Archive for ‘Misteri lunari’

12 maggio 2018

Astronauti italiani alle corde

La bravissima Pam Morrigan ha posto alcune precise domande all’astronauta italiano Umberto Guidoni sulla sua permanenza sulla ISS. Bel colpo Pam!
AVVERTENZA Ricordate bene che questi sono tutti massoni o satanisti. Non dovete assolutamente mai prenderli di petto con affermazioni tipo “ciò che lei dice è una balla perchè la Terra è piatta“. Loro non amano essere sbugiardati in pubblico e potrebbero diventare molto vendicativi e parlo per esperienza diretta. Questa è gente molto cattiva, non lasciatevi ingannare dalle apparenze.

Annunci
10 aprile 2018

Buzz Aldrin: “Ho visto un Ufo mentre andavamo sulla Luna”. E la macchina della verità conferma le sue parole

Astronauta Buzz Aldrin.

ROMA – Buzz Aldrin, astronauta della Missione NASA Apollo 11, dopo aver ricordato un incontro con un UFO durante la storico primo sbarco del 1969 sulla Luna, avrebbe superato la prova della macchina della verità.
Aldrin, 88 anni, è stato sottoposto al test con una nuova tecnologia all’Institute of BioAcoustic Biology in Albany, Ohio, nel corso del quale sono state analizzate anche le interviste agli astronauti Al Worden, Edgar Mitchell e Gordon Cooper.
Secondo gli esperti i risultati dimostrano che erano “completamente convinti” della veridicità delle loro affermazioni sugli alieni, come riportato dal Daily Star.
L’Institute of BioAcoustic Biology ha condotto un’analisi del tono della voce degli astronauti mentre parlavano dei loro incontri.
Sharry Edwards di BioAcoustic ha dichiarato al Daily Star che i test hanno rivelato che Aldrin è certo di aver visto l’UFO anche se la mente logica “non può spiegarlo”.
L’anno scorso, il pilota dell’Apollo 15 Al Worden, 86 anni, ha dichiarato a Good Morning Britain di aver visto degli extraterrestri durante la missione.
Aldrin ha sempre sostenuto di aver individuato un UFO:”C’era qualcosa là fuori, abbastanza vicina da essere osservata, una sorta di L”, ricorda Aldrin, il secondo uomo a mettere piede sulla Luna.
Sono state analizzate anche le registrazioni vocali degli astronauti della NASA, Edgar Mitchell e Gordon Cooper, entrambi defunti.
In un’intervista del 2009, Mitchell, che faceva parte della missione Apollo 14, dichiarò di aver visto più UFO.
Cooper aveva precedentemente descritto il tentativo di inseguire un gruppo di oggetti.
Secondo il Daily Star, i test hanno rivelato che Cooper e Mitchell erano convinti di dire la verità.
La tecnologia è ancora top-secret, ma è stato affermato che questi test sono più affidabili di quelli della macchina della verità attuali. ( https://www.blitzquotidiano.it/ )

Non sanno più a cosa aggrapparsi. Lo sbarco sulla Luna legittimato dagli alieni e dal responso della macchina della verità. Pure quest’ultima, con tutta probabilità, una fake news, le macchine della verità non esistono.

10 aprile 2018

La Luna è concava o convessa?

Alla conferenza di sabato 7 aprile, a Rivoltella del Garda, ho conosciuto un personaggio fantastico Fernando del cantone svizzero di Giura. È un esperto di prospettiva e trucchi ottici. Ci ha mostrato dal vivo alcune illusioni ottiche.
Mi ha inviato molte immagini interessanti atte a dimostrare che l’occhio umano è facilmente ingannabile. L’immagine sopra mostra per posta elettronica un cratere lunare fotografato con una inclinazione e direzione di provenienza differente della luce solare. A seconda dei casi, il cratere appare concavo (scavato) o convesso (un altipiano). Ciò rafforza l’ipotesi che la Luna sia un ologramma piatto.

Arte di strada: l’illusione delle zebre fluttuanti.

