Archive for marzo, 2019

30 marzo 2019

Effetto Mandela: un apparecchio ortodontico per James Bond

Mandela 007

Molti ricordano una scena dal film “Moonraker” (1979) appartenente alla saga di James Bond, in quel caso Roger Moore.
Ora, il cattivo del film Fauci (Jaws) e la piccola bionda Dolly s’innamorano perchè aventi in comune una questione di denti. Lui ha denti d’acciaio e lei porta un apparecchio ortodontico.
Ricordo anche io la scena anche se un po’ surreale.
Anche delle banche dati sul cinema in rete citano il fatto che Dolly portasse un apparecchio ortodontico che si mostra quando lei sorride.
Ma succede che nel film non è più così: la realtà è cambiata e Dolly non ha più l’apparecchio per i denti.
Si tratta di un effetto Mandela sconvolgente.
Voi come vi ricordate la scena? Qualcuno, per caso, ha un vecchio VHS da rivedere?

30 marzo 2019

Cittadinanza italiana, Ramy ringrazia Salvini e Di Maio

“Sono contentissimo, ringrazio Salvini e Di Maio”, lo ha detto Ramy il ragazzo-eroe dello scuolabus dirottato a San Donato Milanese la settimana scorsa.
Il padre di Ramy, Kaled Shehata, ha fatto sapere: “Andrò a Roma con mio figlio per incontrare e salutare Salvini”.
La situazione per Ramy si è sbloccata nel pomeriggio, quando il ministro dell’Interno Matteo Salvini ha annunciato: “Sì alla cittadinanza a Ramy perché è come se fosse mio figlio e ha dimostrato di aver capito i valori di questo paese, ma il ministro è tenuto a far rispettare le leggi. Per atti di bravura o coraggio le leggi si possono superare”.
Ieri il vicepremier leghista aveva fatto sapere che erano in corso tutti gli “approfondimenti del caso”.
Nella serata di ieri, Salvini aveva spiegato che “purtroppo ad ora non ci sono gli elementi per concedere la cittadinanza. Le cittadinanze non le posso regalare e per darle ho bisogno di fedine penali pulite. Non parlo dei ragazzini di 13 anni, ma se qualcuno la cittadinanza non l’ha chiesta e non l’ha ottenuta dopo 20 anni – aveva aggiunto, rivolgendosi ai giornalisti – fatevi una domanda e datevi una risposta sul perché”. ( https://www.silenziefalsita.it/2019/03/26/cittadinanza-italiana-ramy-ringrazia-salvini-e-di-maio/ )

Incredibile come la gente vada ancora a lavorare e paghi le tasse dopo questa memorabile messa in scena atta a fare passare lo ius soli. L’altra gamba del reddito di cittadinanza. Tutto finto come il caso Pamlela e DJ Fabo. Tutto sceneggiato per i coglioni che “tifano Italia”, un paese allo sbando, al quale stanno distruggendo perfino il clima pur di utilizzarci a colonia africana all’incontrario. Ci colonizzano ma li manteniamo noi.
Rami (my Ra) e tutta la numerologia congiurano a favore di una beffa angloamericana.
Nell’Italetta marocchina, i nuovi eroi sono esclusivamente non di razza bianca e non cristiani. Non solo ius soli e reddito di cittadinanza ma anche case gratis:

https://www.open.online/cronaca/2019/03/26/news/nuove_voci_sul_padre_di_rami_ma_lui_tutto_falso_mi_hanno_anche_dato_una_casa_dal_comune_forse_salvini_ci_ripensa-179414/

Non solo, come richiesto da Severgnini da New York, Conte ha già inserito l’assegnazione di terreni incolti a “giovani del Sud”, senza specificare Sud di cosa.

https://pianetax.wordpress.com/2018/01/11/lega-laffondo-di-maroni-salvini-si-e-comportato-da-stalinista/

Mentre per gli italiani, salari da fame, costo della vita assurdo, obblighi mortali e mutui secolari per possedere una casa.
Contenti voi.

https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/55635136_2432242880143549_5756835401755000832_n.jpg?_nc_cat=109&_nc_ht=scontent-mxp1-1.xx&oh=edc9701edc8ad81c614878ee39c3785d&oe=5D40B7C7

Non vogliono più nemmeno riconoscre i danni da vaccino, da oggi, le sentenze saranno sempre contro la correlazione fra vaccino e danno. Niente indennizzo, il figlio autistico ve lo tenete voi. Non vogliono si crei una giurisprudenza cui fare appiglio contro la “scienza”.

ADDENDUM: Contraddizioni della dottrina luciferina. Da un lato, si vuole la parità fra uomo e donna (in contrasto ovviamente col dettato biblico), dall’altro, si lamentano le “culle vuote”. Ma è proprio l’emancipazione femminile la prima causa delle “culle vuote”!

29 marzo 2019

Prova definitiva che i jet funzionano senza utilizzare carburante

I modellini di velivolo con motore a reazione sono forse le evidente più schiaccianti. I motori a reazione non utilizzano combustibile di sorta. L’esemplare del video sotto è di dimensioni ridotte, eppure raggiunge una velocità incredibile. Dovrebbe consumare molto carburante per arrivare a ben 727 km/h. Ma dove viene stivato? Non si vede traccia di serbatoio. Voi riuscite a capire dove si trova?
Se un propulsore così minuto riesce a sprigionare una potenza astronomica, ci deve essere davvero qualcosa che ci nascondono.
Ne parlerà Calogero Greco durante la conferenza del 12 maggio a Palermo.


Anche la auto Formula 1 non impiegano carburante. Probabilmente anche le centrali elettriche e turbogas e le centrali idroelettriche sono finte come le “centraline” sui fiumi, tutto finto, solo per devastare l’ambiente:

29 marzo 2019

«Gli Usa non sono mai andati sulla Luna». A Palermo il convegno dei “terrapiattisti” un po’ grillini…

