuto. Anche la partita venne pilotata verso il pari.

Il gol di Turone:

26 febbraio 2018

Lezione di Paolo Becchi su nazionalismo, sovranismo e globalizzazione

Molto istruttivo e interessante per i sovranisti.

25 febbraio 2018

Scie chimiche: l’intervista proibita [2]

Seconda parte del video di Tommix:
Seconda Parte dell’Intervista a Enrico Gianini, l’operatore Aeroportuale di Malpensa che denuncia l’irrorazione di SCIE CHIMICHE. Un’accusa unica e, potete immaginare quanto coraggiosa da parte di un addetto ai lavori contro la Geoingegneria clandestina. L’attenzione dei Servizi Segreti è altissima per nascondere il crimine più massiccio che la storia umana ancora si rifiuta di testimoniare. Il mondo è governato da ombre ma, fortunatamente, illuminato qua e là da esseri che brillano di una luce particolare. Costoro andiamo cercando, costoro vi proponiamo. A te decidere se affacciarti alla luce o all’ombra.

Che previsioni meteo ci sono per il 4 marzo 2018: Politica meteorologica

24 febbraio 2018

Real world flat earth proof: “line of sight” microwave link

Exalt Wireless has a product called ExploreAir which is a LINE-OF -SIGHT microwave transmission platform. This is a recent press release about a recent installation over water from Beirut to Cyprus. You can skip to the last paragraph and not bother reading it if you like. I had to put it here or the globetards would demand to see it. This product is a line-of-sight microwave link which is basically a straight line over water (The Mediterranean Sea) to a receiver on the other end, 150 miles away. There should be three miles of curvature but this LINE-OF-SIGHT connection is mounted at less than fifty feet on both ends. I spoke to them today to confirm this and didn’t bring up the reason why. I told them I was just impressed with their accomplishment and wanted to learn about the equipment and the installation. It is as advertised, a straight line over 235km of water, point to point, no repeaters. Again, skip to the last paragraph unless you’re technical and interested.
Exalt website: http://www.exaltcom.com/
Marketwired article: http://www.marketwired.com/press-release/exalt-sets-new-world-record-for-microwave-link-distance-2094649.htm
CloudWedge article: http://www.cloudwedge.com/exalt-wireless-shatters-world-record-for-microwave-link-distance-235974/
Engineering and Technology: http://ethw.org/Microwave_Link_Networks
Metabunk curvature calculator: https://www.metabunk.org/curve/

22 febbraio 2018

I risultati choc dell’autopsia: “Pamela Mastropietro senza il 20% di pelle”

Pamela Mastropietro mistero

Si rafforza la pista dell’omicidio sul caso di Pamela Mastropietro. I dettagli dell’autopsia lasciano ipotizzare che sia anche stata strangolata
Le indagini sull’omicidio di Pamela Mastropietro proseguono. Gli inquirenti investigano un altro nigeriano che stava fuggendo in Svizzera con Awelima, uno dei presunti complici di Innocent Oseghale.
Dopo gli esiti dell’autopsia si smorza la tesi dell’overdose come causa della morte.
I dettagli choc
L’esame autoptico – il secondo, effettuato da dottor Cingolani su nomina della procura – ha nuove e scioccanti dettagli. Ma in primis pare rafforzare la tesi dell’omicidio. Come spiega il gip, i risultati “inducono a ritenere superate le iniziali incertezze sulle cause della morte (omicidio o overdose), facendo propendere recisamente per l’ ipotesi omicidiaria”. La ragazza è stata trovata con la lingua “pinzata tra i denti”, elemento che sosterrebbe “una sofferta asfissia per soffocamento”. Elemento che unito al fatto che non sono stati rinvenuti i tessuti del collo – ipoteticamente rimossi per nascondere i segni di strangolamento – spalanche le porte all’accusa di omicidio. Nel decesso però avrebbe avuto un ruolo determinate le coltellate inferte “quando la giovane era ancora a cuore battente”.
Nell’ordinanza riporta da Il Tempo si legge: “È emersa la presenza su un’ ampia parte di cute di superficiali ferite da taglio parallele, ferite – si legge nell’ ordinanza – che il dottor Tombolini (primo medico legale, ndr) ha ritenuto inferte in vita, quasi a voler infliggere sofferenze alla vittima, mentre il dottor Cingolani (il secondo nominata dalla Procura, ndr) ha ritenuto effettuate post mortem verosimilmente in relazione alle pratiche si sezionamento del cadavere”. Non solo: Il fatto che “siano stati asportati ‘ampi tratti di cute in zona vaginale e anali’ che rafforzerebbe l’ ipotesi suggestiva circa la volontà di celare un pregresso atto sessuale, cui si riconduce anche il rinvenimento di tracce di saliva su un capezzolo”. (Il Giornale)

Notizia che mi aspettavo. Una delle caratteristiche delle mutilazioni aliene è il prelievo di epidermide come se i corpi fossero sbucciati come un’arancia. Quindi è proprio un caso di mutilazione aliena. Asportazione chirurgica di organi e apparati in vivo e cadavere abbandonato, spesso in prossimità di un corso d’acqua. La lingua è un’altra caratteristica mutilazione, ciò che hanno trovato è un lembo solamente ancora attaccato. Come da me anticipato, il resto delle storie scritte sui giornali sono semplicemente fumo negli occhi. Che io sappia, l’unico libro in italiano che parla di queste cose è il mio: QUADERNI DALLA TERRA PIATTA.
Fra l’altro, “lingua pinzata fra i denti” è sicuramente un messaggio di stampo mafioso-massonico per indicare ai media che di Pamela non bisogna più parlare.

