Archive for ‘Misteri lunari’

24 novembre 2020

La Cina lancia la missione lunare Chang’e-5 con campioni che torneranno sulla Terra

La Cina ha lanciato questa sera (ora italiana) la nuova missione lunare Chang’e-5! Si tratta di un passo fondamentale perché riporterà sulla Terra campioni di roccia dalla Luna e servirà come base per future missioni con equipaggio. ( https://www.hwupgrade.it/news/scienza-tecnologia/la-cina-lancia-la-missione-lunare-chang-e-5-con-campioni-che-torneranno-sulla-terra_93689.html )

A ben 52 anni di distanza dalla prima orbita lunare, siamo daccapo. Ancora missioni “esplorative” in previsioni di future spedizioni. Nel 1969, la NASA trasmetteva immagini televisive degli astronauti in diretta dalla Luna. Oggi, esiste neanche un piccolo robot, tipo quelli su Marte, che stia esplorando la superficie selenica inviando a Terra immagini in diretta. Ce ne dovrebbero già essere svariati anche operanti sul lato lontano del satellite, sorprendentemente, non ce ne sono.
Grazie alla tecnologia odierna, ognuno può inviare, tramite internet, in tutto il mondo da casa propria con un cellulare da 100 euro. Il maggior produttore mondiale di smartphone è la Cina la quale, tuttavia, non è in grado di trasmettere in diretta dallo spazio se non animazioni preconfezionate.
Notare la semantica: la parola inglese Change (cambiamento, progresso) e il numero 5 (V).
Secondo voi, qual è la spiegazione di tutto ciò?

missione cina luna

 

25 settembre 2020

Terra piatta & diritti umani

Esempio di cielo olografico facilmente riscontrabile da tutti. La Luna piena sembra trovarsi fra le nubi le quali sono illuminate solo in prossimità di essa mentre le distanti sono buie.

Filmato molto interessante che apre la strada al dibattito onnicomprensivo, più ampio dello studio della forma della Terra. La beffa del modello eliocentrico, escogitata 5 secoli fa, è stata il sostrato da cui sono partite le altre beffe della Storia. Il mondo è un palcoscenico.

10 settembre 2020

Suggerisco ai negazionisti di andarsene in giro con una bella “N” stampata sul petto…

In Gran Bretagna, dove il premier Boris Johnson aveva suggerito all’inizio di difendersi da Covid-19 con l’immunità di gregge lasciando liberi tutti, si è arrivati al punto di vietare le riunioni in casa con più di 6 persone. In Francia ci sono stati quasi 9000 casi 20 vittime in un giorno. Anche da noi aumentano, purtroppo, gli ammalati ricoverati in terapia intensiva e i contagi sono stabilmente più alti di quanto fossero all’inizio. Negli Stati Uniti, in India e in altri paesi continuiamo a ritmo di decine di migliaia di contagiati.
Se si vuole far finta di niente, si può anche farlo. Ma quello che si suggerisce a quelli che negano il virus e la sua capacità di esplosione all’interno delle persone, e dunque di generale pandemia, è che se ne vadano in giro con scritto una bella ‘N’ sul petto in cui si capisca da questo che sono negazionisti e che come tali vanno trattati.
Anche quando dovessero essere contagiati. Dunque dovrebbero entrare non in isolamento ma in posti appartati dove verranno curati con tisane, aglio e brodi di pollo cotto dove si cercherà di lasciargli sul tavolo un libro del tipo: ‘Non siamo mai andati sulla luna’ oppure ‘Gli statunitensi che hanno abbattuto le torri gemelle’. Così possono baloccarsi con il complottismo di ogni ordine e risma.
Purtroppo abbiamo a che fare con una malattia pandemica, che è ancora molto capace di contagio, e anche in proporzione molto capace di generare malati più gravi e addirittura ancora vittime. Non abbiamo visto ancora il picco più alto in Italia, perché lo vedremo dopo la riapertura delle scuole molto presumibilmente alla fine di settembre. In Francia e in altri paesi, dove hanno cominciato le scuole prima e coloro che sono stati in vacanza tornano prima, abbiamo già tantissimi casi.
Non si tornerà più a un lockdown o a un isolamento generalizzato, ma è un fenomeno da tenere in considerazione. Le morti generate, o concausate, dal Coronavirus sono peraltro ben identificabili. Perché mai come in questo inverno passato, ed estate e autunno, la mortalità generale, secondi i dati Istat, in Italia è stata così bassa. Perché le condizioni meteorologiche sono state molto favorevoli e dunque, rispetto ad altre cause di morte, noi ne abbiamo di meno.
Dunque è ben evidente quello che è stato il contributo di questa malattia in termini di morti, se non altro premature. Ma quanto tempo avrebbe vissuto ancora qualcuno che invece è morto anche per il Coronavirus? Un mese, due mesi, un anno, un anno e mezzo, due. Vogliamo pensare che per quella persona il tempo, per quanto breve, non fosse prezioso è lunghissimo? Meditate gente, meditate.
GeoMario, cose di questo mondo – Con Mario Tozzi ( https://www.radioradio.it/2020/09/suggerisco-ai-negazionisti-di-andarsene-in-giro-con-una-bella-n-stampata-sul-petto-tozzi/?cn-reloaded=1 )