I terrapiattisti italiani si danno appuntamento a Palermo il prossimo 12 maggio per il convegno “Terra piatta – tutta la verità”. Chi sposa le tesi di questo movimento – che annovera molti simpatizzanti a Cinquestelle – sostiene la bidimensionalità della Terra e altre stravaganti teorie alternative al pensiero scientifico. Nel programma della giornata ci sarà chi dimostrerà “l’assenza della curvatura terreste”, chi svelerà come l’Apollo 11 non sia mai andato sulla Luna (il titolo della relazione è “la conquista della Luna: 50 anni di inganni”).
Una teoria sostenuta, in passato, anche da autorevoli esponenti del M5S, come Carlo Sibilia, sottosegretario agli Interni, che qualche anno fa aveva testualmente detto: «Dopo 43 anni ancora nessuno se la sente di dire che era una farsa».
Nel convegno dei “terrapiattisti” ci sarà anche modo di approfondire l’aspetto mediatico con una relazione dal titolo “la verità non è per tutti: riflessione sul rifiuto dell’informazione”. La quota di partecipazione è di 20 euro. Una cifra abbordabile per scoprire il pensiero di chi è convinto che da Galileo in poi tutta la scienza che conosciamo si è sempre sbagliata.
Teorie che Beppe Grillo, sul suo blog, ha più volte ripreso dando ampio spazio agli articoli che approfondiscono la tematiche “terrapiattiste”.
Ma arrivati al bordo si cade? Secondo Robbie Davidson, il fondatore del Terrapiattismo, no. «Molti della nostra comunità pensano che siamo come in una grande cupola, come un globo di neve. Quindi il sole, la luna e le stelle sono dentro, tutto è contenuto all’interno, quindi non c’è modo di cadere realmente dalla terra». ( https://www.secoloditalia.it/2019/03/gli-usa-non-sono-mai-andati-sulla-luna-a-palermo-il-convegno-dei-terrapiattisti-un-po-grillin )

Fa pubblicità a Sibilia il giornale diretto da Francesco Storace verosimilmente poiché il grillino si è dichiarato favorevole ai matrimoni con piante e animali. Il prossimo obbiettivo, dopo matrimoni gay e gender, della cricca luciferina in spregio ai sacramenti e ai 10 comandamenti. Per tale motivo, Sibilia è stato premiato con una poltrona da vice-ministro.
A Palermo parlerò anche di Bill Kaysing e delle morti sospette attorno all’affare Luna.

Libri di approfondimento: LA PENNA PIÙ VELOCE DEL WESTLA LUNA DI CARTA.

Conferenza di Palermo: TERRA PIATTA: TUTTA LA VERITÀ.

28 marzo 2019

I terrapiattisti si danno appuntamento a Palermo: «La verità non è per tutti»

27 marzo 2019

Meteo: DEFICIT IDRICO al NORD: laghi e fiumi in difficoltà

Po in secca come nei periodi estivi

La situazione resta critica per gran parte dei laghi e fiumi del Nord. Secondo una prima analisi la situazione risulterebbe peggiore del 2017, quando la siccità provocò danni per 2 miliardi. Se le precipitazioni nel periodo invernale sono state quasi la metà rispetto alla media stagionale, anche l’inizio della primavera non ha portato nulla di buono. Il Po mostra livelli tipici del mese di agosto con punte anche sotto i 7 metri. Anche i laghi sono in difficoltà cosi come gran parte degli affluenti del Po. Di seguito i valori ( livelli idrometrici) rilevati il 27 marzo 2019 ( https://www.3bmeteo.com/giornale-meteo/nord-in-siccit—laghi-e-fiumi-in-difficolt—mappe–231775 )

Il fatto è che sono 4 anni che non piove più secondo il clima. Piove una volta al mese, poco e di notte, dopodiché torna il sole. La nebbia nella mia zona è quasi del tutto scomparsa nel giro di pochi anni. Una volta, in primavera e a autunno si assisteva a intere settimane di maltempo con vento e rovesci di pioggia quasi quotidiani. Oggi non è più così: anche le mezze stagioni si sono allineate a estate e inverno: una pioggia una volta al mese e poi sole (bianco) senza nubi, se non quelle prodotte artificialmente dalle scie chimiche.
Le statistiche diramate dai meteorologi sono false: negli ultimi 4 anni è piovuto un decimo di quanto succedeva un quadriennio di 30 anni fa (non si producono manco più le pozzanghere). Temperature massime oltre i 35° erano considerate eccezionali al Nord, ora sono la norma, perfino in collina.
Ma esiste un altro problema: la politica e la stampa non menzionano mai le scie chimiche e la geoingegneria. Quindi, lasciando fuori dal quadro la vera causa di ciò che succede, non c’è speranza alcuna che il problema possa venire risolto a livello istituzionale.

27 marzo 2019

Che cosa penso di Fomenko

Fomenko nuova cronologia

Ieri sera, a seguito del post precedente, ho ricevuto una email riguardo la Nuova Cronologia di Anatoly Fomenko.
Penso che lui abbia semplicemente dimostrato che la Storia che conosciamo è artefatta di sana pianta a partire da quella antica.
Un fatto al quale avevo fatto già caso: la cronologia moderna degli stati sembra essere più veloce del passato: gli USA esistono solo da 250 anni e stanno finendo, l’Unione Sovietica è durata solo 70 anni, l’Italia 150 ed è finita. Napoleone e Hitler sono spariti in 20 anni.
L’impero romano non può essere durato oltre mille anni dal tempo di Romolo e Remo. La lingua greca non può essere rimata quasi invariata da 2500 anni a questa parte. L’italiano di 150 anni fa è diverso assai dall’attuale al modo dell’inglese di Shakespeare è diversissimo da quello odierno. La lingua latina non può essere rimasta sostanzialmente immutata per duemila anni, dalla fondazione dell’Urbe al Medioevo.
La distanza fra inglese moderno e medievale è simile alla differenza fra greco antico e neogreco. Pertanto, il greco antico non può essere più vecchio di qualche secolo anni.

dossier_FOMENKO (PDF 2,7M)

26 marzo 2019

Aggiunti mille anni di Storia: siamo nel 1019

La data coniata è J682. Qualche appassionato di numismatica, ha idee in merito da riferire?

Ancora una volta, la terra piatta cela bene altro. Qualcuno ha osservato che in antichi dipinti, su lapidi e monete la data è scritta in modo particolare: il primo numero, l’uno, è scritto sotto forma di lettera ‘i/I’ o ‘j/J’. Nell’Europa orientale, si usava la χ/X (chi).

Moneta-russa-particolare

Moneta russa del “1748”. Il numero 1 non è mai stato scritto in quel modo. Assomiglia più a un χ748. Per quale motivo?