 

22 febbraio 2018

“Ennesimo attacco alla verita’!”, perquisita casa del dott. Stefano Montanari

“Ennesimo attacco alla verita’!”. Questa mattina – scrive il dr. Montanari su Facebook – dalle ore 8:30 la guardia di finanza sta perquisendo l’appartamento del dott. Stefano Montanari e della dott.Ssa Antonietta Gatti. In seguito sara’ perquisito il laboratorio nanodiagnostics, ove verranno sequestrati tutti i computer e i documenti in possesso.
Pertanto, al momento i dottori Gatti e Montanari sono costretti a sospendere tutte le attivita’ relative ai loro studi, comprese conferenze, consulenze e analisi, e a rinviarle in data da definire. ( http://www.imolaoggi.it/2018/02/22/ennesimo-attacco-alla-verita-perquisita-casa-del-dott-stefano-montanari/ )

Sotto elezioni, dagli USA è arrivato l’ordine di colpire chi si occupa di vaccini criticamente. Due giorni prima di una manifestazione nazionale a Roma. Neanche Salvini ne parla più di togliere l’obbligo vaccinale. Ne si parla degli F35 che gli americani ci costringono ad acquistare per combattere le loro guerra delle quali dobbiamo accollarci i profughi.
Già Grillo, emissario degli Stati Uniti, se ben ricordate aveva fatto lo scherzetto del microscopio a Montanari. Il caso vaccini è sintomatico della finzione della politica italiana. Nessuno dei partiti anti-Nato come Casa Pound o i comunisti ne accennano alla questione.

https://i2.wp.com/www.imolaoggi.it/wp-content/uploads/2018/02/montanari_perquisizione.jpg

21 febbraio 2018

PIANO DI ESISTENZA 2 – la locandina

Ecco la Locandina della seconda edizione della conferenza PIANO DI ESISTENZA prevista per il 7 aprile 2018 a Desenzano del Garda (località Rivoltella). Cortesemente, pubblicatela sui “social” e sui siti di informazione alternativa. Grazie a nome di tutti.
Scarica la Locandina PIANO DI ESISTENZA 2 (4512 x 3000 pixel, 2,1 MB)

20 febbraio 2018

La rete internet è stata inventata per togliere riservatezza

Giulia Sarti hardGiulia Sarti, rimborsopoli e foto osé: l’ex ha portato in procura duemila mail
Giulia Sarti è tornata ieri in questura per un’altra denuncia nei confronti dell’ex fidanzato Bogdan Andrea Tibusche, alias Andrea De Girolamo. La parlamentare grillina – dopo la ripubblicazione sul web delle sue foto osé – ha integrato la denuncia precedente, in cui sosteneva di essersi sentita minacciata da Bogdan Andrea Tibushe, che – afferma la candidata dei 5 Stelle – nei giorni scorsi l’aveva “avvertita” che vista la denuncia nei suoi confronti, si sarebbe difeso rivelando le loro conversazioni private. ( https://www.consumatrici.it/20/02/2018/attualita/000123571/giulia-sarti-rimborsopoli-e-foto-ose-lex-ha-portato-in-procura-duemila-mail )

Mi fa ridere la storia delle immagini della pentastellata riminese e del suo “ex fidanzato” rumeno. Proprio i grillini archetipi e prototipi del “cittadino digitale” nel programma della Casaleggio Associati non sanno come funziona la rete.
Una volta che un file passa da lato cliente al lato server, (cioè viene caricato) è duplicato in mille modi e non può essere più rimosso.
In primo luogo, perché il web è stato congegnato per spiare tutto e tutti, pertanto la moltiplicazione dell’informazione è intenzionale. Ciò che vogliono fare all’ennesima potenza col sistema Blockchain. Niente potrà più venire eliminato manco scoppiasse la terza guerra mondiale.
Poi c’è un fatto intrinseco al sistema Internet: traferire e duplicare file ha un costo tendente a zero con una velocità tendente all’infinito. Ogni file visualizzato su PC può essere salvato localmente per poi essere reimmesso in rete. Figuriamoci poi per le immagini piccanti con tutti i morti di seghe che ci sono in giro.
È solo questione di tempo: se per esempio, io scatto una foto al mio cane Bobi e la pubblico anonimamente col titolo “cane1.jpg”, dato che la navigazione funziona attraverso chiavi di ricerca, nessuno troverà “Bobi”. Ma qualcuno buono a smanettare in internet e armato di sufficiente pazienza potrebbe, attraverso social e altro, riuscire a capire che la foto “cane1” è quella del Bobi.
Dulcis in fundo, esistono i siti di archiviazione storica del web (es. http://www.archive.org ) che, in quanto tali, non danno diritto all’oblio poiché appunto “fotografano” l’istante preservandone la memoria collettiva.
La verità è che, una volta caricato in internet, un file viene sempre moltiplicato e non c’è alcuna certezza di una sua eliminazione definitiva. Proprio nessuna.
ADDENDUMM5s, così Bogdan Tibusche conquistò la fiducia di Giulia Sarti. A presentare il presunto esperto 2.0 alla deputata fu Tofalo, a casa di Vignaroli. Lei, ancora scossa per l’hackeraggio subito, si affidò ciecamente a lui. Che diceva di aver collaborato anche con la Postale e i Servizi e criticava Casaleggio.” Lo ribadisco, è virtualmente impossibile eliminare con certezza qualcosa dalla rete. Non credete a chiunque vi dica il contrario.