4 aprile 2018

La storia ridicola della stazione spaziale cinese Tiangong

Sonda cinese

Il “palazzo celeste” doveva cadere il primo aprile, giorno di Pasqua e del pesce d’aprile al contempo.
Adesso i giornali bufalari italioti scrivono che poteva colpire il centro-sud Italia. Stranamente le regioni che devono ripopolare con i milioni di africani che Renzi e Grillo stanno facendo entrare in funzione anticristiana ora mantenuti col “reddito di cittadinanza”. Prima, collo Steve Jobs Act, hanno ridotto gli italiani alla fame, costringendoli a lavorare per 2 euro l’ora. Dopodiché, il pupazzo Di Maio è entrato in scena incassando un sacco di voti lasciando credere che il r.d.c. sia destinato agli italiani in difficoltà.
L’orario 11:30 è doppiamente significativo: per la numerologia 113 sta anche per 11 marzo data di cui ho giù parlato. Poi, nella celebrazione solenne di Pasqua, che di solito inizia alle 11, dopo circa mezz’ora avviene la consacrazione dell’ostia. Per questo massoni e satanisti, nell’elaborare la beffa, hanno indicato le 11:30 come ora della caduta dal cielo (riferimento a lucifero e ai suoi angeli decaduti) della inesistente stazione spaziale cinese.
Già il “coniglio di giada” (Yutu) si era “guastato” appropriatamente poiché le foto mostravano un colore del suolo incompatibile con quelle prodotte dalla NASA durante le fantomatiche missioni Apollo. La sonda si chiamava Chang’e3 Yutu che letto in inglese (nuova lingua unica “globale”) significata “Anche tu cambia i tre (cioè la Trinità)” ennesimo messaggio subliminale diabolico.

27 febbraio 2018

Notte da lupi conferma Luna raggelante

https://www.calendario-365.it/images/luna_it/luna_-0_94.jpg
I lupi ululano alla Luna. Stanotte sarà freddissima. La Luna è quasi piena (94%), indizio che la luce lunare raffredda, pertanto non è la luce solare che rimbalza su di essa che ci illumina. Andate fuori di casa ben coperti e noterete che alla luce della Luna il freddo è più intenso. Fa meno freddo all’ombra-

23 gennaio 2018

Uomo in muta da sub riflesso sulla visiera degli astronauti


Già ai tempi delle missioni lunari Apollo c’era stato il problema dei riflessi “anomali” sulle visiere degli astronauti. Un inconveniente che non sono ancora riusciti a sanare, evidentemente. Le “passeggiate spaziali” (EVA = Extra Vehicular Activity) della Stazione Spaziale Internazionale (ISS) sono simulate dentro una enorme piscina appositamente attrezzata. Ricordate il caso di Luca Parmitano? L’astronauta italiano che quasi annegò nello spazio? La verità è che le missioni avvengono sott’acqua per simulare l’assenza di peso, da cui discende il pericolo di affogare per gli astronauti. Chissà se sono assicurati!

Articoli di approfondimento: Il riflesso delle bugie

ISS falsa

16 gennaio 2018

Sotto gli occhi di tutti: i colori della Luna


La Luna ci sembra di un colore indefinibile, bianco slavato di giorno, tendente al giallo brillante di notte. La NASA la mostra quasi sempre in bianco e nero di colore grigio. In realtà, essa è variopinta con toni veramente sorprendenti, dal blu al rosa fino all’arancione e al viola. Di grigio non se ne vede proprio.
Il collegamento sotto fa scaricare una fotografia in HQ che può essere stampata a grande formato. Gli enti spaziali di tutto il mondo non ci hanno mai menzionato questa peculiarità. Perché?
Voi avete qualche idea?