Anche RadioRadio temendo il taglio dei finanziamenti pubblici si adegua al “culturalmente corretto”. Fabio Duranti si sta rivelando ciò che è in realtà: un vile cagasotto.

Repubblica e Berlusconi improvvisamente alleati contro i “negazionisti”:

 

20 agosto 2020

I Fenomeni Lunari Transitori, che cosa sono?

FLT

La teoria astronomica corrente afferma che ci sono meteore le quali precipitano sulla superficie lunare generando un impatto che può causare un bagliore che perdura anche per diversi minuti.
Però, come mostrato dalla recente e spaventosa esplosione a Beirut, una detonazione violenta provoca un effetto fulmineo.
Si chiamano Fenomeni Lunari Transitori (FLT).
Oggi scopriamo che il motivo vero è il fatto che viviamo in un mondo olografico. La Luna è una luce nel cielo che varia di trasparenza. Pertanto, attraverso di essa, si scorgono stelle e pianeti, di tanto in tanto.

19 agosto 2020

Arriva la Luna Nera, il 19 agosto un evento astronomico con accompagnamento di meteore

bandiere mezzalunaArriva la Luna Nera: il 19 agosto un evento astronomico con accompagnamento di meteore (Di martedì 18 agosto 2020) . Il 19 agosto potremo tutti godere di un meraviglioso spettacolo della natura. Si tratta della cosiddetta Luna Nera, che quest’anno si annuncia anche circondata di meteore, le suggestive kappa Cignidi. Quest’anno ce lo ricorderemo bene per ovvi motivi (il Covid e così via), ma gli appassionati di astronomia se lo ricorderanno anche per il non comune fenomeno di quattro lune nuove in una sola stagione. Delle quattro giornate senza Luna due sono passate, il 21 giugno e il 20 luglio, mentre le prossime sono il 19 agosto e il 17 settembre. La terza di queste è chiamata Luna Nera. Secondo le più antiche versioni della bibbia ebraica, Lilith (che vuol dire, guarda un po’, “Luna … ( https://www.zazoom.it/2020-08-18/arriva-la-luna-nera-il-19-agosto-un-evento-astronomico-con-accompagnamento-di-meteore/7075254/ )

Sì, ma la NASA non ci spiega il perché del cambiamento di colore della Luna. Non spiega perché mai si vedono stelle attraverso la parte non illuminata come se fosse trasparente. Ciò testimoniato non soltanto da innumerevoli osservazioni astronomiche ma pure dalle bandiere di parecchi paesi islamici.

