Archive for ‘Bill Kaysing’

30 settembre 2022

Artemis 1, il lancio potrebbe slittare a novembre

Nel 1970, la messa in scena dell’incidente di Apollo 13, la cui missione “abortì”, servi a lanciare nel mondo la parola chiave “aborto” e iniziò la campagna per legalizzare l’aborto nei paesi più “civili”. Oggi, la parola d’ordine è la locuzione “fascia oraria notturna” per fare lavorare gli operai di notte pagati come di giorno perché “la corrente costa meno di notte”.
Artemis non la lanceranno mai poiché, come da me spiegato già un annetto fa, questo missile è talmente grande che si vedrebbe con un comune binocolo che nello spazio non ci va. Percorrerebbe una traiettoria parabolica, rientrando verso terra, schiantandosi in mare nel “triangolo delle Bermuda”. Ciò è sempre avvenuto sin dagli albori dell’astronautica.

28 settembre 2022

Luna: Artemis; razzo Sls torna nell’edificio di assemblaggio

ROMA, 27 SET La tempesta tropicale Ian costringe la Nasa a spostare dalla rampa di lancio il razzo Sls (Space Launch System) della missione Artemis 1 diretta dalla Luna. Al Kennedy Space Center le operazioni per trasferire il lanciatore dalla rampa 39B all’edificio di assemblaggio (Vab) sono iniziate alle 5:21 (ora italiana) e richiederanno alcune ore. La decisione di riportare il razzo nel Vab permetterà anche di approfondire i controlli sui sistemi di rifornimento del propellente liquido in vista di un futuro tentativo di lancio, la cui data è da definire. ( https://www.ragusanews.com/attualita-luna-artemis;-razzo-edificio-assemblaggio-165852/ )

Come disse Bill Kaysingse hai cominciato a mentire, devi continuare a farlo“. A distanza di 50 anni, non potevano esimersi dal produrre un altro (falso) sbarco lunare. Tuttavia, la “matrix” in cui siamo stati invischiati per 5 secoli sta clamorosamente sgretolandosi.
Artemis non la lanceranno mai e anche la data del 27 settembre è stata segna da un nulla di fatto.

23 settembre 2022

SPECIALE ELEZIONI stasera con Lupo Grigio

In diretta alle 21:00. Votare o non votare e, se sì, chi votare? Ne parlerò stasera, intervenite numerosi nella chat a porre domande. Si parlerà anche di economia.

Nel silenzio dei media, il rendimento dei bond americani sta salendo rapidamente.

Tanto di cappello alla dott. De Mari: (anche se lei caldeggia la Meloni che pure lei obbedisce a ordini superiori)

16 settembre 2022

Elon Musk complice della frode di Artemis

Image

L’immagine sopra è evidentemente un falso. Intende abituare il pubblico all’idea che i razzi, per immettersi nell’orbita bassa, debbano compiere una traiettoria parabolica a poche migliaia di metri di quota. Tale cosa è assurda, la presunta orbita bassa si troveebbe a non meno di 200 km di altezza. Il tutto atto a celare il fatto che ‘sti missili non volano nello spazio ma, una volta fuori dalla vista, ritornano verso terra schiantandosi nell’oceano. Lo diceva già Bill Kaysing decenni fa.
Vi ho ripetuto molte volte nei mesi scorsi che questo è esattamente il motivo per cui la NASA non riesce a fare partire la missione Artemis: un razzo così enorme rimarrebbe in vista per molti minuti e così l’inganno verrebbe smascherato.
Oggi si parla del 27 settembre per un nuovo tentativo di lancio del SLS dopo una sequela di rinvii.

13 settembre 2022

Beffa della Luna: confessione sul letto di morte

di Bart Sibrel

A un anno dalla pubblicazione del libro rivelatore “Moon Man: The True Story of a Filmmaker on the CIA Hit List”, che divulga la confessione sul letto di morte dell’ex capo della sicurezza presso la Cannon Air Force Base di Clovis, nel New Mexico, che ha confessato in tal modo la sua partecipazione alla falsificazione del primo “sbarco sulla luna”, la sua identità viene finalmente rivelata.
Questo periodo di attesa predeterminato era stato precedentemente negoziato con il suo unico figlio sopravvissuto, morto lui stesso quest’anno.
Cyrus Eugene Akers ha dettagliato le informazioni nel libro, incluso non solo il luogo delle riprese del primo falso sbarco sulla luna nella sua base militare, le date in cui è stato girato e il nome in codice della CIA per l’operazione, ma ha anche fornito i nomi di quindici scienziati e funzionari governativi a cui è stato consentito l’osservazione esclusiva di questa storica frode del governo, alcuni dei quali sono ancora vivi oggi.
La lista è stata data ad Akers dal presidente Lyndon Johnson, che era presente il primo giorno delle riprese.
Minacciato di esecuzione se avesse mai rivelato queste informazioni, il capo della sicurezza Akers ha tenuto tutto per sé fino al letto di morte, il cui senso di colpa ha spinto la sua confessione in lacrime a suo figlio, che è stato anche minacciato di assassinio dopo aver condiviso queste informazioni con l’autore di Moon Man, Bart Sibrel.