Scarica immagine in alta risoluzione (7812 × 5204 pixel, 12 MB)

14 dicembre 2017

Mazzucco e Attivissimo guerrieri di carta

Domenica 17 alle ore 17 ci sarà la presentazione del film lunare di Massimo Mazzucco intitolato “American Moon“.
Un amico, ieri sera, mi aveva telefonato sgomento: “Albino, Mazzucco e Tom Bosco ti vogliono rubare la Luna!”.
Tranquilli, non c’è pericolo. Mazzucco è un gatekeeper che fa gioco di squadra con Paolo Attivissimo. Anni fa, mi rifiutai di confrontarmi con Attivissimo poiché sapevo benissimo che lui lo sa che lo sbarco lunare è falso.
Così come Mazzucco sa bene che la droga fa male al pari dei vaccini (entrambe operazioni commerciali) e che gli attentati islamici in Europa sono inscenati dalla CIA e dal governo degli Stati Uniti. Per l’autore di Luogocomune.net, l’11 settembre e l’attentato di Oklahoma City sono risibili per via, fra l’altro, dei documenti d’identità autentici dell’attentatore “dimenticati” nel avano portaoggetti dell’auto impiegata per la fuga.
Particolare riscontrabile anche per gli attentati “islamici” in Europa (evidentemente un “format” collaudato), per Mazzucco questi invece sarebbero rigorosamente autentici!
Riguardo alla Luna, lui cercherà inutilmente di soffiare a me il ruolo di maggiore esperto italiano in tema. Come avvenne per Bill Kaysing con il film Capricorn One, quando pianificarono la cosa per bruciargli l’idea di una pellicola tratta da “Non siamo mai andati sulla Luna“. E sono persuaso che domenica, citando la recente iniziativa di Trump, sancirà che l’altra volta hanno finto ma stavolta la Casa Bianca riuscirà davvero a obbligare la NASA a conquistare la Luna!
ADDENDUM Un altro amico mi ha suggerito via email di chiedere a Mazzucco e Bosco: “avete capito perchè l’11 settembre la carta non bruciava anche se fondeva l’acciaio…?” (Si riferisce evidentemente al ritrovamento dei documenti cartacei dei terroristi)

13 dicembre 2017

Trump: torneremo sulla Luna e andremo su Marte

Donald Trump, presidente degli Stati Uniti, ha firmato una nuova direttiva per la NASA che ha l’obiettivo di riportare l’uomo sulla Luna e, successivamente, su Marte. A darne notizia è la stessa Casa Bianca, a 45 anni dall’ultima missione Apollo ad arrivare sulla Luna.
La nuova Space Policy Directive 1 ordina alla NASA di porsi alla guida di un “programma innovativo di esplorazione spaziale” che porti di nuovo astronauti sulla Luna e crei le condizioni per arrivare anche su Marte. L’intento è, infatti, quello di creare le condizioni per una missione marziana; la Luna è quindi un passo intermedio per perfezionare le tecnologie in vista del passo verso il Pianeta Rosso, come riporta Reuters.
Trump ha affermato che “questa volta non pianteremo solo la nostra bandiera e non lasceremo solo la nostra impronta, stabiliremo delle fondazioni per una successiva missione su Marte e forse, un giorno, per molti altri mondi al di là [di quest’ultimo]”.
Nello stabilire la nuova iniziativa, Trump ha però cancellato quella avviata dal suo predecessore: Obama aveva infatti finanziato una missione verso un asteroide per studiarne meglio le caratteristiche, ma questa missione verrà abbandonata in favore delle missioni verso i corpi celesti più grandi.
La NASA ha affermato che includerà questo programma nelle richieste di finanziamento già a partire dal 2019, dunque sembra che l’intento sia di avviare le missioni in tempi relativamente brevi.
Due considerazioni nascono da questa svolta. Da un lato c’è il fatto che molti contestano la missione verso la Luna, ritenendolo un passo aggiuntivo che sposta troppo in là nel tempo l’arrivo su Marte del primo uomo. Quanto questo sia reale è oggetto di dibattito, dal momento che la missione lunare potrebbe e dovrebbe portare a un raffinamento delle tecnologie che saranno poi utilizzate anche sul nostro pianeta vicino.
Una seconda considerazione riguarda il ruolo dell’Europa nell’esplorazione spaziale, finora marginale nelle grandi missioni con equipaggio umano. Una maggiore azione dell’ESA in questo campo sarebbe auspicabile, visti gli impatti estremamente positivi che ha la ricerca spaziale su tutti i settori. Anche se i risultati sono ottimi in tutti i campi (con le missioni sulla ISS a fare da esempio), non sembra ancora esserci un progetto che porti l’ESA sul suolo lunare o marziano. Per quanto ancora gli Stati Uniti rimarranno in testa in questo settore lasciando l’Europa a raccogliere briciole (seppur sostanziose)? ( https://www.hwupgrade.it/ )

In vista del cinquantenario del primo volo lunare con uomini a bordo (Apollo 8, dicembre 1968), il governo americano si mobilita per fare credere che nello spazio e su altri pianeti sia possibile andare. Trump, da perfetto burino americano quale è, emana ordini a destra e manca per mescolare le carte e intorbidare le acque della verità.