luna nera

12 agosto 2020

Il vaccino fantasma dello spazio

Non capisco, se ciò che dicono gli esperti nel video è vero. Cioè, se è difficile ottenere un vaccino efficace per il coronavirus, perché mai si insiste dicendo che la fine dell’emergenza ci sarà allorquando tutti quanti saranno vaccinati. Ma contro cosa?
Trump annuncia un vaccino pronto prima delle elezioni presidenziali degli USA. Putin dice di avere vinto la corsa al vaccino e i russi si stanno già immunizzando. L’Italia sperimenta il suo nuovo vaccino anti-covid19.
Putin ha deciso di chiamare il vaccino russo Sputnik 5 come si trattasse di un missile della fittizia “corsa allo spazio” degli anni ’60 dello scorso secolo.
Ma che cosa sta succedendo?
Vorrebbero obbligare alla vaccinazione di massa, che funziona poco, contro l’influenza i cui ceppi appartengono a una famiglia diversa da quella del covid19.
Viviamo forse in una “matrice” sanitaria “globale”?
Quindi, pure la corsa al vaccino contro il coronavirus è una miserabile sceneggiata a uso e consumo dei babbei teledipendenti?

9 maggio 2020

Abbaiare alla Luna

biglietto per la Luna

Ci stufiamo della marea di notizie false cui siamo sottoposti quotidianamente. Tuttavia, non si tratta di un fenomeno dei nostri giorni.
Nel 1970, una rispettabile compagnia aerea, la Panamerican World Airways, offriva prenotazioni per voli passeggeri verso la Luna “quando possibile”. Intere famiglie avevano affollato gli uffici della compagnia per prenotarsi per primi. Il prezzo proposto era relativamente modico: 28.000 dollari a persona e dice il sevizio TV che già c’erano 17.000 adesioni. Il giornalista, però, lascia presagire che si tratta di una bufala citando Giulio Verne, scrittore di fantascienza: “un americano non vede serie difficoltà per qualunque cosa“.
È incredibile come il popolino possa venire preso per i fondelli! Sarebbe interessante sapere quanto gli aspiranti astronauti avevano dovuto sbarsare per la agognata prenotazione!
Non è cambiato nulla da mezzo secolo a questa parte. Oggigiorno, sono Richard Bramson (quello che chiede la decriminalizzazione dell’uso di droga) ed Elon Musk (pure tifoso della cannabis) che promettono improbabili trasferte sul ciglio dello spazio e perfino sul pianeta Marte.
La realtà è che i poteri occulti, dietro questi personaggi, non riescono nemmeno più a celebrare i 50 anni della finta conquista della Luna.

https://www.awe130.com/moon-hoax/gullible-people-exploited-by-moon-hoax.html

2 maggio 2020

Il movimento della Luna sulla terra piatta – Michele Vassallo

La luna sulla Terra piatta percorre un cono molto vicino a quello del sole.

11 aprile 2020

Apollo 13, virus e carenza di cibo

Bill Kaysing Libri

Coronavirus, negli Usa auto in fila a San Antonio: i nuovi poveri aspettano cibo

L’America che fino a ieri faceva ore di fila per assicurarsi subito l’ultimo modello di smartphone o acquistare garget elettronici a prezzo scontato nel delirio commerciale del Black Friday, ora si mette in coda per ottenere un po’ di cibo dalle food bank. Queste istituzioni filantropiche, le banche del cibo, distribuiscono da sempre derrate alimentari agli indigenti attraverso le food pantries, una sorta di mense dei poveri. Ma ora che decine di milioni di americani sono rimasti senza lavoro e senza reddito, i bisogni si sono moltiplicati: le food bank donano direttamente ai cittadini, consegnando il cibo nei loro veicoli. ( https://radiomaria.it/coronavirus-negli-usa-auto-in-fila-a-san-antonio-i-nuovi-poveri-aspettano-cibo/ )