TUTTE LE BALLE DEL RUMENO: Il romeno malefico mentre si bombava la Sarti, si sposava con una di Salerno detentrice del conto Paypal su cui finivano le donazioni degli allocchi. AHAHAH (guarda video sotto)

20 febbraio 2018

Scie chimiche: l’intervista proibita [1]

Il nuovo video bomba di Tommix (prima parte). Intervista all’aeroportuale Enrico Gianini sul fenomeno della geoingegneria clandestina. Scrissi già anni fa che le compagnie low cost potevano volare offrendo biglietti a prezzi stracciati perché intascavano soldi in nero per fare altre cose…

19 febbraio 2018

‘Promossa’ la trivella italiana che cercherà vita su Marte

Superati test di qualifica spaziale in vista di ExoMars 2020

Rappresentazione artistica del rover della missione ExoMars 2020 (fonte: ESA) © Ansa
Completati con successo i test di qualifica spaziale della trivella italiana che cercherà vita su Marte durante la nuova missione europea ExoMars prevista per il 2020. Lo ha annunciato Marco Stanghini, responsabile Sviluppo business Spazio Leonardo, in occasione della presentazione della mostra ‘Marte’.
Incontri ravvicinati con il Pianeta Rosso’, dal 9 febbraio al 3 giugno al Museo Nazionale della Scienza e Tecnologia di Milano. La trivella, realizzata da Leonardo nello stabilimento di Nerviano (Milano), è stata sottoposta a quattro mesi di prove presso i laboratori del Cisas (Centro di Ateneo di Studi e Attività Spaziali ‘Giuseppe Colombo’) di Padova: in una speciale camera allestita ad hoc, ha dimostrato di poter operare in un ambiente identico a quello marziano.
(ANSA)

Siccome l’Italia non si è qualificata per i mondiali di calcio, la tirano su tramite la frottola della trivella ‘europea’ per Marte.
Devono sostenere la truffa dello stato tricolore oltre che della Terra sferica, visto che ormai sempre più gente anche nell’ex Belpaese alle frottole della NASA/ESA non crede più.
Seconda conferenza nazionale sulla forma della Terra: https://pianetax.wordpress.com/piano-di-esistenza/

19 febbraio 2018

La “pornogrillina”, amenità da Italia terminale

Giulia Sarti nuda

Foto hard di Giulia Sarti, l’ex fidanzato. “Non le ho messe in rete io”

L’uomo è indagato per appropriazione indebita per il caso rimborsopoli. Ora si nasconde ma ripete. “Lei sapeva tutto”.
Rimini, 19 febbraio 2018 – «Non c’entro nulla con le foto hard di Giulia che girano di nuovo in Rete. Sarei stato proprio un imbecille a fare una cosa del genere con tutto quello che sta succedendo. Proprio io che ho fatto di tutto per eliminarle anni fa in collaborazione con la Polizia Postale. Ma per chi mi hanno preso?».
L’ex fidanzato di Giulia Sarti, Bogdan Andrea Tibusche, indagato per appropriazione indebita aggravata, non ci sta. Non ci sta a passare per il ‘furbetto’ che avrebbe fatto riapparire sul web le immagini osè di una giovane Giulia Sarti. Sabato mattina quelle foto hard sono rimbalzate sul web, ma anche sui telefonini di molti politici riminesi. Bogdan ha lasciato Rimini e si è andato a rifugiare lontano dal clamore che il caso ‘Rimborsopoli’ sta suscitando. Ha persino cambiato numero di cellulare pur di non farsi trovare.
( http://www.ilrestodelcarlino.it/rimini/politica/giulia-sarti-foto-hard-1.3733924 )

Questa cosa la ho scoperta solo stamani ma già ieri la avevo definita troia. Se ogniqualvolta intuisco qualcosa ricevessi un euro, a quest’ora sarei milionario!
ADDENDUM Si è anche autosospesa dalla campagna elettorale oltre che dal M5S, quindi è scappata coi soldi e basta: http://247.libero.it/lfocus/34399486/1/cuore-di-rimini-questa-sera-dibattito-con-i-candidati-alla-camera-dei-deputati/

Bogdan Andrea Tibusche alias Andrea De Girolamo conduttore di Social TV free.