Questo inganno triste e oltraggioso, e davvero inutile, è stato fatto per orgoglio e appropriazione indebita. Dimostra la completa arroganza dei leader nei confronti del loro popolo, che di fatto sta finanziando il proprio inganno.
A differenza delle frodi del governo sulla guerra, l’assassinio o il terrorismo, l’inganno dello sbarco sulla luna ha dato crudelmente al pubblico troppo fiducioso le piacevoli caramelle per cui gridavano.
Cercando di portarglielo via, dopo che hanno creduto con lacrime e applausi, esponendo i loro eroi come i criminali che sono in realtà, affronta una feroce resistenza.
Anche un professore di una grande università ha detto in modo così famoso: “Anche se avessi sentito un astronauta lunare confessare che non è mai andato davvero, crederei comunque che abbia camminato sulla luna”.
Fortunatamente è arrivata una nuova generazione, quella che non è stata emotivamente etichettata dall’inganno, che è obiettiva alla realtà che si sta rivelando la falsificazione dello sbarco sulla luna.
In poche parole, ciò che sostiene il governo corrotto è che nel 1969 sono passati dal non essere mai nello spazio, al camminare sulla luna, con solo 8 anni di ricerca e sviluppo, e che con un milionesimo di computer cellulare, e al primo tentativo, quando anche il Polo Sud della Terra non fu raggiunto al primo tentativo.
Oggi, con 50 anni di tecnologia informatica e missilistica più avanzata, l’attuale razzo lunare Artemis ha impiegato 18 anni per svilupparsi, ha avuto tre fallimenti nel lancio, non è ancora abbastanza sicuro per trasportare astronauti e orbiterà solo intorno alla luna, perché un lander lunare per non è stato ancora sviluppato che funzioni.

La più lontana che il governo può inviare astronauti oggi, 50 anni dopo, è alla stazione spaziale, che è solo un millesimo della distanza dalla luna.
Per la prima volta nell’intera storia del mondo, la tecnologia era più grande in passato che in futuro. Poiché questo è in realtà impossibile, significa solo una cosa, che lo sbarco sulla luna del 1969 era un falso.
Non è la prima volta che le vanterie scientifiche sono state falsificate o i governi hanno mentito, poiché il produttore di vaccini covid Prizer è stato multato di miliardi di dollari, in più occasioni, per aver fatto affermazioni fraudolente sui loro prodotti scientifici.
L’ex alto funzionario del governo Robert McNamara, che era segretario alla Difesa durante la guerra del Vietnam, ha ammesso prima di morire che “l’incidente del Golfo del Tonchino”, motivo per cui è iniziata la guerra, è stato completamente inventato dalla CIA.
Se il governo corrotto è disposto a falsificare qualcosa che ha portato alla morte di un milione di persone, inclusi 58.220 dei propri cittadini, allora penso che siano in grado di falsificare un’immagine in televisione.

Copertina del libro di Bart Sibrel.
4 settembre 2022

Wikileaks pubblica le scene tagliate dello Sbarco sulla Luna girate nel deserto del Nevada

Un filmato che potrebbe essere autentico o forse no. Julian Assange, al pari di Edward Snowden, sono infiltrati dei poteri occulti a diffondere alcune verità per celarne di più grandi. La più grande di tutte, qualora non lo abbiate ancora capito, è l’esistenza dell’Inferno.

30 agosto 2022

Artemis I: secondo tentativo di lancio il 2 settembre

L’ennesimo problema tecnico ha costretto la NASA ad interrompere il conto alla rovescia e quindi il lancio del razzo SLS. Il prossimo tentativo è previsto per il 2 settembre, ma la data verrà confermata solo se gli ingegneri e i tecnici risolveranno l’inconveniente rilevato ad un dei motori dello stadio principale.

Artemis I: missione posticipata?

Nonostante una piccola perdita di idrogeno liquido, il caricamento del propellente era stato completato. Il conto alla rovescia è stato però interrotto 40 minuti prima del lancio, in quanto uno dei quattro motori RS-25 dello stadio principale non ha raggiunto la temperatura desiderata. Aumentando la pressione nei serbatoi viene spinto idrogeno liquido nei motori per ridurre la temperatura, ma la procedura di raffreddamento non ha funzionato per il motore 3.