4 dicembre 2017

La luce della Luna favorisce le gelate

Questi sono giorni freddi e di plenilunio. Lo sapevano, per intuizione ed esperienza i nostri nonni: le gelate notturne più intense  si verificano con la Luna piena. Perché la luce emessa dal satellite raffredda. In contrasto con la tesi secondo cui la Luna rifletterebbe la caldissima luce solare. Innumerevoli misurazioni, tramite termometri di precisione, la smentiscono. Provare anche voi, ora, subito, stanotte che è luna piena.

17 novembre 2017

PIANO DI ESISTENZA – la beffa della Luna

Nella conferenza Piano di Esistenza del 9 dicembre prossimo, io tratterò della inesistenza dei satelliti artificiali e della falsificazione delle missioni spaziali. In particolare, dei falsi allunaggi effettuati dalla NASA di cui mi occupo ormai da una ventina d’anni.
Mostrerò alcuni filmati inediti con Bill Kaysing e parlerò del famoso episodio riguardante il film Capricorn One.
Recentemente, quest’ultimo è stato ripreso dal gruppo di Richard D. Hall che ha parlato del mio libro con Andrew Johnson. Un brano tratto testo, lo scorso anno, era stato incluso in un’opera dello scrittore Carl James.
Sulla beffa della Luna, ho scritto due libri in italiano: LA PENNA PIÙ VELOCE DEL WESTLA LUNA DI CARTA.
La biografia di Bill Kaysing, citata nel video, esce in lingua inglese in due parti delle quali la prima è già disponibile stampata a richiesta su Lulu: The Fastest Pen of the West [Part One] .
Alcune copie le porterà alla conferenza per chi vorrà acquistarle autografate.

17 ottobre 2017

La Luna è un disco o una sfera?

luna terra piatta

Avevo già affrontato tempo addietro il mistero dei colori della Luna. La NASA ci mostra immagini appositamente in bianco e nero per non svelarne le tinte. Magari a Houston non hanno ancora scoperto la TV a colori!
La immagine sottostante suggerisce un altro aspetto della questione Luna. Durante il plenilunio, l’illuminazione è uniforme su di tutta la superficie dando la netta impressione di essere un disco. Infatti, una sfera dovrebbe adombrarsi verso i bordi generando un effetto di tridimensionalità. Viceversa, la quantità di luce riflessa verso di noi è uguale al centro quanto vicino ai bordi del disco lunare.

colori della luna

13 settembre 2017

Fenomeno celeste delle due lune in una versione di latino

Inquietanti fenomeni prima della battaglia – Il Tantucci Plus Laboratorio 1 Pagina 355 Numero 29

Versione latino tradotta

Traduzione

Ormai giungeva la primavera, e così Annibale trasferisce l’esercito dagli accampamenti invernali all’Appennino. Accrescevano la paura i miracoli raccontati da numerosi luoghi simultaneamente. Si dice che in Sicilia alcune lance dei soldati sono state incendiate, che le spiagge hanno abbagliato per gli incendi continui, e che due scudi hanno traspirato sangue. Dicono inoltre che certi soldati sono stati feriti da fulmini, che il globo del sole si è rimpicciolito, che a Preneste sono cadute dal cielo delle pietre arroventate, e che ad Arpi sono stati percepiti nel cielo degli scudi e il Sole che lottava con la Luna. Riferiscono che a Capena, durante il giorno, sono comparse nel cielo due lune, e che a Falerii il cielo si è spalancato come a causa di una grande spaccatura, e che lì è esplosa una grande luce; e che, nello stesso periodo a Roma, la statua di Marte lungo la via Appia e le statue dei lupi hanno traspirato, e che a Capua vi è stata la visione del cielo in vampe e della luna che cascava tra la pioggia. In seguito a ciò è stato data fiducia anche ai fenomeni più piccoli. Dicevano infatti che una gallina era divenuta maschio e che un gallo si era tramutato in femmina. Dopo che queste cose in questo modo erano state esposte, e che i testimoni entrarono nella Curia, il console interrogò i senatori riguardo alla credenza popolare.