Suona molto strano, da che le altre cifre arabe sono scritte in modo corretto.
Quale ipotesi si possono avanzare?
Forse la I o la I lunga indicavano il tipo di datazione, a partire dalla nascita di Gesù (Iesus o Jesus in latino), in cirillico la χ stante per Cristo (in greco Χριστός),
Pertanto, da un certo punto in poi, invece, si sarebbe usato il numero uno aggiungendo di fatto mille anni esatti dalla data della nascita del Messia.
Un incantesimo, anzi un sortilegio, una magia per distanziare Cristo verso i recessi della Storia aggregandolo al mito. Similmente all’invenzione dell’universo infinito per allontanare Dio dal cuore degli uomini. In alcuni casi, sembra che la ‘i’ sia stata storpiata in ‘1’ in tempi successivi per congruenza con la nuova datazione.
Qualcuno suggerisce che il cambiamento sia avvenuto col pretesto della riforma gregoriana del calendario avvenuta nel 1582.
In verità, su alcuni conii e stampe, la vecchia grafia è proseguita fino all’800.
Del resto, se ci pensiamo, la penisola italiana ha subito trasformazioni enormi in soli 150 anni di unità d’Italia. Secondo gli storici, il Medioevo sarebbe durato ben dieci secoli: (dalla caduta dell’Impero romano, 476, alla scoperta dell’America nel 1492) durante i quali non ci sarebbe stata alcuna evoluzione culturale e scientifica.
Molto più logico che l’antica Roma risalga a soli mille anni fa e il Medioevo a 500. Ci sono rovine troppo ben conservate per essere delle ‘macerie’ vecchie di oltre 20 secoli.
L’eruzione del Vesuvio che seppellì Pompei ed Ercolano, secondo la data riconosciuta avviene il 79 d. C., mentre la data reale sarebbe il (1)631 come dimostrato in questo video:

https://tartaria.video.blog/2019/03/31/efimok-coin-fomenkos-phantom-time-and-added-1000-years-of-history/

https://tartaria.video.blog/2019/03/24/classical-art-deception-pompeii-and-roman-paintings/

Pietra tombale con iscrizione J693 come data.

La data coniata è ♱ .I650

26 marzo 2019

Michael J. Fox finge di avere il morbo di Parkinson

Il mondo è un palcoscenico. Sul serio.
Scopriamo che anche l’attore canadese Michael J. Fox, famoso sopratutto per la trilogia di Ritorno al futuro di Robert Zemeckis, molto probabilmente simula di essere ammalato di Parkinson.
Ad accusarlo di “stare esagerando gli effetti della malattia” (overacting) è Rush Limbaugh che è sospettato di essere Jim Morrison, il cantate dei Doors morto a 27 anni. Se Fox fosse davvero ammalato, non avrebbe necessità di “recitare” i sintomi del morbo. Loro se la cantano e suonano fra di loro.

24 marzo 2019

Il diavolo si fa pubblicità

Astana

Kazakistan, firmato decreto presidenziale per cambiare nome a capitale Astana
Il presidente del Kazakistan, Kassym-Jomart Tokayev, ha firmato il disegno di legge sulla modifica della Costituzione del paese per rendere possibile la ridenominazione della capitale kazaka. “E’ stato siglato il decreto per cambiare il nome della capitale da Astana a Nur-Sultan”. ( https://agvilvelino.it/article/2019/03/23/kazakistan-decreto-presidenziale-per-cambiare-nome-a-capitale-astana/ )

Il tizio cornuto non solo veste Prada, si fa pure pubblicità. La notizia serve e rendere noto a livello mondiale Astana capitale del Kazakistan, nome scelto appositamente in quanto anagramma di Satana. Altri nomi sono Ra e Ur (prima città ricostruita dopo il Diluvio). Se ci fate caso, le due sillabe, anche rovesciate (‘ar’, ‘ru’, per la dottrina luciferina l’alto vale quanto il basso, la destra come la sinistra) si trovano nei toponimi di nazioni e capitali mondiali del “futuro”: Parigi, Bruxelles, Praga, Russia, Francia, Gran Bretagna, Edimburgo, Barcellona, Gerusalemme, Iran, Iraq, Marocco, Ucraina, Canberra, Brasilia, Sarajevo, Belgrado, Teheran.
Anche il nuovo nome prescelto per la capitala kazaka contiene ‘Ur’.
Ecco come i satanisti che dominano il mondo si fanno beffe di noi.

PS La massoneria spinge verso lo stato globale formato da mega città (Ur-banizzazione) multirazziali superinquinate tipo quella di Blade Runner:

https://geograficamente.wordpress.com/2019/03/24/la-citta-e-il-futuro-non-le-regioni-trasformiamo-litalia-in-tante-nuove-citta-il-superamento-dei-quasi-8mila-comuni-puo-portare-a-mille-nuove-citta-di-almeno-60mila-abitanti-e-trasformi/

24 marzo 2019

Terrapiattisti: spedizione in Antartide fino al bordo del mondo!

Notare il simbolismo ‘occhio di Horus’ del massone Grillo, ‘uno vale uno’ = 11.

Esiste una crescente comunità di persone che credono che il mondo sia effettivamente piatto, organizzano convegni, crociere, eventi e manifestazioni. Sono i Terrapiattisti.
Ma ora vogliono provare di avere ragione!
Solo una spedizione potrà svelare al mondo intero che c’è qualcosa che ci è stato nascosto da troppo tempo: la Terra è piatta.
Sebbene si possa pensare che su un argomento come la forma del pianeta, ci sia poco da dire, è incredibile come stiano aumentando in tutto il mondo i seguaci del Terrapiattismo, anche in Italia!
Ha quindi senso che molti di loro stiano pensando di arrivare in Antartide per vedere il bordo del mondo e ottenere una risposta definitiva.
Ma arrivati al bordo si cade? Secondo Robbie Davidson, il fondatore del Terrapiattismo, no. “Molti della nostra comunità pensano che siamo come in una grande cupola, come un globo di neve. Quindi il sole, la luna e le stelle sono dentro, tutto è contenuto all’interno, quindi non c’è modo di cadere realmente dalla terra”.
Ma raggiungendo la costa dell’Antartide il gioco sarebbe fatto. Infatti i terrapiattisti credono che il polo sud, ossia l’Antartide ci sia un muro di ghiaccio che circondi la terra, sferica, ma piatta. Così seguendo tutta la costa del polo sud si dimostrerebbe che l’intero pianeta è piatto. Cioè un disco.
Quindi sembra che la fantomatica spedizione avverrà nel 2020, per dare modo a tutti di conoscere la verità.
Cosa possiamo dire sull’argomento, se non che non ci sono parole? ( http://www.beppegrillo.it/terrapiattisti-spedizione-in-antartide-fino-al-bordo-del-mondo/ )

La lingua batte dove il dente duole. I padroni americani del M5S temono lo spandersi dell’idea in Italia e ordinano a tutti i loro agenti, da Grillo a Mazzucco, di controbattere anche se di malavoglia. Infatti, loro sanno che, in rete,  l’opinione pubblica è assai meno manipolabile che tramite giornali e TV. Esempio, il proprietario di Luogocomune deve arrampicarsi sugli specchi e applicare una censura hitleriana per non avere a che fare con la terra piatta nel suo sito e durante le dirette a Border Nights, strumento di esternazione della gerarchia da parte dei poteri occulti.
La spedizione in Antartide, poi, è una distrazione dalla semplice analisi dei fatti dai quali si evince, banalmente, che non esiste alcuna prova che la Terra gira ne che sia tonda.