18 febbraio 2018

“Monnezza” rumena

La rispostaccia di Andrea De Girolamo a Giulia Sarti

Bogdan Andrea Tibusche non le manda certo a dire. L’ex fidanzato e collaboratore parlamentare di Giulia Sarti è scomparso da quando il nome del suo alias Andrea De Girolamo ha cominciato a circolare perché la deputata lo accusa di non aver effettuato i versamenti al fondo del microcredito. Ieri notte però, mentre la storia cominciava a circolare, qualcosa ha scritto: “Vedremo come va a finire perché la verità è tutta un’altra. Usciranno diverse conversazioni e forse non vi conviene esporvi ora”, scrive rispondendo a un utente. E ancora: “Vedrai che fine fa la querela. Vedrai i messaggi le email”, dice Andrea De Girolamo. Che poi sembra addirittura minacciare la Sarti: “No. No. Io in pubblico non rilascio nulla ma dritto in procura. E ho il brutto vizio di registrare tutto, pure le telefonate”. ( https://www.nextquotidiano.it/andrea-de-girolamo-giulia-sarti/ )

Ricredo di averlo visto sul suo canale Social TV free sto tizio. E come si accalorava contro i “razzisti” che non vogliono gli immigrati.
Tutto molto bello.
Peccato che sto figlio di troia non solo si ingroppava la deputatessa romagnola del M5S ma ci fregava pure i soldi immeritati che lo stato passa ai parlamentari.
Lurido bastardo, spero di non incontrarlo mai di persona. Altrimenti temo finirei dritto a Canton Mombello. Vi lascio indovinare il perché. (Canton Mombello, per inciso, è il carcere di Brescia.)
Le troie del caso sono due, in effetti, la madre del LADRO rumeno e la Sarti “autosospesa dal movimento”, mica dallo stipendio.

Social TV free: https://www.youtube.com/channel/UCZJJ5_13mB_IqgE1aWfz_tw

16 febbraio 2018

Perchè il non voto è un errore

Sotto elezioni riemerge il dibattito su voto sì, voto no.
Gettare la spugna come punizione per i politici è un piagnisteo da infanti. Purtroppo, anche se solo il 10% si recasse alle urne, entreranno in parlamento 630 deputati e 315 senatori. Sarebbe bello se, come avviene in alcuni paesi, rimanessero vacanti i seggi rappresentanti l’astensionismo.
L’altro caso in cui il non voto ha senso, è quando una persona è veramente scollocata. Solo gli eremiti sono beatamente in tale condizione.
Chiunque prenda un mezzo di trasporto pubblico ogni giorno o abbia figli a scuola, allo stato delle cose, non può esimersi dal prendere posizione.
Purtroppo è così.
L’incitamento all’astensionismo è venuto spesso da sponde equivoche. Dai Radicali a Grillo (prima maniera) si perorava la causa del non voto: col risultato di fare vincere la sinistra radicale rappresentante le istanze globaliste. Da adito a qualche sospetto.
Forse Claudio Borghi e Alberto Bagnai (il gatto e la volpe, visto che sembrano di casa in terra di Collodi), hanno trovato l’uovo di Colombo: impiegare il debito pubblico come moneta contante circolante. Il trucco è semplice: violare le regole della BCE senza uscire dall’euro. I BOT (Buoni Ordinari del Tesoro) sarebbero emessi in tagli piccoli da tenere nel portafogli come le normali banconote. Naturalmente, avrebbero corso legale e la non indifferente qualità di annacquare l’abolizione del contante, il che non guasta. Non si tratta di una moneta complementare, sempre euro è, ma finanza creativa per aumentare il “circolante”. Fatta la legge, trovato l’inganno, tanto italiano.
L’Italia è finita comunque, tuttavia, questo potrebbe essere uno stratagemma per attutire le conseguenze della crisi in modo da dare il tempo alla maggior parte della popolazione di predisporsi all’impatto.

http://www.ilpopulista.it/sondaggi/20-Settembre-2017/18579/vota-il-tuo-mini-bot-quale-preferisci.html

Orina-Fallaci

Falcone-Borsellino

15 febbraio 2018

Pamela, il negoziante li accusa: “Hanno comprato candeggina”

https://i1.wp.com/images2.corriereobjects.it/methode_image/2018/01/31/Interni/Foto%20Gallery/pamm.JPG

Convalidato ieri il fermo di Desmond e Awelima. L’ipotesi è di strupro di gruppo
Il titolare dell’Acqua e sapone di Macerata e la commessa che erano al lavoro nel pomeriggio del 30 gennaio ne sono certi.
Due dei nigeriani sotto accusa per l’omicidio di Pamela Mastropietro – uno fermato e uno a piede libero – sono andati lì a comprare la candeggina poi utilizzata per ripulire la casa dove la ragazza era stata uccisa.
“Sì sono proprio loro, sono venuti il pomeriggio del 30 gennaio a comprare la candeggina”, dicono ora, certi che Innocent Oselaghe e Lucky Desmond siano i due ragazzi a cui vendettero quel quantitativo ingenti di prodotti per la puliza della casa. E c’è anche un altro testimone ad accusare Desmond, un compagno di stanza che ha riconosciuto uno dei due trolley in cui il corpo è stato trovato.
“Gliel’ho visto più volte”, ha detto. Una ricostruzione che non è però confermata dagli altri nigeriani che vivevano con lui, il cui racconto non ha però convinto il gip che ha convalidato ieri due fermi: quello di Desmond, appunto. E quello di Awelima. ( http://www.ilgiornale.it/news/cronache/pamela-negoziante-li-accusa-hanno-comprato-candeggina-1494945.html )