Mai come oggi si deve parlare della straordinaria figura di Bill Kaysing. Egli per tutta la vita fu a fianco dei senzatetto e dei bisognosi scrivendo una serie di libri su come auto-prodursi i propri alimenti e vivere in periodi di crisi fuori da ciò che lui chiamava “rat race”.
Oggi, incidentalmente, è il 50° anniversario del decollo per la missione Apollo 13 della NASA. Il volo “abortì” a causa di un esplosione nei serbatoi di ossigeno durante il tragitto verso la Luna.
Una grandiosa messa in scena, disse Bill, allo scopo di ravvivare l’interesse dei media verso le missioni lunari che stava scemando.
L’Apollo 13 fu definito un “fallimento di successo” in quanto i tre astronauti avevano salvato la pelle però, in realtà, la Terra non l’avevano mai lasciata.
A celebrazione, nel 1995, fu realizzato un film di cassetta diretto da Ron Howard con Tom Hanks nel ruolo di Jim Lovell comandante della missione.
Bill Kaysing ebbe a definire il film Apollo 13: “un simulazione dentro una simulazione“. Kaysing querelò l’astronauta accusandolo di avere frodato il pubblico fingendo la missione ma, logicamente, perse la causa in tribunale.
Fra l’altro, io sostengo da decenni, e Kaysing mezzo secolo prima di me, che è meglio vivere in campagna o collina in case indipendenti con annessa una grande area coltivabile per impiantarvi un’ortaglia e un frutteto. Oggi, le “sardine in scatola” nei palazzi dei grandi quartieri residenziali di Torino, Milano o Roma hanno capito l’antifona.

PS Toh, si parla di lui e spunta fuori:

https://www.foxnews.com/media/apollo-13-commander-jim-lovell-coronavirus

10 marzo 2020

Il virus della verità sta diventando pandemico

“Chiodo scaccia chiodo” dice il proverbio.
Ed è una riminiscenza di tipo proverbiale quella che sovviene pensando alla epidemia del coronavirus.
Curiosa coincidenza: la firma esiziale del MES avvenga proprio a metà marzo quando, pontificail CNR, ci sarà il picco dell’epidemia presumibilmente con centinaia di morti al giorno.
Un cappio al collo degli eletti in parlamento: se non votate il MES vi ammazzeremo ancora di più, il messaggio è chiaro.
I poteri occulti pianificano ogni cosa su diversi piani.
A livello internazionale l’epidemia serve certamente ad accelerare l’unione mondiale dittatoriale materializzata dall’ONU.
Ma forse è un arma di distrazione di massa da altre situazioni e tremende verità che stanno emergendo.
Da un sondaggio recentemente svolto in Gran Bretagna, su un campione di duemila persone, risulta che quasi due terzi dei giovani fra i 24 e i 35 anni ritengono lo sbarco lunare una beffa. Significa che ormai il muro di omertà e controllo massmediatico sulla popolazione sta traballando. Non riescono più a tappare il vaso di Pandora manco sedendocisi sopra.
Armstrong disse che il suo era “un piccolo passo per un uomo“, altrettanto breve è il passo dalla Luna alla Terra piatta e alla Tartaria ossia alla falsificazione integrale della Storia raccontata dai libri.
Forse il coronavirus è (finalmente) la terza guerra mondiale profetizzata da Albert Pike e dagli altri adepti dell’Abisso.
“Chiodo scaccia chiodo” si diceva, chi lo sa se la pandemia serva a far scordare la forma della Terra.

https://news.billkaysing.com/2020/03/09/over-half-of-british-millennials-believe-the-moon-landings-were-faked/

4 marzo 2020

Dino Tinelli: Coronavirus & lo sbarco sulla luna


Anche questa operazione di Youtube era stata preannunciata da tempo. Ma non servirà a niente. Aveva ragione Trump quando, ancora prima di venire eletto, disse che l’unica maniera di fermare il “complottismo” era di chiudere interamente la rete internet. Ora, però, è troppo tardi.