Testi di approfondimento: QUADERNI DALLA TERRA PIATTA.

23 marzo 2019

Incidente o tentata Strage?

Gilet Gialli in Francia, deportati e razzisti in Italia … i manipolatori vogliono fomentare la guerra civile? Il movimento dei G.G. ha sicuramente qualcosa di spontaneo ma i black block sappiamo bene che sono gestiti dall’alto. Si desidera così creare dissonanza cognitiva e mantenere in stato confusionale la popolazione francese. I G.G. sono patrioti o rivoltosi, di sinistra o di destra?
Allo stesso modo si pompa sull’affaire deportazioni in Italia. Si deportano migliaia di africani e poi accade il fattaccio. Nel fattaccio emerge (ma guarda che caso!) un eroe africano … sceneggiature da quattro soldi. L’immigrato, risorsa o minaccia? Fratello o coltello?
La sensazione che ne emerge ha un sapore amarissimo, quello della manipolazione mentale di massa. Quando poi i media di regime urlacchiano in questo modo si può esser certi che l’intento è quello di fomentare gli animi, confondere le masse. Seminare zizzania.
Accrescere il proprio benessere è un diritto di ogni individuo. Evitare stress e masochismi. Impedire l’illegalità e pretendere rispetto per se stessi, l’ambiente e le regole del vivere comune. Quando ciò decade in funzione di ideologie miserrime, tutto può accadere. Tutto collassa in un mare malleabile e oscuro.

bambilu23 marzo 2019 09:27

Gli attentati sono sempre orchestrati dai “governi”. Invece questo di Crema è stato orchestrato dall’opposizione… L’episodio di Crema, è una sceMeggiata de sinistra che procura voti, come ne avesse bisogno, a Salvini. Era li che voleva volare l’Uccellino della Comare. La cittadinanza Italiana ad un “bambino” egiziano definito “furbo” dai suoi sceMeggiatori, che ha salvato gli altri 51 dalla follìa di un altro africano del senegal che li voleva bruciare…Essendo egli minore, però, devono “cittadinare” prima il padre e la madre femmina in questo caso…ovvio. Già blaterano di “ius soli”. Pur essendo figli di una mignotta, gli sceMeggiatori NON desistono dalla lotta alla Nostra Intelligenza. Di positivo, questa volta, c’è che NON è morto nessuno. Il “presunto” colpevole? E che ne sappiamo Noi Comuni ContiBUEnti Italiani Lavoratori Subordinati e Pensionati Comuni cosa spetta al senegalese incendiario? Magari lo tratteranno a tarallucci e vino vita natural durante per le sue “prestazioni” di “crisis actor”. Guarda un po’ Khalid significa “immortale” e Adam “uomo”. Quanti anni si dice abbia il “piccolo” Adam? Indagando un altro poco http://www.crema.laprovinciacr.it si scopre che la sindaca di Crema Stefania Bonaldi, OVVIAMENTE del PD, già lo scorso gennaio annunciava di ‘voler intraprendere iniziative forti’ per non rispettare la cosiddetta ‘Legge Salvini’, in tema di sicurezza ed immigrazione, pronta a procedere all’iscrizione anagrafica dei richiedenti asilo nel proprio territorio. Abbiamo anche una sua foto con leoluca orlando…E’ UNA SCEMEGGIATA, non c’è dubbio… Gli eroini [io a 13 anni andavo a scuola da sola] ed a ROMA, non a crema, Ramy Shehata (origini egiziane) o Samir ??? e Adam Shelata, CAMBIAMENTO DI CONSONANTE COME NELLE PAROLE CROCIATE ? (genitori marocchini), bus di Autoguidovie, scuola media Vailati di Crema..CHECCONFUSIONE sti’ giornaleckisti. E’ UNA SCEMA SCEMEGGIATA. QUI NON CI PIOVE…LE PERCULATE SI LAVANO COL LAMBRUSCO CHE SEMPRE ROSSO SANGUE ( http://offskies.blogspot.com/2019/03/incidente-o-tentata-strage.html#comment-form )

Stanno inscenando tutto per fare iscrivere all’anagrafe i clandestini che Soros ci costringere ad accogliere e a integrare col reddito di cittadinanza. Dopodiché, potranno fare i ricongiungimenti famigliari e creare l’Italia multirazziale africanizzata. A spese nostre, non di Soros però.
Si scopre (come era facilmente prevedibile) che il global compact for migration è vincolante per cui tutti i clandestini dovranno essere accolti a formare il “popolo europeo”.

22 marzo 2019

La bufala dei “bus sostitutivi”

Nella giornata di ieri, mercoledì 5 dicembre, la compagnia ferroviaria Trenord ha diffuso ufficialmente l’orario invernale che partirà domenica 9 sulle linee lombarde. E quanto veniva paventato dai pendolari, a proposito soprattutto delle zone bresciane, diventa realtà. Infatti, varie corse sulla Iseo-Bornato-Rovato, Brescia-Parma e Brescia-Cremona non avranno treni, ma autobus. Sempre a livello bresciano, ci sono 235 treni giornalieri al servizio di 24 mila passeggeri e non ci saranno modifiche al servizio tra Brescia e Milano e sulla Brescia-Iseo-Edolo. La Iseo-Bornato, invece, sarà attiva solo sugli autobus.
Stessa situazione riguarderà alcune corse sulla Brescia-Parma e la Brescia-Cremona. E il fatto di sostituire i convogli con i mezzi su gomma è giustificato da Trenord con la scarsa frequentazione. Nei dettagli, sulla Brescia-Piadena-Parma delle 30 corse giornaliere, 7 saranno effettuate sui bus. Tre invece, sulle 31 corse della Brescia-Cremona. E non è tutto, perché la domenica e nei giorni festivi le corse saranno meno frequenti su alcune linee. Tutto questo, nell’ottica di sostituire la flotta a partire dal 2020. Nel frattempo, sempre da domenica ci saranno novità anche per la stazione ferroviaria di Brescia. Terminati i lavori dell’alta velocità Treviglio-Brescia, i convogli della Tav non saranno più sui binari 1 e 2, ma sul 10 e 11 già predisposti. Quindi, su linee separate rispetto a quelle regionali e che potranno essere più puntuali. Tra Brescia e Milano al momento si resterà nei 36 minuti di percorso. ( https://quibrescia.it/cms/2018/12/06/trenord-bus-al-posto-dei-treni-su-linee-bresciane/ )