Gli ingegneri hanno tentato di risolvere il problema, senza successo. Questa operazione, nota come “bleeding” non era stata verificata durante il “wet dress rehearsal” di giugno. Dato che la finestra di lancio (due ore) si era chiusa, la NASA ha annullato il tentativo. Nelle prossime ore verranno raccolti tutti i dati nella speranza di trovare una soluzione.

Il secondo tentativo è previsto per le ore 18:48 italiane del 2 settembre. Se il lancio avrà successo, la navicella Orion ritornerà sulla Terra l’11 ottobre, dopo 39 giorni. Il terzo tentativo è previsto per il 5 settembre alle ore 23:12 italiane. Se il problema tecnico non verrà risolto in tempo, il razzo SLS dovrà ritornare nel VAB (Vehicle Assembly Building). Ciò significa che il lancio non sarà possibile prima di fine ottobre. ( https://www.punto-informatico.it/artemis-i-secondo-tentativo-lancio-2-settembre/ )

State tranquilli che il decollo di Artemis I non avverrà il 2 settembre. Lo rinvieranno di mese in mese finché qualche sceneggiatore di Hollywood escogiterà una scusa abbastanza credibile per cancellare il tutto. Oppure, il missile esploderà sulla rampa di lancio o subito dopo il decollo.. Meglio ancora, così avranno il pretesto per fermare il progetto per anni in attesa del risultato delle “inchieste”.
Non possono certo permettersi che qualcuno, con una camera a raggi infrarossi, possa seguire il missile per centinaia di km fino a vederlo schiantarsi nel cosiddetto Triangolo della Bermuda. Un affare così grande (alto 100 metri) lascia una impronta a infrarossi gigantesca dato le temperature altissime raggiunte durante la combustione. Non è possibile che il razzo sfugga a un tracciamento con termocamera. La NASA lo sa, perciò Artemis non la lasceranno mai decollare.

AGGIORNAMENTO 31-8 Ora la data è il 3 settembre: https://mam-e.it/missione-artemis-1-la-nasa-riprova-il-lancio-il-3-settembre/

AGGIORNAMENTO 3-9 Ovviamente, hanno rinviato ancora il lancio:

La NASA rinvia di nuovo il lancio di Artemis 1 sulla Luna (https://www.fanpage.it/innovazione/scienze/la-nasa-rinvia-di-nuovo-il-lancio-dei-artemis-1-sulla-luna/ )


29 agosto 2022

In diretta il lancio di Artemis I alle 14:03 di oggi

Potrebbe essere ritardato fino a due ore a causa del meteo oppure rinviato al 2 settembre. I giornali italiani dicono 14:33. Ci vorrebbe qualcuno con videocamera a raggi infrarossi per vedere dove va veramente il razzo.

AGGIORNAMENTO 13:30 Sembra che la NASA stia cercando una scusa per rinviare ancora il lancio. ( https://www.independent.co.uk/space/artemis-launch-nasa-live-stream-watch-b2154809.html )

13:53 Sospeso conto alla rovescia. ( https://indianexpress.com/article/technology/science/artemis-1-launch-live-live-updates-of-nasas-moon-mission-8118210/ )

Lancio annullato. Ve lo dico da mesi, hanno fatto la pentola scordandosi il coperchio. E il coperchio è che un missile così grosso è visibile da molto distante. Si vedrebbe con un buon cannocchiale che non va nello spazio ma si inabissa nell’oceano al largo della Florida.

Spettatori delusi lasciano un punto d’osservazione sulla spiaggia. Ma, a questo punto, ritengo che Artemis non la lanceranno più con la fifa che hanno che qualcuno scopra il trucco.
31 luglio 2022

Il primo uomo

William Charles Kaysing (1922 – 2005).