Non sanno più cosa escogitare. “Sono proprio loro”, cioè quelli del negozio si ricordano che 2 settimane fa, uomini di colore hanno acquistato candeggina e sono strasicuri. Negli esercizi commerciali non si entra con la carta di identità. Una fake news come quella del farmacista testimone dell’acquisto della siringa. Col passare dei giorni, sempre più gente in internet dubita della versione ufficiale. pertanto i giornali devono ripetutamente dare “conferme” alla tesi ufficiale.
La verità è che non c’è nessuna circostanza, nemmeno di malattia mentale, che autorizza a pensare che i tre nigeriani siano stati in grado di sezionare Pamela da viva in totale assenza di sangue versato, asportando chirurgicamente organi genitali, fegato e cuore con precisione assoluta. A ben guardarli in faccia, si ha l’impressione che i tre indiziati non saprebbero manco sezionare un lombrico senza tagliarsi un dito.
La Mastropietro era palesemente un ibrido e sapeva di esserlo. Molti di loro (forse tutti) intuiscono che prima o poi subiranno rapimenti e la fine atroce, vivisezionati e poi scaricati in un fosso mutilati. Per questo la ragazza aveva problemi psicologici, gli ibridi posseggono una intelligenza e sensibilità di molto superiori alla norma.
Bisogna capire chi sono questi “alieni”.

15 febbraio 2018

PIANO DI ESISTENZA 2 – UFO e rapimenti alieni sulla terra piatta

Alla conferenza PIANO DI ESISTENZA 2 che si terra il 7 aprile in riva al lago di Garda si parlerà di rapimenti alieni e mutilazioni umane. Mentre le mutilazioni animali vengono talora trattate dalla ufologia, le mutilazioni, identiche, degli esseri umani vengono taciute e negate.
Recentissimo il caso italiano di Pamela Mastropietro sembrata in totale assenza di sangue. Però i giornali ci dicono che il fegato è stato asportato mentre la ragazza era ancora viva. Elemento caratteristico delle mutilazioni aliene. Una totale contraddizione, dato che nessun chirurgo sarebbe in gradi di replicare: espianto di organi in vivo senza versare una sola goccia di sangue. I tre disgraziati nigeriani accusati del misfatto sono ovviamente incolpevoli. I media (e i RIS) hanno prodotto, in fretta e furia, le incredibili panzane della “candeggina” e “siringa”.
Alex Maltoni di Ravenna è un vero addotto e ha diversi ricordi delle sue adduzioni nonché prove tangibili dei suoi impianti. Ne parlerà di persona il 7 aprile. Egli è anche un terrapiattista il quale ha eseguito numerosi esperimenti di curvatura sul litorale romagnolo. In ambiente “terra piatta”, c’è chi sostiene si tratti di demoni.
L’unico libro, forse al mondo, che descrive dettagliatamente come riconoscere le vittime di rapimenti alieni con mutilazione è il mio QUADERNI DALLA TERRA PIATTA.

https://pianetax.wordpress.com/piano-di-esistenza/

Illustrazione di rapimento UFO a scopo di esochirurgia

Sulla mutilazione del bestiame bovino si sa qualcosa di più ma l’identico fenomeno avviene anche per gli esseri umani:

15 febbraio 2018

SpaceX, entro fine settimana il lancio dei satelliti per internet a banda larga

Fra i piani per rendere il pianeta un posto migliore, Elon Musk ha anche il lancio di migliaia di satelliti in un’orbita bassa per fornire una connessione ad internet ad alta velocità in tutto il mondo. SpaceX non ha mai descritto i dettagli sul funzionamento di questi satelliti, ma ci stiamo avvicinando al lancio dei primi prototipi funzionanti. E, secondo una lettera pubblicata dalla FCC e scoperta da CNet, i primi due saranno piazzati nella loro orbita nel fine settimana. ( Fra i piani per rendere il pianeta un posto migliore, Elon Musk ha anche il lancio di migliaia di satelliti in un’orbita bassa per fornire una connessione ad internet ad alta velocità in tutto il mondo. SpaceX non ha mai descritto i dettagli sul funzionamento di questi satelliti, ma ci stiamo avvicinando al lancio dei primi prototipi funzionanti. E, secondo una lettera pubblicata dalla FCC e scoperta da CNet, i primi due saranno piazzati nella loro orbita nel fine settimana. ( https://pro.hwupgrade.it/ )