L’economia è una bufala da cima a fondo, intesa a controllare la popolazione e devastare l’ambiente.
Lo è anche quella dei trasporti pubblici. In particolare, la questione degli autobus sostitutivi per scarsa frequentazione di convogli ferroviari passeggeri.
Uno dei principi cardine dell’economia di scala è lo sfruttamento dei mezzi di produzione. Se una tratta ferroviaria è aperta, non ha mai senso utilizzare in certi orari gli autobus ma sfruttare l’infrastruttura e il materiale rotabile disponibili. I bus sono una “outsoucing” che aggrava i costi, non li riduce.
Quindi è tutto finto.
Loro vogliono semplicemente disincentivare l’uso del mezzo pubblico (in un momento di ristagno del mercato auto), gli autobus sono più lenti e meno affidabili dei treni che percorrono vie dirette e dedicate.
Sufficiente adottare tariffe a fascia oraria per incentivare l’uso dei treni la sera tardi o in certe ore di “morbida”.
Fermo restando che, per combattere l’inquinamento, i trasporti pubblici locali dovrebbero essere interamente gratuiti.
Il resto che scrivono i giornali sono bubbole.

PS La “capataz” di Trenord è un’emerita mentitrice affermando che sulla BS-PR non possono circolare gli Stadler, li ho visti io in prova. In passato, trainati o spinti dai locomotori D343 e simili, sono state impiegate perfino carrozze tipo MDVE, piano ribassato e a due piani. Andrebbe presa a sonore sculacciate: http://www.ogliopo.laprovinciacr.it/news/ogliopo/200785/trenord-risponde-ai-sindaci-sulla-brescia-parma.html

21 marzo 2019

Le cave dei giganti

giganti Bibbia

Da dove vengono le pietre e i marmi che costituiscono i siti megalitici? Da enormi cave apposite che si rinvengono tuttora in giro per il mondo sotto forma di terrazzamenti e formazioni geologico a gradoni.

21 marzo 2019

Via della Seta: disperato tentativo di salvare l’Europa unita

https://st.ilfattoquotidiano.it/wp-content/uploads/2019/03/21/Mattarella-intervista-Cina-1300.jpg

Quel sepolcro imbiancato di Mattarella, ogni qualvolta lo vedo non riesco a capire se è vivo o morto.

Infatti è così.
In Italia, nessuna persona sana di mente apre un’azienda:

  • PER GLI IMPRENDITORI Le tasse più alte e la burocrazia peggiore d’Europa
  • PER GLI OPERAI I salari più bassi d’Europa in rapporto al costo della vita

Inoltre, la mobilità è in continuo peggioramento, non si asfaltano più le strade ne si mantengono le infrastrutture di trasporto. Qui a Brescia, le vie di comunicazione, all’80%, sono comparabili a quelle della Bosnia di 20 anni fa (ma se lo fai notare, ti trattano da matto o da “traditore della patria”!).
Chiaro che l’operazione Cina serve a fare lavorare i cinesi in Italia (legalmente) sperando che paghino le tasse e mantengono il carrozzone statale formato dalle burocrazie inadempienti e parassitarie di ogni livello: da europeo a comunale.
Impiegano i cinesi così come hanno fatto con la Grecia.
Chi non ha voglia di lavorare, deve sempre trovare qualcuno che lo faccia al suo posto.
Ma ovvio che non sarà così.
Già la guardia di finanza ha l’ordine da sempre di non controllare i laboratori cinesi che sono delle “enclave” fiscalmente autonome (cioè pagano le tasse come e quando pare loro).
Pechino viene a fare i comodi suoi con valanghe di soldi, nessun accordo può essere simmetrico fra un gigante monolitico e uno stato debole, fittizio come l’Italia.
C’è chi dice, come Fusaro, che ci sia del buono nello sganciarsi dagli americani.
Come al solito, lui non ha capito una beneamata mazza. Sarà che gli italiani, sulla falsariga del “Franza o Spagna purchè se magna“, finiranno per servire due padroni e malamente come ci informa il vangelo.
I furbi globalisti sperano che la Cina, colonizzando l’Italia rafforzi il progetto di super-stato europeo massonico. Altrimenti la UE salta per aria. Del resto, anche la Cina è in mano alla massoneria.

PS Distruggono l’Italia in ogni modo: https://www.fanpage.it/pensioni-con-quota-100-medici-in-fuga-come-cambia-il-sistema-sanitario/ Probabilmente lo fanno per assumere medici di colore appena sbarcati dai gommoni.

20 marzo 2019

Terrapiattisti in treno: “Non paghiamo il biglietto”. Denunciati

Quattro terrapiattisti sono stati denunciati per interruzione di pubblico servizio e rifiuto di fronire le generalità nella stazione ferroviaria di Pavia (con Intercity fermo per un’ora). Non avevano il biglietto e nemmeno i documenti, perché “siamo fuori da ogni giurisdizione planetaria”. Con Gaston Zama vi abbiamo accompagnato in un viaggio imperdibile tra  le teorie complottistiche dei Terrapiattisti
“Siamo Stati di se stessi”. Che vuol dire? “Ambasciatori fuori da ogni giurisdizione planetaria”. Così si sono definiti quattro Terrapiattisti fermati dai carabinieri sul treno Intercity Milano-Ventimiglia nei pressi della stazione di Pavia. Ad avvisare le forze dell’ordine è stato il capotreno: i quattro, di età compresa tra i 26 e i 43 anni, non avevano il biglietto. In compenso, hanno tirato fuori un foglio di plastica: “Autodeterminazione”. Ovvero, appunto, soggetti estranei alla giurisdizione del nostro pianeta. I quattro si sono beccati unadenuncia per interruzione di pubblico servizio (il treno è rimasto fermo un’ora) e rifiuto di fornire le generalità.