Il libro di Dino Tinelli su Amazon:

https://www.amazon.it/Risveglio-Terra-Piana-Dino-Tinelli/dp/1096263653/ref=sr_1_1?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&keywords=il+risveglio&qid=1583305482&sr=8-1

18 dicembre 2019

Astronomiche balle lunari

 

Uomo in jeans e camicia con stivali e casco da astronauta riflesso nella visiera di un membro dell’Apollo. Immagine: AS17-141-21608

Prova incontrovertibile che il primo passo verso la sanità mentale è quello di spegnere definitivamente la TV! Datemi torto, se ci riuscite!
PS Ma quello sullo schermo chi è, Burioni? Porca minkia, i dottori della menzogna a convegno!

15 dicembre 2019

La Luna è vicina: dimostrazione incontrovertibile

Chiara e semplice osservazione che manda in tilt i devoti della religione eliocentrica.

Anche le eclissi lunari sono completamente anomale nel modello eliocentrico: la Terra copre la Luna scendendo dall’alto mente la Luna tramonta, dovrebbe avvenire il contrario.

18 novembre 2019

Apollo 12 è in orbita lunare

18 novembre 1969

Dal nostro inviato a Houston.

A tre giorni dal drammatico decollo con doppio colpo di fulmine, oggi la navicella Apollo 12 con a bordo il comandante Pete Conrad e i piloti Alan Bean e Dick Gordon, si è correttamente inserita in orbita lunare.
In soli 11 mesi questa è la quarta volta che una missione con equipaggio lascia il campo gravitazionale terrestre per compiere il viaggio di circa 400.000 km e raggiungere la Luna. I primi furono Frank Borman, Jim Lovell e Bill Anders di Apollo 8, seguiti da Tom Stafford, Eugene Cernan e John Young di Apollo 10 e naturalmente Neil Armstrong, Edwin Aldrin e Michael Collins di Apollo 11 la scorsa estate.

La patch della missione con la Yankee Clipper che arriva in orbita lunare.

In questi tre giorni gli astronauti si sono dedicati al normale mantenimento della navicella e del modulo lunare annesso, con particolare attenzione a quest’ultimo per verificare che i due fulmini del decollo non abbiano causato qualche inconveniente.

Come già avvenuto per le precedenti missioni lunari, la manovra di inserzione in orbita è avvenuta mentre la navicella si trovava dietro il nostro satellite, quindi senza nessun contatto con il controllo missione di Houston.
Per quasi 6 minuti il grande propulsore SPS del modulo di servizio ha frenato la corsa della navicella, rallentandola di circa 1 km/s, quanto basta per essere catturata dal campo gravitazionale lunare.
Un’altra breve accensione è avvenuta qualche ora dopo per circolarizzare la traiettoria su un orbita di 100 km dalla superficie.

Già durante queste prime orbite lunari l’equipaggio ha potuto osservare e fotografare l’Oceano delle Tempeste, la zona prescelta dove domani Conrad e Bean tenteranno l’atterraggio a bordo del LM Intrepid.

Fonte e foto credit: NASA. ( https://www.astronautinews.it/2019/11/apollo-12-e-in-orbita-lunare/ )

È in corso in cinquantenario dell’Apollo 12 (Cornrad, Gordon, Bean) ma se ne parla pochissimo. Come mai? Di una così grande impresa non vale la pena vergare una riga sui giornali?
Delle missioni Apollo, parlerò nella mia seconda relazione domenica prossima a Milano, il giorno 24 quando ricorrerà il 50° anniversario dell’ammaraggio.

Libri di approfondimento: LA PENNA PIÙ VELOCE DEL WESTLA LUNA DI CARTA.

12 ottobre 2019

La Luna ruota durante la notte

luna enigmi

Un discorso che vale anche per il Sole rendendo impossibile il modello eliocentrico. La Luna ruota intorno un asse che punta verso l’osservatore. Pertanto, il sistema copernicano non corrisponde alla realtà dei fatti. Il “satellite naturale” terrestre, a mio avviso, non è altro che una luminaria nel cielo olografico che ci sovrasta.