Nelle versioni dalla lingua latina, di Tito Livio in questo esempio, si ritrovano strani eventi celesti osservabili tutt’oggi. Uno di essi, è il fenomeno delle due lune visibili in cielo. Avvenimento rarissimo e inspiegabile. Una perturbazione nell’universo olografico in cui viviamo?
Tito Livio

24 agosto 2017

Eclissi dall’alta stratosfera

Eclisse dall'alta stratosfera
Durante l’eclisse di Sole di lunedi, Spaceweather.com e Earth to Sky Calculus hanno lanciato nella stratosfera ben 11 palloni sonda dalle zone interessate al fenomeno, con a bordo un totale di 20 fotocamere; una di queste ha avuto successo nel ritrarre l’ombra della luna larga 110 km mentre sfrecciava sul Wyoming!
Sponsizzato dal Southern Maine Community College, il pallone è partito da Ft. Laramie, Wyoming grazie a un team di studenti dal Maine e dalla California. Questo è solo un frame da una animazione in alta definizione che ritrae l’ombra in movimento e che verrà presto pubblicato!
( http://aliveuniverse.today/ )

Una fotografia fasulla che mostra un orizzonte piatto. La NASA cerca, in tal modo, di “esorcizzare” la crescita del movimento terrapiattista. In realtà, sembra che niente possa salire oltre i 40-50 km di altezza. Qualunque immagine proveniente da quote superiori è da considerarsi un falso.
Se notate, la Luna appena in eclissi dovrebbe trovarsi oggi relativamente vicina ancora al Sole ma non si vede. Non è strano? Dove è la Luna?

11 agosto 2017

Anche la Luna avrà il suo ripetitore LTE


La Luna è tornata imrovvisamente di moda, ogni giorno si discute di nuovi progetti ed esperimenti che puntano proprio al nostro satellite, parte del merito va anche a Google e alla sua competizione Lunar XPRIZE. Adesso c’è chi pensa di realizzare un primo passo verso la colonizzazione dotandola innanzitutto di connettività: la startup Part Time Scientists ha infatti svelato il piano che prevede l’installazione del primo ripetitore LTE sulla Luna, facilitando molto le comunicazioni dei prossimi rover con la Terra.
L’ambizioso progetto entrerà nel vivo il prossimo anno: il primo veicolo chiamato Alina dovrebbe partire alla volta della Luna grazie ad uno dei prossimi lanci di SpaceX. Dopo aver lasciato l’atmosfera terrestre continuerà il suo viaggio fino ad un morbido atterraggio sul satellite, lì si apriranno i portelloni da cui partiranno una coppia di rovers Audi Lunar Quatro in direzione del luogo esplorato dal Apollo 17.
Per facilitare le comunicazioni dei rover, tra loro e con la Terra, verrà così attivata una base station LTE realizzata in collaborazione con Vodafone. Non saranno necessari ulteriori dispositivi, lo stesso veicolo Alina farà da base station, riceverà informazioni dai rover e le comunicherà alla Terra.


Il team tedesco dei Part Time Scientists potrebbe così divenire la prima azienda privata a metter le ruote sul suolo lunare, ma la cosa non è del tutto scontata visto che in tanti stanno provando ad vincere il primo premio del Google Lunar X Prize. Purtroppo la base station LTE non sarà permanente, ma la necessità di averne una verrà dimostrata con questo progetto, e si spera quindi di poterne realizzare una che sia sempre attiva quando necessario – le comunicazioni saranno fondamentali in questa seconda fase di esplorazione. ( https://www.hdblog.it/ )

Come diceva Bill Kaysing, se cominci a mentire, devi farlo continuamente poi.