Risultato: il treno è rimasto fermo per un’ora.
Uno scherzo? No. Capaci di intendere e di volere? Sì. Anzi, per quanto possa sembrare assurdo, stavano proprio difendendo la loro convinzione: la terra è piatta e “tutti siamo stati ingannati fin dal primo giorno”, come ci hanno raccontato alcuni terrapiattisti nel reportage di Gaston Zama.
Cosa c’entra il biglietto del treno con la forma della terra? Non è chiaro. Ma la teoria della Terra piatta non riguarda solo una questione geometrica. Investe anche l’evoluzione, che secondo loro è una grandissima bufala, la scienza, complice del grande complotto e “i poteri forti, i cosiddetti illuminati”, che ci avrebbero ingannato, non si sa bene perché.
Gaston Zama è andato ad Agerola (Napoli), dove si è tenuto l’ultimo congresso dei Terrapiattisti. Non solo, nel secondo episodio sulla teoria della Terra piatta,abbiamo messo su un ring l’astronauta Umberto Guidoni, faccia a faccia con Albino e Roberto, due convinti sostenitori del terrapiattismo. Talmente convinti che neanche il nostro Umberto, che nello spazio c’è stato e la forma della terra l’ha vista con i suoi occhi, è riuscito a convincerli che il nostro pianeta è sferico.
Speriamo che questa denuncia convinca i quattro “ambasciatori” almeno a pagare il biglietto!
Guarda qui sotto i due servizi di Gaston Zama sui Terrapiattisti. ( https://www.iene.mediaset.it/2019/news/terrapiattisti-treno-biglietto-denunciati_348603.shtml )

Chissà perchè a me sa molto di bufala. I 4 sarebbero di Verona (Tinelli), Messina (Greco di Gela) e Savona e Ancona, luoghi di origine, evidentemente, di altri noti terrapiattisti. Quattro angoli dell’Italia scimmiottando i 4 angoli della Terra biblici. Il fatto che abbiano fermato il treno significa che devono fermare il “treno” della terra piatta.
Una provocazione e velata minaccia da parte dei poteri forti.

Conferenza di Palermo del 12-5-2019: TERRA PIATTA: TUTTA LA VERITÀ.

https://www.corriere.it/cronache/19_marzo_19/siamo-terrapiattisti-non-paghiamo-biglietto-intercity-fermo-un-ora-denunciati-31cd1748-4a3a-11e9-a7a3-5683e4dbacbc.shtml?refresh_ce-cp

19 marzo 2019

Effetto Mandela: la posizione dei reattori è mutata

Chi si ricorda dove sono i motori di un velivolo di linea? Sotto le ali, giusto?
Sbagliato! Da qualche anno a questa parte si trovano completamente a sbalzo davanti alle ali.
Be’, un caso di cattiva memoria, penserete voi.
Eppure ci sono film, modellini d’aereo, foto che mostrano i turboreattori situati dove tutti ce li ricordiamo: sotto le ali!
Non solo versioni recenti ma pure quelli di 40 o 50 anni fa!
Qualcosa di soprannaturale deve essere successo.
Pazzesco, vero? Cosa ne pensate?

19 marzo 2019

Lo sbarco sulla Luna e la teoria del complotto/ La NASA vuole tornaci entro 10 anni

Lo sbarco sulla Luna e la teoria del complotto: la lunga storia sul falso allunaggio, mentre la Nasa prepara il ritorno entro 10 anni…

15.03.2019 – Silvana Palazzo

armstrong_luna_r439

Foto InfoPhoto

Tra le teorie del complotto più famose c’è senza dubbio quella del finto atterraggio sulla Luna, chiamata anche del “falso allunaggio”. C’è chi ha parlato di una messa in scena con un preciso scopo politico. Per quanto assurda possa sembrare, ci sono molte persone che ci credono. C’è pure un documentario, “American Moon”, che sostiene questa tesi arrivando all’inequivocabile conclusione che tutta la Missione Apollo sia piena di trucchi e menzogne che nascondono aspetti importanti. Le versioni sono diverse, ma tutte sono state smontate. Le prime idee complottiste riguardo lo sbarco sulla Luna circolavano già al momento dello sbarco. Molte persone si dichiararono da subito scettiche, come spiegato dallo storico Roger D. Launius. Altre andarono oltre la semplice negazione e cominciarono a tessere la trama della teoria. Poi arrivò un libro in cui veniva data per la prima volta una forma definitiva alla teoria del complotto. Bill Kaysing raccolse le argomentazioni più conosciute aggiungendoci retroscena e spy story. Quindi sono arrivati i mezzi di informazione a dare spazio alla teoria del complotto lunare, rilanciata poi da Internet.

LO SBARCO SULLA LUNA E LA TEORIA DEL COMPLOTTO

L’uomo non è mai stato sulla Luna e le prove degli allunaggi sarebbero state falsificate dalla Nasa, con la complicità del governo degli Stati Uniti, all’epoca in competizione con l’Urss per la “conquista dello spazio” durante la guerra fredda. Questa è in sintesi la teoria del complotto lunare, secondo cui le immagini sarebbero state realizzate ad hoc in uno studio con l’ausilio degli effetti speciali. Secondo altri l’allunaggio sarebbe stato inscenato per distrarre gli americani dalla guerra del Vietnam. C’è chi sostiene che la Nasa abbia inscenato tutto per paura di perdere il budget che le era stato assegnato, e che ammontava allora a 30 miliardi di dollari. Esistono dunque diverse versioni della teoria. Una sostiene che la Nasa, non essendosi ripresa velocemente dall’incidente dell’Apollo 1, per non rischiare nuove perdite inscenò il falso allunaggio. In parallelo si è sviluppata un’altra teoria, quella secondo cui lo sbarco umano sulla Luna c’è stato veramente, ma la Nasa avrebbe diffuso false fotografie. Il fotografo francese Philippe Lheureux riteneva che ciò fosse legato alla necessità di impedire che altre nazioni potessero trarre beneficio dalle informazioni scientifiche deducibili dalle vere fotografie. Invece l’ingegnere William L. Brian ritiene che le vere scoperte degli astronauti siano state tenute nascoste. La Nasa dal canto suo nel 2002 commissionò a James Oberg un libro che smentisse punto per punto i complottisti, ma poi cancellò la commessa per le lamentele di chi vedeva in questa azione una legittimazione di quelle accuse. L’Ente spaziale americano ha smontato una volta per tutte le presunte “prove” dei complottisti pubblicando le immagini a più alta risoluzione mai realizzate che mostrano i resti dei moduli di atterraggio, le strumentazioni e i percorsi effettuati dagli astronauti di tre missioni. Credete che basti? Intanto la Nasa prepara il ritorno… ( https://www.ilsussidiario.net/news/scienze/2019/3/15/lo-sbarco-sulla-luna-e-la-teoria-del-complotto-la-nasa-vuole-tornaci-entro-10-anni/1859673/ )

Libri di approfondimento: LA PENNA PIÙ VELOCE DEL WESTLA LUNA DI CARTA.