Articoli di approfondimento: Le macchie solari confermano la Terra Piatta?Il fenomeno delle due lune visibili in cielo

23 agosto 2019

India alla conquista della Luna, lander e rover in orbita attorno al satellite

indiani luna

Chandrayaan-2 prosegue senza intoppi il suo viaggio verso la Luna, la sonda indiana è recentemente entrata in orbita attorno al nostro satellite naturale. L’annuncio arriva direttamente dall’Agenzia spaziale indiana ISRO, che tramite un tweet ha condiviso alcuni dettagli sull’operazione.
La manovra è durata circa mezzora ed è stata eseguita con successo, il passo successivo sarà l’arrivo sulla superficie il prossimo 7 settembre 2019. Nelle prossime settimane saranno eseguite altre 4 manovre di avvicinamento per arrivare all’orbita finale. A seguire un’immagine del percorso della missione scientifica, il tweet e la notizia scritta in origine in occasione della partenza. ( https://www.hdblog.it/2019/07/22/india-alla-conquista-della-luna-partito-il-primo-lander/ )

Il fatto è che con tutta la tecnologia d’oggigiorno, la sonda indiana dovrebbe inviare immagini in diretta del cosmo in alta definizione, 24 ore su 24 in diretta web, con fotocamere a raggi infrarossi e ultravioletti e chi più ne ha più ne metta. Invece, riempiono la testa della gente con disegni e illustrazioni artistiche.

https://hd.tudocdn.net/861735?w=660&h=440

23 luglio 2019

Paolo Cox – Albino Galuppini IL FALSO ALLUNAGGIO

La mia intervista a Displayradio.net (Canada) del 20 luglio in occasione del 50esimo anniversario della conquista della Luna.

22 luglio 2019

Una questione di stelle

no stelle

Breve video ma indiscutibile. Come è possibile che dallo spazio e dalla Luna non abbiano osservato (e fotografo) nemmeno una misera stellina? Neanche Venere o Marte? Bravo Dino!

20 luglio 2019

50 anni dal Falsunaggio

50 anni or sono, la piramide di potere terrestre, poneva in essere la più grande menzogna globale della storia umana. Quella cioè di aver condotto sulla superficie del nostro satellite due esseri umani per poi riportarli sulla Terra. Inutile ricordare come ciò sia impossibile per numerose caratteristiche biologiche dell’essere umano e fisiche del sistema binario Terra/Luna.
Perché impiegare tempo e denaro per costruire tale menzogna? Si dirà che c’era la guerra fredda e l’esigenza di dimostrare una qual superiorità tecnico/scientifica ai russi. Ma questa scusa non regge. E’ evidente che con la menzogna del programma spaziale statunitense (e poi in seguito russo, indiano e cinese e poi chissà? Sardo?) si desiderava consolidare un’immagine falsa del sistema in cui viviamo per fissarne alcuni punti per sempre.
Si è trattato quindi di un’operazione di propaganda avente come obiettivo l’umanità per intero. Dimostrando la veridicità della missione, si imponeva il credo unico scientista e tutti i suoi corollari e dogmi che si porta necessariamente appresso.
In particolare è il reale substrato su cui viviamo ad essere stato occultato per decenni. La vera forma della Terra, la vera natura della Luna, l’essenza delle stelle e la congruenza della forza di gravità, sono i temi che sono stati consolidati artificiosamente grazie a questa operazione di propaganda, grazie proprio all’impresa del falso allunaggio.
Oggi sono in pochi a riderne ancora. La grande massa dell’umanità si commuove per l’impresa. La massa gioisce e fiduciosa loda ancora quei bei tempi in cui l’America regnava solare e i suoi negri viaggiavano ancora in vagoni separati.
La piramide di potere si basa sulla menzogna. Basti ricordare come la NASA sia stata fondata da un esoterista, un cartoonista pedofilo e da un nazista. Basti rammentare del viaggio di Von Braun in Antartide. Basti riflettere sulle tantissime incongruenze visibili sul sistema geocentrico imposto dallo stesso regime che diede il via alla grande menzogna di cinquant’anni or sono.
Anche le vaccinazioni forzate sono figlie di quel programma, così come l’imposizione della TAV o del sistema finanziario corrente. E’ il credo unico scientista che ha beneficiato della falsa impresa, trascinandosi appresso un mare di menzogne, sino ancora ad oggi, grazie alle masse rintontite dalle radiazioni e dalle scie chimiche. ( http://offskies.blogspot.com/ )
19 luglio 2019