2 luglio 2017

Il fenomeno delle due lune visibili in cielo

2 Lune doppia Luna

Uno dei fenomeni meteorologici più bizzarri e meno dibattuti è quello dell’avvistamento di due lune nel cielo. Si tratta di un evento molto raro e inesplicabile. C’è chi dice sia un riflesso su di un qualche strato atmosferico. Ci sono anche molti artefatti e falsi in circolazione ma diverse immagini appaiono essere credibili.
Si tratta forse di una perturbazione nel continuum spazio-temporale? Un inconveniente della matrice olografica in cui siamo immersi? O di cos’altro?
In un episodio, tra i più belli (Un altro tempo, un altro luogo), di Spazio 1999 ci sono due Lune nel cielo che si scontrano. Un indizio inserito appositamente in una serie TV di fantascienza?
Tutte domande che, per ora, non trovano risposta.

Doppia Luna

31 maggio 2017

Punto di vista

Per comprendere quali e quante siano le menzogne che i sistemi ci propinano, occorre abituarsi ad osservare gli eventi da un punto di vista individuale e contrario. Occorre innanzitutto tempo ed un minimo di acume per potersi concentrare su un aspetto della cosiddetta realtà per cominciare a considerarlo nel dettaglio, attingendo a più fonti possibile. Dapprincipio, non è neanche necessario cercare le voci contrarie all’ufficialità perché la verità è sotto gli occhi di tutti.

Prendiamo ad esempio due clamorosi falsi della nostra storia recente: le missioni Apollo e l’11 Settembre. Basta visionare l’ingente materiale fotografico e videografico disponibile, alla luce del maggior numero di dati ed informazioni, per rendersi conto che le cose non sono andate come la narrazione ufficiale voleva farci credere. Una volta compreso come l’ufficialità sia nelle condizioni e nelle intenzioni di mentirci, il gioco è fatto. Tutto crolla.

Adottando questo nuovo punto di vista, viene a cadere il rapporto fiduciario tra istituzioni ed individuo. L’individuo è più libero. Ci rendiamo conto di come sia possibile e facile raggirare l’essere umano, soprattutto se si possiede il controllo diretto e totale dei mezzi di comunicazione di massa a cui i popoli letteralmente si abbeverano senza rendersi conto di quello che ingurgitano.

Tornando all’oggi, prendiamo ad esempio l’affaire vaccinazioni forzate. Avendo adottato il nuovo punto di vista, una volta appurato che le istituzioni che ci hanno mentito sono sempre le stesse e possono farlo di nuovo, come possiamo fidarci? Chi può giurare che lo stato si adoperi solo per tutelare la salute e gli interessi dei singoli individui? Domande retoriche con risposte lapidarie: non possiamo, nessuno.

La verità è sotto gli occhi di tutti, basta osservare la realtà dal corretto punto di vista. Occorre anche essere disposti a perdere le cosiddette sicurezze che avevamo prima, quelle menzogne in fondo contribuivano a disegnare attorno a noi un sistema fallace, mendace, ignobile e velenoso ma pur sempre rassicurante e semplice da capire. Chi è disposto ad uscirne per assaporare la purezza salvifica della verità? Chi è disposto a recuperare i saperi perduti che i recinti carcerari ci hanno nascosto?

Dopo un comprensibile stato di angoscia infatti, il nuovo punto di vista permette di avventurarsi al di fuori dell’angusto recinto psico/sociale indotto, procedendo verso saperi inaspettati e soprattutto utili, per noi stessi e per chi ci sta intorno. Buona avventura, per chi ha il coraggio di viverla. Per gli altri che preferiscono il recinto mi dispiace davvero. Il coraggio non è di tutti. Sarà per la prossima reincarnazione… ( http://offskies.blogspot.it/ )

30 maggio 2017

MOON HOAX NOW 2017: Apollo 14 – Hidden Flag


 Jet Wintzer ha pubblicato un’aggiunta al suo film Moon Hoax Now sulla beffa della Luna, ossia la falsificazione delle missioni Apollo da parte della NASA. Si intitola Apollo 14 – la bandiera nascosta.
Libri in italiano sull’argomento conquista della Luna: LA PENNA PIÙ VELOCE DEL WESTLA LUNA DI CARTA.