18 marzo 2019

Una immagine vale più di mille parole

Uno dei due turboreattori del volo Ethiopian Airlines 302. Dopo una caduta da 5000 metri, nessun segno di bruciatura o combustione. Eppure, se nei motori a reazione entra del kerosene, esso si sarebbe dovuto incendiare e carbonizzare l’intera struttura interna. Invece, sebbene accartocciate, le giranti sono ancora scintillanti. Significa che è vero che funzionano ad aria compressa senza consumare carburante secondo il principio scoperto da Viktor Schauberger. Ci hanno veramente ingannato su tutto.
Ricordatevi di iscriversi a PianetaX (barra a destra) per ricevere tutti gli aggiornamenti anche sulla befgfa del carburante avio.

https://www.washingtonpost.com/resizer/g8uf8cyLARRy88eKe0-M_qkYtEM=/1484x0/arc-anglerfish-washpost-prod-washpost.s3.amazonaws.com/public/IYN2Q4CEHUI6TFFL2LO2HQG7KI.jpg

Un’altra foro di un reattore del Boeing 737 MAX 8 precipitato. Nessun segno di bruciatura.

18 marzo 2019

Come evitare truffe su Amazon

Video interessante e istruttivo. Aggiungo che non uso Amazon così come sono uscito da tutte le piattaforme americane quali Ebay, Paypal ecc.
Amazon è come la Borsa Valori. Si tratta di un intrattenimento per soggetti che sognano di arricchirsi velocemente. I soldi, però, li fanno solo i “pesci grossi” che manovrano Amazon e i mercati azionari.


17 marzo 2019

Ufficiale: il sistema MCAS all’origine di entrambi i disastri del 737 MAX

Il Seattle Times di oggi riposta che il sistema di correzione automatica anti-stallo ha dei grossi difetti. Non c’è da stupirsi? Nella zona ha sede anche Microsoft che ha gli stessi problemi di affidabilità coi suoi sistemi operativi.
L’analisi sulla sicurezza di Boeing sul nuovo sistema di controllo di volo sul 737 MAX ha riscontrato diversi bachi cruciali, ha scritto il quotidiano.
Il sistema di controllo di volo chiamato MCAS (Maneuvering Characteristics Augmentation System) è stato sottovalutato nella sua potenzialità, ha scritto il giornale, citando attuali ed ex ingegneri della Federal Aviation Administration (FAA), ente federale per la sicurezza del volo.
E qui cominciano i guai grossi per il costruttore: se il 737 MAX non può volare senza l’ausilio del MCAS, l’intero progetto è da rivedere.
Così adesso, dovranno succedere incidenti a modelli di altre marche per dimostrare che gli americani sono sempre i migliori. Evviva! Non è un mondo fantastico quello in cui viviamo?

17 marzo 2019

La beffa atroce del “cambiamento climatico”

Greta finta

‘La nostra casa è in fiamme’, si riferisce all’inferno.

I poteri occulti manovrano i giovani per creare il popolo globale di un globo che manco esiste. Non solo inducendoli a fumare e drogarsi.
Il “cambiamento climatico” (CC = 33) è generato colle scie chimiche che impediscono la pioggia dissolvendo le nubi.
Però nessun giornale osa parlare di scie chimiche bensì di obbligare a cambiare auto (oltre ai vaccini). Ovvero, incrementare i consumi!
La manifestazione di venerdì è la classica sceneggiata al pari degli “attentati islamici”.
Friday For Future (FFF = 666) è un oggetto creato dalla élite luciferina al pari di Antagonisti, Centri Sociali, Femen, Wikileaks, Anonymous, Black Block, Snowden, Isis a tutti i finti “alternativi”.
Nessuno che parla di deforestazione, inquinamento luminoso, diserbanti spruzzati dappertutto e ma tanto grandi e piccole opere.
Come mai non c’è una legge che obbliga i comuni a impiantare boschi naturali nelle aree pubbliche incolte? Ciò che sanno fare è solo di piantumare qualche esemplare di specie esotica (bisogna mescolare le razze!) inframezzata a potentissimi lampioni a led (W il risparmio energetico!) che decuplicano l’inquinamento luminoso! Bisogna proibire ai comuni di illuminare le strade, se non in un contesto strettamente urbano.
Perchè non si vieta agli agricoltori di impiegare diserbanti nei fossi onde prevenire che cresca l’erba? (Con un danno pazzesco alla flora e fauna che trova scampo in questi ritagli di natura.)
Gli agricoltori, nella loro neo-ignoranza, tolgono gli alberi perchè fanno ombra alle colture. Quando è proprio l’ombra che trattiene l’acqua nel terreno altrimenti prosciugata dai raggi del Sole!
Infine, nessuno che accenna al cambiamento di colore del nostro astro, da giallo a bianco.

https://www.fridaysforfuture.org/

Un “brava” a Pam Morrigan che è andata a trollare gli studenti!

17 marzo 2019

Vaccini, il dolore di una mamma: «Dopo la terza dose mio figlio smise di parlare». L’esperta: non esiste un rapporto con l’autismo

https://i0.wp.com/www.maurizioblondet.it/wp-content/uploads/2018/12/vaccini-veleno.jpg?w=668&ssl=1

Grosseto: il dolore di una giovane mamma convinta dei danni subiti dal proprio secondogenito: “Non faccio causa all’Asl solo perché non ho soldi”. La dottoressa: “Il medico che ha sostenuto il legame fra il vaccino trivalente e l’autismo è stato radiato dall’albo dei medici nel Regno Unito”
29 Gennaio 2017

GROSSETO. «Ci penso già oggi. Cosa dirò ai miei figli a settembre, quando non potranno più andare a scuola?». Alessia ci pensa. Non ha una risposta. Per ora una certezza: i suoi figli piccoli non si iscriveranno né al nido né alla materna. Non ha intenzione di vaccinarli: in base alla legge toscana (in approvazione) alla vaccinazione obbligatoria, sono fuori. Coi vaccini, infatti, la donna di Grosseto ha chiuso: «Hanno fatto diventare mio figlio autistico. Il suo autismo è certificato, non è un’invenzione».
Schiere di medici ripetono che non ci sono prove scientifiche sul fatto che i vaccini causino l’autismo. Alessia replica con determinazione materna: «Io ho una diagnosi in mano. E un libretto pediatrico da mettere a confronto con il libretto delle vaccinazioni». Soprattutto – sostiene la mamma – ho la storia di «mio figlio (di cui non pubblichiamo il nome per tutela), che era nato sano e oggi non lo è più. Solo perché l’ho vaccinato». Quando Alessia non era contro la vaccinazione. Lo è diventata.