Ricorre oggi, 31 luglio ‘22, il 100° anniversario dalla nascita di Bill Kaysing. Lui era uno scrittore americano “per uno stile di vita alternativo”, “controcorrente”, uno che dava del filo da torcere al governo con il suo comportamento da anarcoide indomabile.
Dunque, Kaysing fino oltre la quarantina aveva condotto una vita piuttosto regolare. Quattro anni di guerra in marina, laurea in Letteratura Inglese e matrimonio con due figlie. Poi una carriera da impiegato presso una industria aerospaziale chiamata Rocketdyne. Dopodiché, decise di cambiare totalmente vita, sopraffatto dall’inquinamento dilagante e dal trantran quotidiano dell’orario 9-17, tipico degli uffici americani.
Decise di cambiare vita, lasciare la “rat race” e dedicarsi a una esistenza sana, libera da impegni e vincoli quotidiani. Divorziò dalla prima moglie sposando Ruth, anche lei scrittrice, come nel frattempo lui era diventato.
Visse un’avventura dietro l’altra spostandosi in roulotte e in barca attraverso il deserto del nevada e California. Oppure, nella baia di san Francisco aiutando i senzatetto che abbondano in quella zona.
La fama internazionale la conseguì nel 1976 scrivendo “Non siamo mai andati sulla Luna” dimostrando, senza ombra di dubbio, che il governo era il “nemico numero 1” del popolo americano. Diede origine, grazie a un libro, a un intero filone cospiratorio, ebbi a scrivere in un articolo per una rivista australiana in occasione del 50° anniversario del primo falso allunaggio.
Mi sembra ieri quando pubblicai un sito web in suo onore nel 2006. Non avrei mai sospettato che sarei venuto in contatto con membri della sua famiglia, grazie ai quali, ho ottenuto documenti di suo possesso coi quali ho potuto scriverne la biografia intitolata “La penna più veloce del West”. In fondo, è stata un’avventura anche per me. Son ricordi.

http://www.billkaysing.com/

9 luglio 2022

ANGELO DURO | L’ECONOMIA LA MUOVONO I DEPRESSI

Sante parole.
5 aprile 2022

Luna, stop al test di Artemis per un problema tecnico

Conto alla rovescia interrotto. Nuova opportunità il 4 aprile

Il sistema SLS sulla rampa di lancio.

Avrebbe dovuto essere un conto alla rovescia da brivido per la missione Artemis I, la prima del programma americano che punta a portare nuovamente astronauti sulla Luna, ma un problema tecnico ha fatto bloccare il contatore per motivi di sicurezza, quando al test cruciale mancavano poco più di due ore.
Adesso i tecnici della Nasa sono al lavoro per mettere a punto un nuovo programma e valutare se sarà possibile riprendere le operazioni lunedì 4 aprile. 
Nel Kennedy Space Center di Cape Canaveral il grande razzo Sls (Space Launch System), sul quale è integrata la capsula Orion, resta in attesa sulla rampa di lancio 39B. 
Le operazioni per il caricamento del propellente erano in corso, quando è stato rilevato un problema alle ventole che garantiscono la pressurizzazione del razzo. Di conseguenza è stato necessario fermare tutto, compreso il conto alla rovescia, che avrebbe dovuto invece bloccarsi solo quando sarebbero mancati appena 9,34 secondi al lancio. ( https://www.ansa.it/canale_scienza_tecnica/notizie/spazio_astronomia/2022/04/04/luna-stop-al-test-di-artemis-per-un-problema-tecnico_137c5f2b-c053-45ec-bfe4-68402e6c731f.html )

Come vi scrivo da mesi, stanno facendo di tutto per annullare il lancio. Sanno che, se il missile decollasse veramente, seguendone la traiettoria la gente si accorgerebbe che non va nello spazio ma precipita in mare, ciò è sempre avvenuto. Peggio ancora se Artemis esplodesse in aria subito dopo la partenza, la qual cosa evidenzierebbe l’inconsistenza tecnologica e storica degli sbarchi lunari avvenuti ben 53 anni fa.
Curiosamente, nel video sotto, a un certo punto viene mostrata la vera traiettoria parabolica. Il razzo arriva forse a 10mila metri di quota e poi comincia a virare tornando indietro, precipitando nell’Atlantico. Dovremmo stupirci di noi stessi a non essercene accorti prima!

3 aprile 2022

20 Proofs NASA Faked the Moon Landings

Between 1969-1972 NASA, the American National Aeronautics and Space Administration, allegedly flew 6 successful manned missions to the Moon where they did everything from playing golf, to speeding around in a dune buggy, to receiving a live phone call From President Nixon. In reality, when examined in-depth with a critical eye however, these staged events are found to be nothing but a monumental hoax perpetrated upon a gullible and unsuspecting public.

27 marzo 2022

Due vite sprecate

Vittime del condizionamento del consumismo diabolico cui siamo sottoposti. Questa coppia ha capito il senso della vita troppo tardi. Oltre la sessantina, rimangono loro pochi anni per godersi la vita prima che sopraggiungano gli acciacchi della vecchiaia. Assurda la questione del mutuo trentennale. Ma chi ha deciso che bisogna fare un mutuo di 30 anni? Come spiegava Bill Kaysing, è il condizionamento mediatico che spinge al consumismo sfrenato. I nostri pensieri non sono veramente nostri ma quegli indotti dai media. Queste due persone hanno rovinato la loro esistenza per pagare il mutuo, una follia. Come se un calciatore, ad esempio, decidesse di iniziare la propria carriera a 30 anni di età quando gli rimangono pochi anni di prestanza fisica! I soldi vanno e vengono, il tempo soltanto va.
Non commettete l’errore di questi due.