29 marzo 2017

“Ti porto la Luna” edizione 2017: anche quest’anno potrete vedere da vicino un campione di Luna

Volete vedere una roccia lunare da vicino? Potrete farlo grazie al tour scientifico Ti porto la Luna, che preleverà a Houston, in Texas, uno dei campioni di Luna raccolti dagli astronauti delle missioni Apollo e per gentile concessione della NASA lo porterà in varie località italiane dal 25 marzo al 18 giugno per raccontarne la storia e soprattutto narrare con immagini e filmati in HD, spesso inediti, l’avventura degli uomini che hanno viaggiato nello spazio per portarla sulla Terra.
Il tour è il proseguimento di quelli del 2015 e del 2016, che hanno avuto un grandissimo successo: stavolta la roccia sarà una di quelle raccolte dalla missione Apollo 15 nel 1971. Si tratta di un basalto lunare risalente a circa 3,3 miliardi di anni fa.
Ti porto la Luna è ideato e gestito da Luigi Pizzimenti, Presidente dell’Associazione per la Divulgazione Astronomica e Astronautica (ADAA). Se volete conoscerne i dettagli, le date e località, o se volete contattare Luigi per organizzare una tappa del tour, andate a Tiportolaluna.it.
Segnalo inoltre un’altra iniziativa spaziale di Luigi: l’astronauta lunare Charlie Duke sarà allo Sheraton di Malpensa sabato 29 e domenica 30 aprile per una cena di gala e per una conferenza e io avrò l’onore di tradurre per lui. I dettagli dell’evento sono qui.
Ex Luna scientia! ( http://attivissimo.blogspot.it/2017/03/ti-porto-la-luna-2017-anche-questanno.html )

Rammento un detto del mio vecchio professore di Mineralogia all’università (uno degli autori del libro “Minerali e Rocce”): “molti sedicenti studenti di geologia non saprebbero distinguere uno spato d’Islanda da un pezzo di marciapiede”.
Ora, con quale criterio una persona qualunque potrebbe avere la certezza che una certa roccia è “lunare”? Per quanto mi riguarda, come disse Bill Kaysing, le rocce lunari potrebbero essere state tranquillamente fabbricate in laboratorio, tramite speciali forni, metamorfosando campioni terrestri. Oppure, essere state recuperate in Antartide nel misterioso viaggio che Wernher Von Braun compì nel 1967. Un esemplare di roccia lunare, donata dagli astronauti a un museo di Amsterdam, si è rivelata essere legno pietrificato. Non mi risulta ci siano mai stati alberi sulla Luna!

Testi di approfondimento: LA PENNA PIÙ VELOCE DEL WESTLA LUNA DI CARTA.
Articoli di approfondimento: Lo strano viaggio del dottor Von Braun

16 febbraio 2017

Operazione Valanga

Operazione Valanga

Operation Avalanche è un ennesimo lavoro hollywoodiano che ha come argomento la falsificazione del materiale video ed audio delle cosiddette missioni Apollo della Nasa. La caratteristica saliente di questa opera è la verosimiglianza delle motivazioni alla radice della necessità di procedere alla costruzione di quella colossale presa in giro. Il ritmo è coinvolgente, gli attori azzeccati, le ricostruzioni storiche accurate e divertenti, il montaggio originale e sincopato. Nonostante i risvolti drammatici della narrazione inoltre, non manca mai un velo di ironia sospesa. Ne consiglio quindi la visione a tutti. ( http://offskies.blogspot.it/ )

Il sistema sta cercando di “esorcizzare” l’ormai insostenibile sbarco lunare con un nuovo film sponsorizzato dalla CIA e dai poteri occulti come è stato Apollo 20 di qualche anno fa.