“ECCO COME FIGLIO È DIVENTATO AUTISTICO”

«La mia prima figlia, oggi 14enne – ammette – è stata protetta contro tutte le malattie. Quando è nato il secondogenito, dopo una decina di anni, ci siamo comportati allo stesso modo. Solo che il bimbo a 11 giorni è stato ricoverato in ospedale per una bronchiolite (un’infezione del sistema respiratorio dei neonati ndr) e quindi la prima vaccinazione è slittata dai tre mesi a quasi cinque». Il giorno precedente alla vaccinazione, il bimbo – racconta la mamma – «aveva il raffreddore. Mi sono consultata con il pediatra che mi ha rassicurata: “Se non dovessimo vaccinare tutti i bambini con il raffreddore, dovremmo chiudere i centri vaccinali ogni inverno”». Invece, inizia il calvario. Al bimbo esplode una dermatite drammatica; la seconda dose, quindi, viene ritardata: ma le conseguenze – assicura la mamma – sono disastrose: febbre alta, bronchite. Dalla terza dose «mio figlio ha smesso di parlare. E ogni volta che chiedevo spiegazioni, il pediatra mi diceva: “Suo figlio sta male come tutti gli altri bambini”».
Il colpo di grazia, però, secondo la mamma, arriva con il vaccino contro morbillo, parotite, rosolia. Il bimbo ha un anno e mezzo, gli è appena nata una sorellina: «In una settimana ebbe un crollo. Dopo poco è arrivata la diagnosi di autismo. E oggi riusciamo a farlo stare bene solo con una dieta speciale ed evitando di somministrargli farmaci: altrimenti si scatena di nuovo la dermatite. Per l’autismo non ci possiamo fare nulla». Ma possiamo evitare – denuncia Alessia – che la storia si ripeta «con la sorellina. Quando è nata abbiamo iniziato le vaccinazioni. Dopo la seconda mi sono fermata: avevo capito che i problemi del fratellino erano causati dai vaccini».

LA REPLICA DELL’ESPERTA: “E’ FALSO CHE CI SIA UN LEGAME AUTISMO-VACCINI”

Questa l’opinione del cuore di una mamma alle prese con i problemi dei suoi bambini. Ben diverso il parere di una esperta come la dottoressa Maria Grazia Santini, che dirige il dipartimento di Igiene e Sanità Pubblica dell’Asl Toscana Centro, l’area di Firenze, Prato, Empoli, Pistoia (la più colpita, tra l’altro, dalla meningite in Toscana). “I vaccini non causano autismo, il vaccino del morbillo non causa autismo. È falso – ripete Santini, abituata a combattere con i pregiudizi antivaccini sempre più diffusi, in particolare sulla rete. “Non esiste un rapporto di causa effetto tra autismo e vaccini – prosegue – Il medico (Andrew Jeremy Wakefield) che ha sostenuto il legame fra il vaccino trivalente (morbillo, rosolia, parotite) e autismo è stato radiato dall’albo dei medici nel Regno Unito e oggi non può più esercitare la professione medica. Purtroppo le notizie errate, anche se smentite, continuano a circolare, soprattutto sul web».
https://iltirreno.gelocal.it/regione/toscana/2017/01/29/news/vaccini-il-dolore-di-una-mamma-e-dopo-la-terza-dose-mio-figlio-smise-di-parlare-1.14791953

L’Italia è proprio una repubblica delle banane. Prima la gente fa vaccinare i figli e poi si lamenta se succede una reazione avversa. Che fessacchiotti. Esattamente come quelli che comprano un’auto di grossa cilindrata e poi si lamentano che consuma troppo e che costa molto di assicurazione!
Con la non trascurabile differenza che l’auto si può sempre cambiare!

16 marzo 2019

Nuova Zelanda, strage in due moschee a Christchurch: il killer in tribunale ammanettato e scalzo. Identificate due delle vittime

Brenton Tarrant sogghigna ai reporter che lo fotografano. Sette feriti dimessi dall’ospedale, identificate le prime due vittime
Sono state identificate due delle 49 vittime dell’attentato a due moschee a Christchurch, in Nuova Zelanda. Si tratta di Haji Daoud Nabi, un afghano emigrato nel Paese con i suoi due figli nel 1977, e Khaled Mustafa, un rifugiato siriano che invece era arrivato con la famiglia solo qualche mese fa. Il nome di Haji è stato rivelato ai media da uno dei figli, Yama Nabi, che avrebbe dovuto partecipare alla preghiera del Venerdì con il padre ma è arrivato dieci minuti dopo di lui e ha trovato la moschea sotto attacco. Intanto le autorità sanitarie di Christchurch hanno fatto sapere che sette feriti sono stati dimessi dall’ospedale, altri 39 stanno ricevendo le cure necessarie per ferite da arme da fuoco e 11 sono ancora in terapia intensiva. Intanto Brenton Tarrant, l’australiano di 28 anni accusato delle strage è comparso per la prima volta in tribunale in abiti bianchi da detenuto, mani ammanettate e scalzo. Ha sogghignato quando i reporter lo hanno fotografato in aula, affiancato da due agenti di polizia, e ha fatto ‘OK’ con le mani, un gesto utilizzato dai suprematisti bianchi e dai razzisti su internet.
Le due mitragliatrici usate dal killer erano coperte con scritte in inchiostro bianco che facevano riferimento ad antiche battaglie e più recenti attacchi contro le comunità musulmane: tra queste, una riportava anche il nome ‘Luca Traini’, l’estremista di destra autore dell’attacco contro migranti compiuto l’anno scorso a Macerata. Parla il suo legale: “Sconcerto e condanna”
( http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/oceania/2019/03/15/nuova-zelanda-sparatorie-in-due-moschee_5a9fb8f3-4dc9-497a-8c78-3eb128fe7504.html )

La solita bufala pro-immigrati e pro-musulmani. Forse organizzata per distogliere l’attenzionedai problemi della Boeing nel risolvere le falle dei suoi aeroplani.
Ci sono tutti gli ingredienti: le moschee, il razzismo, Facebook (un po’ di pubblicità non guasta mai) e la numerologia.
Il riferimento a Traini indica che anche gli episodi di “razzismo e xenofobia”, in Italia sono inscenati per costringere la popolazione ad accettare l’invasione africana e islamica.
A dimostrazione che magistratura e apparati degli stati sono al servizio dei poteri occulti.

© ANSA