https://pianetax.wordpress.com/?s=SCOLLOCAMENTO

Morto di crepacuore per essersi fidato dello stato: Colpito da un malore muore Roberto, il padre di Camilla la ragazza deceduta dopo il vaccino Astrazeneca https://www.ilgazzettino.it/italia/cronaca_nera/colpito_da_un_malore_muore_roberto_padre_di_camilla_la_ragazza_deceduta_dopo_vaccino_astrazeneca-6588845.html

21 marzo 2022

Gagarin non è mai andato nello spazio

Nell’ex sfera d’influenza comunista, è stata rivelata una bufala della propaganda nei paesi sovietici (ad esempio Ungheria, Estonia e Polonia). Era un mito in cui tutti avevano creduto davvero, che l’aviazione sovietica l’ufficiale Yuri Gagarin avese compiuto un volo spaziale.

Molti governi occidentali erano a conoscenza di questo bluff sovietico ma non volevano rivelare la verità. Non era inteso che il popolino sapesse che l’Unine Sovietica era uno stato arretrato. Per alimentare l’antagonismo fra “superpotenze”.

Un libro interessante su tali fatti è “Gagarin: A Cosmic Lie” (“Gagarin – kozmikus hazugsag”, Budapest, 1990) del giornalista ungherese Istvan Nemere.

Bill Katsing rammentava spesso il libro “Russian space hoax” (“Beffe spaziali russe”) dello scrittore Lloyd Mallan.

La copertina di Russian space hoax di Lloyd Mallan.

4 marzo 2022

Come si ottiene il Reddito di Cittadinanza

Va da se che il miglior investimento possibile, di questi tempi, è di capire come ottenere il RdC e il più sostanzioso possibile. Dato il costo sempre crescente del trasferimento sul posto di lavoro (auto + carburante / mezzi pubblici) diventa sempre più conveniente vivere di RdC che andare a lavorare. Andare a lavorare sotto padrone, in Italia, è uno spreco di tempo e di soldi. Lo diceva Bill Kaysing 50 anni fa per l’America! È pur vero, tuttavia, che stanno cercando di obbligare ad avere il vaccino per ottenerlo.
Sostanzialmente, per ottenere il RdC, occorrono due requisiti fondamentali

  1. Risultare nullatenenti (non avere intestato immobili, fondi d’investimento o oggetti di valore) e risultare a reddito zero (o molto basso).
  2. Non bisogna essere conviventi (abitare nello stesso appartamento) di persone che abbiano un reddito e proprietà (perchè ciò fa “cumulo dei redditi”) e non si avrebbe diritto al RdC.

Ci sono diverse altre variabili, in base all’ISEE, ma le due principali sono queste.

15 febbraio 2022

Da martedì 15 febbraio obbligo di Green pass rafforzato per gli over 50 sui luoghi al lavoro

Chi sarà senza certificato verde (o di esenzione) rischia la sospensione e una sanzione

Da martedì 15 febbraio obbligo di Green pass rafforzato per gli over 50 sui luoghi al lavoro

Da oggi gli over 50 sono obbligati ad avere il green pass rafforzato per lavorare, sia che si tratti di lavoratori del settore pubblico, sia di quello privato, dipendenti o autonomi. Per chi provasse a entrare in uffici, negozi o qualsiasi altra sede di lavoro, senza certificazione verde, scatterà la sospensione dall’incarico e dallo stipendio. ( https://www.rainews.it/articoli/2022/02/green-pass-da-martedi-15-febbraio-obbligo-per-gli-over-50-al-lavoro-37c5c84b-6727-40b7-be6f-65c23ffe6b98.html )

La dittatura neonazista è servita. Con la “benedizione” di ambientalisti, sindacati e partiti di sinistra. Landini, come gli altri sindacalisti, si è detto contrario al gp poiché favorevole all’obbligo vaccinale che sta ammazzando la gente più del covid, almeno fra i giovani.
Aveva ragione (come sempre!) Bill Kaysing. L’unica strada per combattere il sistema è scappare nei boschi o nei deserti. Lui vagava per la California e il Nevada dentro una roulotte o abitava in casette prefabbricate fuori mano, lontano dai centri abitati. Certo, in America coi grandi spazi che hanno, ciò è più facile a farsi che da noi.
Infine, come sempre in Italia, viene avvantaggiato chi può stare senza lavorare vivendo di rendita quali ricchi, pensionati con assegno alto e percettori di reddito di cittadinanza.