A dimostrare dalla foto sotto i “satelliti” di Elon (Leon) Musk volano a una quota veramente bassa! Infatti, il razzo compie una traiettoria parabolica il cui apice non supera i 20 o 30 chilometri, dopodiché ricade sulla Terra lontano da occhi indiscreti. Ciò costituisce circa un decimo della altezza teorica di inserzione nella cosiddetta “orbita bassa”.
I satelliti artificiali non esistono, pertanto, i lanci spaziali sono simulati. Sono nient’altro che missili balistici. L’internet “globale”, cui si allude, impiegherà palloni aerostatici d’alta quota come quelli caduti l’anno scorso in Brasile.
Protesta dei richiedenti asilo: “Nella struttura manca il wi-fi”” Vedete che ai giovani africani che ci impongono di accogliere e rieducare hanno dato l’ordine di protestare su manca internet. Devono creare il “cittadino globale”. Non è meraviglioso?!

14 febbraio 2018

Italo-NTV: che cosa accadrà?

PREMESSA IMPORTANTE Le rete ferroviaria ad alta velocità mondiale ha uno scopo esoterico. Primo quello di devastare l’ambiente e poi quello di mescolare le razze incrementando la velocità di interscambio di merci e persone. Non a caso, quando si tocca la “razza”, vi è una immediata levata di scudi da parte dei media e dalla stessa Chiesa cattolica essendo tutto controllato dal potere luciferino.

http://iostudio.pubblica.istruzione.it/documents/11039/13601/ITALO_logo.gif/f2b59bb1-a9ad-4b30-b55b-4c1f7ae68823?version=1.2&t=1459341267329&imageThumbnail=1

Italo comprato da un fondo Usa: perché pagato così tanto?
a storia di Italo, comprato da un fondo Usa per quasi 2 miliardi di euro, non è un’altra bandiera tricolore ammainata ma il successo della scelta coraggiosa – e unica in Europa – di consentire la concorrenza tra operatori nel sistema ferroviario. Rimane da capire perché gli acquirenti abbiano offerto un prezzo tanto alto.
Italo a stelle e strisce
È una storia istruttiva sulla concorrenza quella di Ntv, la società dei treni Italo ad alta velocità. Tra errori e difficoltà (create anche dall’ex monopolista Ffss) l’impresa si afferma sul mercato, crea ricchezza e ora viene acquistata da un fondo Usa.
E così i treni amaranto passano agli americani, con l’accettazione dell’offerta del fondo infrastrutturale Gip di oltre 1.980 miliardi di euro e l’accollamento del debito. Italo, che all’inizio del decennio Trenitalia, con qualche cattiveria, suggeriva di chiamare Franco, per la presenza tra gli azionisti dei francesi di Sncf, verrà ora forse soprannominato Bob, e racconta una storia sorprendentemente innovativa nel panorama europeo. ( https://vivicentro.it/nazionale-24h/economia/italo-comprato-un-fondo-usa-perche-pagato-cosi-tanto/ )

Ciò che è scritto nell’articolo sopra è integralmente falso. Fin dal principio (ben prima dell’attivazione del servizio), scrissi che NTV sarebbe stato un fiasco assoluto, incontrovertibile, “made in Italy”. Un privato forse avrebbe guadagnato con la AV in regime di monopolio, non certo in concorrenza con una società statale quale Trenitalia.
Se avete letto la premessa importante, sapete che l’alta velocità è un clamoroso fake, non guadagna quasi da nessuna parte, poco perfino in Cina, paese sovraffollato e in crescita economica.
Figuriamoci in Italia, paese sempre più povero, in cui la gente tende a rimanere nei paraggi dove risiede.
L’unica AV che funzione è laddove serve il pendolarismo (cioè tramite abbonamento) tipo Giappone. In Italia, nessuno fa l’abbonamento mensile Milano Roma oppure Bologna Napoli.
Cosa faranno ora gli americani?
Molto probabilmente liquideranno NTV rivendendosi il materiale rotabile (i treni), dopotutto, Italo è un convoglio all’avanguardia. Del resto, la infrastruttura (le linee AV) appartengono a RFI cioè allo stato. A meno che non vogliano impossessarsi pure di quelle come hanno fatto con le autostrade. De certo, non vengono a regalarci niente.

13 febbraio 2018

Italo diventa Amerigo e altre minutaglie ferroviarie

Ha fatto notizia che gli azionisti di Nuovo Trasporto Viaggiatori (NTV), la società dei treni ad alta velocità ITALO, hanno accettato l’offerta di acquisto arrivata pochi giorni fa da parte del fondo di investimenti americano Global Infrastructures Partners (GIP): circa 2 miliardi di euro, a cui vanno aggiunti i circa 400 milioni di euro di debiti della società di cui i nuovi acquirenti si faranno carico.
GIP, scrive il Sole 24ore, è un «fondo americano tutto dedicato alle infrastrutture, con tre direttrici principali: trasporti, energia e gestione di acque e rifiuti». Questo Fondo esiste dal 2006, ha sede a New York e ha investimenti consistenti in molti paesi europei. Sempre il Sole 24 Ore dice che ha entrate annuali superiori a 5 miliardi di dollari e controlla società che in tutto hanno 21.000 dipendenti. (dal blog Geograficamente)