Teoria del complotto lunare

Donna senzatetto. La piaga dei barboni è assai diffusa negli USA

https://billkaysing.com/img/BK_boat.png

Bill Kaysing e l’Oca Volante.

Nel 1974 lo scrittore americano Bill Kaysing viveva nel delta della California (baia di San Francisco) a bordo di una imbarcazione chiamata Oca Volante.
Poiché lo scafo era grande, lui e la moglie Ruth offrivano ospitalità a barboni e sbandati d’ogni sorta cercando di aiutarli a rifarsi una vita.
Ebbero occasione di alloggiare alcuni reduci dal Vietnam la cui esistenza era stata distrutta da anni di guerra e dalle uccisioni che erano stati costretti a commettere. Uomini e donne coltivavano una vasta ortaglia imparando ad auto-produrre il cibo.
Una sera, uno di loro chiamato John Grant lo sfidò “Bill tu sei uno scrittore, perché non scrivi qualcosa contro questo governo corrotto, per esempio che non siamo mai andati sulla Luna”. Kaysing era memore dei fallimenti dei razzi nel centro prove della Rocketdyne a Santa Susana. Inoltre, rammentava di avere avuto una impressione di irrealtà osservando le telecronache dei voli lunari.
Cominciò a investigare l’evento spaziale e si accorse immediatamente che qualcosa non quadrava.
Mano a mano che le sue investigazioni procedevano, la sua sensazione di trovarsi di fronte a una truffa di immani proporzioni crebbe a dismisura.
Nacque così idea di scrivere un libro: “Non siamo mai andati sulla Luna: una beffa americana da 30 miliardi di dollari” uscito nel 1975.
La prima stesura era di 88 pagine pubblicata dalla piccola casa editrice Eden Press.
Il libro ha dato origine al filone del complotto lunare e ha reso il suo autore celebre in tutto il mondo.
A chi interessa, c’è un mio articolo sull’argomento intitolato Birth of a conspiracy theory pubblicato nella rivista australiana New Dawn, numero 175 di luglio-agosto ‘19.

Testi di approfondimento: LA PENNA PIÙ VELOCE DEL WESTLA LUNA DI CARTA.

16 luglio 2019

Grande attesa per l’Eclissi di Luna, stasera incanterà milioni di osservatori: si potrà ammirare anche dallo Stretto