TAR Lombardia prospetta illegittimità costituzionale dell’obbligo vaccinale ai sanitari e accoglie l’istanza della ricorrente. IL TESTO INTEGRALE DELL’ORDINANZA DEL 14 FEBBRAIO

https://www.eventiavversinews.it/importante-tar-lombardia-prospetta-illegittimita-costituzionale-dellobbligo-vaccinale-ai-sanitari-e-accoglie-listanza-della-ricorrente-il-testo-integrale-dellordinanza-del-14-febbraio/

I FALSI SINDACATI:

Non si parla di abolizione dell’obbligo vaccinale ma di non meglio precisati “diritti individuali” che potrebbero essere qualunque cosa.
4 febbraio 2022

Artemis I slitta ancora: possibile rinvio del lancio per la Luna ad aprile o maggio

La NASA ha annunciato che il lanciatore SLS e la capsula Orion non lasceranno l’hangar di montaggio prima di marzo 2022. Nessun problema specifico ma solo una meticolosa verifica di ogni singola fase della preparazione. Nuove finestre di lancio ad aprile e maggio.

La NASA ha tenuto una conferenza stampa in cui ha dato un nuovo aggiornamento sullo status della missione Artemis I, che vedrà il lancio della capsula Orion in un viaggio senza equipaggio verso la Luna. Il lanciatore SLS con la navicella Orion non raggiungerà più la piattaforma di lancio 39B del Kennedy Space Center della NASA come previsto a febbraio ma nel corso del mese di marzo, il che significa con ogni probabilità che il lancio slitterà oltre. ( https://www.dday.it/redazione/41792/artemis-i-slitta-ancora-possibile-rinvio-del-lancio-per-la-luna-ad-aprile-o-maggio )

Era prevedibile, la NASA non sa cosa fare. La Terra è piatta e ora tutti lo sanno, anche loro. La mia sensazione è che abbiano paura a lanciare Artemis poiché qualcuno, armato di telescopio, potrebbe seguire il lancio fino a accorgersi che il missile non va nello spazio, bensì, viene fatto schiantare in mare al largo della Florida, nel cosiddetto triangolo delle Bermuda.

4 gennaio 2022

Come evitare il vaccino (e vivere felici)

Prima di tutto, vediamo di essere accorti e distinguere. Un obbligo generalizzato può colpire soltanto i possessori di cittadinanza italiana. Basta, dunque, acquisire una cittadinanza straniera per essere esonerati. È una conseguenza della legge dell’Ammiragliato. Ciò vale anche per la legge Lorenzin anche se solo io lo scrivo:

Se invece, come credo più probabile, obbligheranno al vaccino per lavorare, basta non lavorare o lavorare in nero.
In barba alla legge Fornero, anche nel 2022, è possibile andare in pensione prima dei 60 anni. Informatevi su Opzione Donna, Lavoratori Precoci e Ape Sociale e Ape Volontaria.

Comunque, il “libro mastro” sullo scollocamento è sempre quello!

https://www.investireoggi.it/fisco/in-pensione-nel-2022-con-ape-sociale-esteso-ma-scatta-un-allarme-sulle-deroghe/

31 dicembre 2021

Bollette, dal 1° gennaio l’elettricità aumenta del 55% e il gas del 41,8%

In termini di effetti finali, gli aumenti delle bollette per il primo trimestre 2022 si tradurranno per quella elettrica in una spesa per la famiglia-tipo nell’anno scorrevole (compreso tra il primo aprile 2021 e il 31 marzo 2022) di circa 823 euro, con una variazione del +68% rispetto ai 12 mesi equivalenti dell’anno precedente, corrispondente a un incremento di circa 334 euro/anno. Nello stesso periodo, la spesa della famiglia tipo per la bolletta gas sarà di circa 1.560 euro, con una variazione del +64% rispetto ai 12 mesi equivalenti dell’anno precedente, (+610 euro/anno). ( https://www.ecodibergamo.it/stories/premium/Economia/bollette-dal-1-gennaio-lelettricita-aumenta-del-55-e-il-gas-del-418_1416820_11/ )

Vedete che il sistema aumenta i costi obbligatori per limitare la possibilità di scendere in piazza a protestare. Intanto che si realizza il piano Kalergi e le altre porcate che Soros vuole fare passare in Italia. Il costo della vita aumenta in modo esponenziale. Pane e pasta già sono saliti vertiginosamente. In aggiunta, dopo la “sparata” della commissione europea sulla classe energetica delle case, gli immobili decenti incrementeranno notevolmente di prezzo. Un’abitazione adeguata diverrà un privilegio di pochi. Tranne che per i beneamati “migranti” cui sono destinate, in massima parte, le case popolari. Ci sarà inoltre un’esplosione delle richieste di reddito di cittadinanza, come da me preventivato.
La soluzione è sempre adottare la filosofia di Bill Kaysing!
Ah, buon 1022!
ADDENDUM Superfluo rammentare che ‘sti aumenti esosi, la minaccia del black out, le tasse “ambientaliste” riguardano soltanto l’Europa, non gli USA. Però, i “guru” della “descrescita felice” tipo Al Gore e il nuovo Kennedy provengono dagli Stati Uniti!