Come prevedibile e da me largamente anticipato, NTV la ulteriore idea di Luca Montezemolo è stata un fallimento completo come tutte le cose che costui, Re Mida all’incontrario, ha toccato. Scrissi subito che adottare il nome “Italo” avrebbe portato male.
La TAV funziona se è un “pendolarismo veloce” come in Giappone. Non in un paese come l’Italia dove serve a mescolare le razze, fare arrivare più velocemente, a tariffe scontate, i dipendenti statali meridionali al Nord. Altrimenti c’è il rischio che al loro paese entrino nella mafia. Cosicché, nel Meridione c’è un esubero costante di dipendenti statali da smistare in Settentrione.
La crisi ha fatto il resto.
L’alta velocità europea è un progetto che già apparteneva al Terzo Reich, costituisce la spina dorsale del costruendo super-stato europeo multirazziale americanizzato, basato sulla abolizione totale delle frontiere interne, euro e adozione della lingua inglese come lingua franca comunitaria.
Certamente, i nuovi padroni di NTV premeranno per ultimare la più presto la Torino Lione e le altre connessioni alla famigerata Europa con buona pace degli ambientalisti i quali, essendo europeisti, sono intrinsecamente pro-Tav.
La TAV Milano Roma o Milano Napoli non ha senso, ai romani di venire a Milano non frega nulla. Ha più senso il pendolarismo veloce di studenti e “colletti bianchi” fra Bologna e Firenze, Milano Brescia, Padova Venezia, Napoli Salerno e Verona Bologna.
Menziono solamente il madornale errore che è stata la stazione AV Mediopadana che doveva invece essere la stazione di Parma. Reggio Emilia non è una gran città universitaria, gli studenti reggiani si recano in maggioranza a Modena o Parma dove la AV non ferma. Oltretutto, la stazione di Reggio è vicina al centro mentre la Mediopadana è fuori città. Da Parma, sede di grosso ateneo, si poteva collegare Milano velocemente con Spezia e la Versilia via Pontremolese.

https://trenoxtutti.wordpress.com/2012/01/01/breitspurbahn-si-avvera-il-sogno-di-hitler/

12 febbraio 2018

Stasera, Italia-Nigeria

Ho cercato brevemente e subito scovato, risalente a meno di una settimana fa. Una studentessa di Ozoro (Nigeria) è stata ritrovata mutilata e priva di occhi, un seno, altri organi genitali e cuore. Era scomparsa il 25 gennaio 2018. Caso identico a quello della diciottenne Pamela Mastropietro. Anche in questa vicenda si è arguito avesse problemi di vario tipo e un suo compagno di classe è stato sospettato. Le notizie online sostengono che l’uccisione con mutilazione sarebbe dovuta a motivazioni rituali. La ragazza nigeriana era la primo anno del “Politecnico Delta State” quindi pure essa aveva 18 anni.

https://www.informationng.com/2018/02/delta-state-polytechnic-student-found-with-her-body-parts-missing-was-dating-a-yahoo-boy-friends-say.html

Qui una immagine più chiara delle mutilazioni inferte alla ragazza. Come sempre, mancanza di sangue:

https://insightlinks.net/wp-content/uploads/2018/02/Screenshot_20180206-1158202.png

https://www.ayola.tv/wp-content/uploads/2018/02/delta-0-1v-2400x1524_c.jpg

Italia-Nigeria 2-1 (dopo i supplementari) Boston 5 luglio 1994 Reti: 26′ Amunike, 88′ Baggio R. 102′ Baggio R. (rigore)

12 febbraio 2018

Radio Padania Libera, casa del “politicamente corretto”

Spiace sentire tanta caterva di scemenze da una radio che si proclama “libera”.
Tutti sanno che i casi di mutilazione “rituale” africana ha a che vedere con la possessione demonica. Ciò non avviene solo in Nigeria bensì in tutto il mondo. Sacrifici al dio Ra come SaRah, YaRa e ChiaRa. Nel caso di Bergamo, hanno inscenato il caso Bossetti (Bossi) e ritrovato il cadavere di Yara a Chignolo d’Isola (a Chignolo Po’ aveva sede il “parlamento della Padania”). Bossetti dicono abbia detto “C’è l’ho il DURC” (documento unico di regolarità contributiva) quando Bossi diceva “La Lega ce l’ha DURO”.
In egual modo, a Macerata, hanno scovato il modo, attraverso una manipolazione mediatica schizofrenica, di incolpare Salvini. Solo coincidenze? Alieni “de noantri”?
delle scie chimiche, che imperversano sulla Padania, RPL che dice? E del piano Kalergi? Agli immigrati viene consentito di tutto purché rimangano qui. Manca solo la ciliegina sulla torta, ossia il reddito di cittadinanza.
Non c’è molto da aspettarsi da un coglione come Cainarca. Vuole dare del “tu” a tutti come vogliono massoni e satanisti poiché siamo tutto Liberi e Uguali, liberi dai 10 comandamenti e uguali a Dio.
Strano che una emittente “libera” non ci spieghi che l’11 settembre è stato una messa in scena, similmente agli “attentati islamici” in Europa. Nonché le fake news sulle epidemie a spronare le vaccinazioni compulsive.
per non dire la bufala di DJ Fabo, per fare passare l’eutanasia allargata al diritto al suicidio.
Qualcuno glielo dica pure in diretta a quel paraculo di Cainarca: Chiama in diretta 02.66.20.35.29 SMS in diretta 346.64.27.756

11 febbraio 2018

Emerge il quadro sulla fine di Pamela Mastropietro

Pamela Mastropietro dai grandi occhi era un ibrido alieni-umani.