Questa sera occhi puntati al cielo per l’eclissi di Luna, diventerà rossa: ecco tutte le info utili sul fenomeno
Occhi puntati al cielo questa sera per lo spettacolo dell’eclissi parziale di Luna. L’eclissi sarà visibile anche nel nostro Paese tra le 20:43 e le 02:17 della notte. La fase dell’oscuramento parziale del nostro satellite inizierà alle 22:01 e finirà all’01:00, mentre il picco massimo di oscuramento (65%) si toccherà alle 23:30. Soltanto in alcune zone di Calabria (Sila) e Sicilia (fascia tirrenica, tra Palermo e Messina) il cielo rimarrà ancora nuvoloso, ma in base alle previsioni meteo di MeteoWeb su tutto il resto d’Italia l’osservazione sarà agevolata non solo dall’assenza di nuvolosità ma anche e soprattutto dall’aria limpida, tersa e pulita grazie all’ondata di freddo anomalo che è arrivata in piena estate giusto per schiarire l’atmosfera in concomitanza con questo spettacolo celeste.
“A differenza di un’eclissi totale, la Luna stasera s’immerge solo parzialmente nell’ombra della Terra“, spiega all’ANSA l’astrofisico Gianluca Masi, responsabile del Virtual Telescope Project. “La fase piu’ interessante e’ la permanenza del nostro satellite all’interno dell’ombra della Terra, che inizia alle 22:01 per poi concludersi un minuto prima dell’1:00 di questa notte“, aggiunge l’esperto. “Il fenomeno e’ comodamente visibile a occhio nudo, ma binocoli e telescopi aiutano a cogliere meglio i dettagli e l’evoluzione dell’eclissi“, sottolinea Masi. Tanti gli appuntamenti organizzati in tutta Italia, che si intrecciano con le celebrazioni dei 50 anni dello storico sbarco sulla Luna degli astronauti della missione Apollo 11, che proprio il 16 luglio di mezzo secolo fa partivano a bordo del potente razzo Saturn V dal Kennedy Space Center di Cape Canaveral, in Florida. Per Masi, “l’eclissi di oggi e’ una vera festa alla Luna, ricordando una delle piu’ grandi imprese dell’uomo. Per ammirare un’altra eclissi lunare dall’Italia – conclude l’astrofisico – dovremo aspettare fino al 16 maggio 2022, quando avremo un’eclissi piu’ spettacolare di quella di stasera, perchè sarà totale. ( http://www.strettoweb.com/2019/07/eclissi-luna-16-luglio-2019/870705/#2Yq1IOLLT6iphs0R.99 )

50 anni fa, gli astronauti trasmettevano immagini in diretta dalla Luna. Perchè oggi non c’è nemmeno una telecamera che ci mostra come si vede la Terra durante l’eclissi dalla Luna? Non è una bella domanda?

https://i0.wp.com/www.strettoweb.com/wp-content/uploads/2019/07/eclissi-luna-800x450.png

11 luglio 2019

Apollo 11: 50 anni di inganni

Distanza fra la Terra e la Luna in scala

Distanza fra la Terra e la Luna in scala secondo il modello elioentrico.

Ci siamo, incombono i preparativi per l’anniversario. Il cinquantenario del presunto sbarco ricorre la settimana prossima. Un capolavoro dell’inganno che sta a dimostrare quanto i poteri occulti luciferini possiedano una superiorità intellettuale strabiliante. Al di sopra delle capacità di comprensione del popolino teledipendente, anche di tanti “laureati” e pseudo-intellettuali i quali si crogiolano nella loro sedicente superiorità culturale.

Libri di approfondimento: LA PENNA PIÙ VELOCE DEL WESTLA LUNA DI CARTA.


5 luglio 2019

La Luna ha un diametro di soli 28 km secondo alcuni calcoli

Nonostante Agostino Favari e Simone Genovesi abbiano perso la tecnologia dei cammelli di Eratostene, hanno compiuto misurazioni sorprendenti.

1 luglio 2019

Apollo 11: nascita di una teoria del complotto

New Dawn Magazine, luglio – agosto 2019

All’inizio di quest’anno, la rivista australiana New Dawn mi aveva chiesto di scrivere un articolo in occasione del 50° anniversario della conquista della Luna. Gli ho inviato un pezzo descrivendo come Bill Kaysing fu coinvolto negli sbarchi lunari e l’origine del suo Non siamo mai andati sulla Luna. L’articolo esce nel numero 175 di luglio-agosto ’19.
Se andate in ferie in Australia, Nuova Zelanda o zone limitrofe dovete assolutamente fare un salto in edicola!
Se proprio non villeggiate da quelle parti, c’è la versione digitale. Naturalmente, lo scritto è in inglese.

https://www.newdawnmagazine.com/