27 dicembre 2021

Missione Artemis I rinviata, la Luna può attendere

Arrivare ancora una volta sulla Luna e dare il via ad una nuova era dell’esplorazione aerospaziale non è cosa semplice, sapevamo che i ritardi sulla tabella di marcia sarebbero arrivati viste la tante complicazioni lungo il percorso e quindi non stupisce il rinvio della missione test Artemis I, ossia quella che inaugurerà il razzo SLS e cercherà di dimostrare l’affidabilità del modulo Orion, ma naturalmente senza equipaggio a bordo.

Le prime stime parlavano di un lancio da effettuare entro la fine del 2021, poi il tutto è stato posticipato a febbraio 2022 ed è notizia recente che dovremo attendere ancora un po’ di tempo. Un altro progetto ancora più martoriato dai ritardi è stato quello del nuovo telescopio spaziale James Webb, che si appresta ad essere inviato in orbita durante la prossima vigilia di Natale.

Per quanto riguarda Artemis I i mesi papabili saranno marzo o aprile 2022 e il nuovo ritardo è legato al malfunzionamento riscontrato con uno dei controller di volo dei motori RS-25, che durante l’ultimo test ha mostrato un problema in fase di accensione. Trattandosi di un componente fondamentale, la NASA ha deciso di effettuarne la sostituzione. ( https://www.hdblog.it/scienza/articoli/n548779/missione-artemis-rinviata-luna/ )

Secondo me, la storia è un’altra.
Il razzo Artemis è molto grande e visibile da lontano. Dopo il lancio, con una videocamera NIkon P900 e P1000, qualche curiosone potrebbe dimostrare, seguendone la traiettoria, che il missile non va nello spazio.
I razzi compiono sempre un tragitto parabolico finché vano a schiantarsi in mare al largo delle isole Bermuda. Il mito del “triangolo delle Bermuda” è stato creato ad hoc per tenere sgombro il campo, anzi il mare, in modo tale che fanno precipitare lì i veicoli che dovrebbero, invece, volare nello spazio.
Sono terrorizzati dall’idea di essere smascherati. Sono abbastanza certo che escogiteranno il pretesto per rinviare sine die il primo lancio a ben 53 anni di distanza dalle missioni Apollo.

16 dicembre 2021

Artemis 1, la NASA riprova a tornare sulla Luna

https://cdn.mos.cms.futurecdn.net/PoTwpBS9kLkysYUPRrmHfj-970-80.jpg.webp
Il 20 ottobre 2021, la navicella spaziale Orion per la missione Artemis I della NASA, completamente assemblata con il suo sistema di interruzione del lancio, viene sollevata sopra il razzo Space Launch System (SLS) nell’High Bay 3 del Vehicle Assembly Building al Kennedy Space Center in Florida. (Credito immagine: NASA / Frank Michaux)

CAPE CANAVERAL La NASA punta ora all’inizio del prossimo anno per il lancio inaugurale del suo prossimo megarazzo: lo Space Launch System. Il gigantesco razzo lunare, il primo dopo il programma Apollo, è in ritardo di mesi (il lancio era inizialmente previsto a novembre), ma ora potrebbe potenzialmente volare il 5 febbraio. 12 se i suoi test finali andranno bene, hanno detto i funzionari della NASA venerdì (22 ottobre). È allora che si apre la prima finestra di lancio per la sua missione Artemis 1 senza equipaggio intorno alla luna, così hanno detto. ( https://www.space.com/nasa-sls-megarocket-artemis-1-moon-launch-february-2022 )

E come no, la NASA ci riprova a tornare sulla Luna. Sempre per finta, naturalmente. Il razzo è talmente grosso che persino a occhio nudo, forse, si vedrà che percorre una traiettoria arcuata a pochi km di altezza e si schianterà in mare inabissandosi al largo della Florida nel triangolo delle Bermuda. Nessun razzo è mai andato nello spazio. Lo si vedeva bene anche nei lanci Apollo quando il missile piega verso il basso finchè scompare dalla vista. Sono decenni ormai che si parla di “ritorno sulla Luna”.
Scommetto che troveranno il sistema di rinviare sine die, ormai il loro gioco è troppo scoperto ossia rischioso. https://www.facebook.com/114302093683157/videos/1043379016209023

ADDENDUM Stasera 16-12-21 c’è una luna piena pazzesca. Selene con la sua luce raffredda. Mi aspetto una gelata tremenda stanotte sulla pianura padana.