I giornali a fatica riescono a”coprire” con continue notizie false la verità sulla fine della ragazza.
Sempre più indizi portano al rapimento e alla mutilazione da parte di razze extraterrestri.
Fra i particolari ulteriori:

  1. Il macabro ritrovamento vicino a un corso d’acqua. (le “2 valige” è un falso)
  2. La mancanza di alcuni organi, asportatati e non più ritrovati.
  3. In particolare, gli organi genitali nelle donne.
  4. La assenza di indumenti e, scommetterei, le scarpe pure sono mancanti, altro elemento ricorrente.
  5. L’asportazione “scientifica” (“chirurgica”) degli organi. Le mutilazioni umane sono inferte con strumenti .sconosciuti, verosimilmente bisturi laser.
  6. DIMENTICAVO Sembra che il fegato sia stato asportato con la ragazza ancora viva. Altro elemento caratteristico e non facilmente riproducibile delle mutilazioni aliene. Si tratta di vivisezione in senso letterale.

Il resto della storiella raccontata dagli inquirenti è risibile. La ragazza aveva paura degli aghi e sarebbe entrata in farmacia per acquistare una siringa. Non ha l’aspetto di una che si faceva di eroina, invece di una che sapeva di essere una addotta..
Ovvio che poi i tre delinquenti africani sono semplicemente stati coinvolti, in quanto spacciatori, per reggere la narrazione del delitto legato al consumo di stupefacenti.

https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/02/11/pamela-mastropietro-i-dubbi-dello-zio-avvocato-lei-aveva-paura-degli-aghi-lipotesi-dellomicidio-a-sfondo-sessuale/4152613/

https://pianetax.wordpress.com/2015/06/22/ufos-the-human-mutilation-cover-up/

https://pianetax.wordpress.com/2018/01/30/una-macabra-congiura-del-silenzio/

Notare che la disinformazione parte dal Corriere della Sera (quasi sempre in tutti i campi):

https://www.valigiablu.it/pamela-mastropietro-corriere-della-sera/

https://i2.wp.com/images2.corriereobjects.it/methode_image/2018/01/31/Interni/Foto%20Gallery/74668_326273167483318_670391400_n_MGTHUMB-INTERNA.jpg

11 febbraio 2018

La droga più forte (made in Italy)

Salvini Isoardi Saneremo

Elisa Isoardi e Matteo Salvini a Saneremo

Se ben ricordate,  vi avevo scritto mesi prima delle elezioni che avrebbe vinto Trump in America. L’ostilità mediatica era una astuta  finzione:

https://pianetax.wordpress.com/2016/09/27/una-droga-piu-forte/

Oggi stanno facendo il medesimo giochetto da noi con Salvini. Vi ho spiegato più volte che il vero potere non ha interesse a chi vince o perde le votazioni. Lo scopo della politica è di controllare la gente, se la popolazione non va a votare, o ha scarsa fiducia nel governo, smette di lavorare e di pagare le tasse. E questo non lo vogliono.

https://pianetax.wordpress.com/2018/01/11/non-vogliono-che-andiate-a-votare-vogliono-che-lavoriate/

Loro temono il collasso del mercato degli autoveicoli e del lavoro. In realtà, quest’ultimo è già crollato. I dati INPS sono artefatti. La stragrande maggioranza dei “nuovi posti di lavoro” renziani, estremamente precari, sono largamente inadeguati affinché la gente si possa permettere, ad esempio, una vettura nuova. Per non dire del settore immobiliare: coppie che guadagnano 1400 euro in 2 non possono permettersi un bilocale da 400 € (500 in città) + 100 euro mensili di bollette. Niente migliorerà, dato che non ci lasceranno mai uscire dall’euro.
Ogni settimana che passa promulgano una legge pro-immigrati. Sperano rimangano in Italia a puntellare il PIL consumando credito telefonico e carburanti. Perciò a loro consentono di circolare ancora con vecchie auto inquinanti.
Il sistema bancario nostrano già collassato, montano la bolla mediatica, tuttavia, nella speranza che noialtri i soldi li spendano anziché custodirli negli istituti di credito strafalliti..
L’allucinante fake news di Macerata, una montatura galattica, sta a significare che stanno veramente perdendo la testa. A questo punto, pur di salvare l’Italia, va bene anche un Salvini.
L’Italia è finita, comunque. Lo scrivo dal 2008, ora dopo 10 anni, ho vinto una bambolina?