4 dicembre 2021

Censis: per il 5,9% degli italiani il Covid non esiste. E per il 5,8% la Terra è piatta

Manifestazione no vax

Numeri choc dal 55esimo rapporto: per il 10,9% il vaccino è inutile, per il 10% l’uomo non è mai sbarcato sulla Luna, per il 19,9% il 5G è uno strumento sofisticato per controllare le persone

Roma, 3 dicembre 2021 – Emergono dati impressionanti dal 55esimo Rapporto Censis sulla situazione sociale del paese: “L’irrazionale ha infiltrato il tessuto sociale – si legge -. Per il 5,9% degli italiani (circa 3 milioni) il Covid non esiste, per il 10,9% il vaccino è inutile (per il 31,4% è un farmaco sperimentale e le persone che si vaccinano fanno da cavie). E poi: il 5,8% è convinto che la Terra sia piatta, per il 10% l’uomo non è mai sbarcato sulla Luna, per il 19,9% il 5G è uno strumento sofisticato per controllare le persone”. “Accanto alla maggioranza ragionevole e saggia si leva un’onda di irrazionalità”, si osserva nel rapporto ( https://www.quotidiano.net/cronaca/rapporto-censis-covid-1.7107685 )

Notare come i poteri occulti mescolano ad arte il vero col falso: tutte asserzioni vere con una falsa: che il covid non esista. Il coronavirus è un castigo di Dio, quindi, esiste eccome. Ma gli adoratori del Diavolo inducono a negare l’esistenza di Dio (ateismo) e delle sue punizioni, di conseguenza.

29 ottobre 2021

Il Governo tira dritto su Green pass e vaccini. Riccardi sul caso Trieste: «Basta cortei»

Confermate dal Consiglio dei ministri le misure contestate dai manifestanti.  La Regione invoca un freno ai raduni. «È da lì che parte l’impennata di positivi»

TRIESTE L’esito era scontato, ma il Consiglio dei ministri ha ad ogni buon conto dovuto ritagliare cinque minuti dalla discussione sulla manovra di bilancio per ribadire che, no, il Green pass e l’obbligo di vaccinazione per i sanitari non saranno eliminati nonostante la protesta che ha trovato in Trieste il suo faro. Il ministro Stefano Patuanelli mantiene l’impegno di riferire al governo le richieste presentategli sabato da Stefano Puzzer e intanto le manifestazioni in città continuano. ( https://ilpiccolo.gelocal.it/trieste/cronaca/2021/10/29/news/il-governo-tira-dritto-su-green-pass-e-vaccini-riccardi-sul-caso-trieste-basta-cortei-1.40860181 )

Loro hanno dalla loro parte la “maggioranza” di gente che guarda la TV e si fida della “scienza” dopo avere fiducia in Star Trek e nelle imprese spaziali della NASA. Tutta fantascienza, come ammesso dallo stesso “capitano Kirk”, William Shatner.
L’unica possibilità è lo “scollocamento” alla Bill Kaysing ossia staccarsi completamente dal sistema. Mi rendo conto che in Italia è più difficile, non ci sono gli spazi quasi sconfinati degli USA, fra deserti, grandi catene montuose, coste marine e lacustri e praterie. Ma non è impossibile.

9 ottobre 2021

Conviene il fotovoltaico? No, si paga tutto prima!

Mi lascia perplesso il commento di tono soddisfatto sopra. Mi chiedo perchè uno dovrebbe spendere soldi per cominciare a guadagnare fra 6 anni. Senza contare che nel frattempo o dopo potrebbero insorgere guasti e necessità di manutenzione il cui costo potrebbe spostare in la il punto di pareggio. È come se io investissi in Borsa oggi essendo matematicamente certo di cominciare a guadagnare fra 6 anni!
La storia del fotovoltaico è un esempio dell’abilità del sistema nel manipolare le menti delle persone. Argomento del quale si era spesso occupato Bill Kaysing nei suoi libri.
Un altro esempio tipico è quello delle lampadine a basso consumo. Consumano un quinto ma costano dieci volte i tradizionali bulbi a incandescenza. In pratica, si paga prima e non si risparmia niente. In effetti, non sappiamo manco quanto dura una lampadina a led (si dice 50.000 ore).
Identico discorso vale per l’auto elettrica al quale va aggiunto un’altra faccenda: quella della obsolescenza programmata. A mio avviso, le macchine a batteria avranno bisogno circa della stessa manutenzione e mostreranno una frequenza di guasti simile alle vetture a motore termico appunto in virtù della obsolescenza programmata.
Gli impianti fotovoltaici convengono, a mio avviso, solo alle aziende “energivore” che possono investire su impianti che si ripagano in un anno o due al massimo.