28 gennaio 2017

LUNA & NASA disponibile presso NEXUS Edizioni

Ho ritrovato in fondo a uno scatolone alcune copie di LUNA & NASA IL SOGNO PROIBITO. Le ho messe a disposizione di NEXUS Edizioni per la vendita online. Si tratta di un compendio, un “bignami” per così dire, sulla falsificazione degli sbarchi sulla Luna effettuati dalla NASA fra il 1969 e il 1972. Comprende articoli pubblicati su UFO Maganzine, Notiziario UFO e Archeo Misteri Magazine.

Link alla pagina: http://shop.nexusedizioni.it/luna-nasa.html

Fu stampato nel 2012 e include una biografia dello scrittore Bill Kaysyng. Tematiche ho ho ampliato e sviluppato successivamente in due testi specifici: LA PENNA PIÙ VELOCE DEL WEST e LA LUNA DI CARTA.

lunanasanexus

27 gennaio 2017

Oggi 50 anni dalla tragedia dell’Apollo 1


ANSA – Cinquant’anni fa, il 27 gennaio del 1967, la tragedia dell’Apollo 1, nella quale morirono i tre astronauti della Nasa Virgil Grissom, Edward White e Roger Chaffee, a causa di un incendio nella cabina. (nella foto sopra, in adorazione pagana al triangolo sacro – ndr) L’incidente avvenne sulla rampa di lancio della base dell’Air Force di Cape Canaveral, che allora si chiamava Cape Kennedy. Non era in programma un lancio ma una esercitazione per testare le operazioni durante il conto alla rovescia, in vista del primo lancio di una navicella Apollo con equipaggio, previsto per il 21 febbraio successivo.
ndr – La morte dell’equipaggio dell’Apollo 1 assomiglia molto alla trama del film Capricorn 1, in cui i 3 astronauti vennero condannati a morte per non aver accettato di inscenare la colossale menzogna delle missioni spaziali. Di ciò ci ha copiosamente informato, seppure in codice, Stanley Kubrick, il geniale regista e falsificatore tecnico di tutto il materiale fotografico e video delle prime missioni Apollo, ove realtà e finzione coincidono.

Il test fu caratterizzato da anomalie sin dai primi istanti: poco dopo l’ingresso nel modulo, Grissom notò subito uno strano odore nell’aria, furono subito prelevati campioni di aria ma la causa dell’odore non fu trovata e il conto alla rovescia riprese. Pochi minuti dopo ci furono invece dei problemi di comunicazione, tanto che Grissom osservò: ”Come faremo a raggiungere la Luna, se non possiamo parlare da due o tre edifici di distanza?”. Il conto alla rovescia fu interrotto di nuovo e mentre si cercava di risolvere i problemi di comunicazione uno degli astronauti esclamò ”Fuoco!”. Gli astronauti cercarono di aprire il portello ma l’alta pressione della cabina lo impedì.
ndr – Come sempre, la ricostruzione dei fatti in questi casi è imprecisa e lacunosa, utile paravento per impedire ulteriori indagini anche future. ( http://offskies.blogspot.it/ )

26 gennaio 2017

Apollo 20: filmato del presunto ritrovamento di una ragazza extraterrestre

Apollo 20 Una missione della massima segretezza col ritrovamento di una ragazza aliena. Per alcuni, invece si è trattato di una perfetta bufala, con la testimonianza di colui che l’avrebbe progettata. Una pagina di WikiBooks indicherebbe in questo caso che la presunta missione segreta è proprio una messinscena di un artista video francese di nome Thierry Speth, che a quanto pare ammise di aver diffuso i filmati il 9 luglio 2007. Non abbiamo ancora certezze di verità.

17 gennaio 2017

Morto Gene Cernan, l’ultimo uomo ad aver camminato sulla Luna

Eugene CernanL’ultimo uomo a mettere piede sulla Luna, l’astronauta Usa Eugene “Gene” Cernan, è morto all’età di 82 anni. L’hanno annunciato la sua famiglia e la Nasa.
Cernan comandava l’Apollo 17 nel dicembre 1972. Si trattava del terzo volo spaziale e dell’ultima missione con astronauti sulla superficie lunare. “Piangiamo la perdita dell’astronauta della Nasa in pensione Gene Cernan, l’ultimo uomo ad aver camminato sulla Luna”, ha annunciato su Twitter l’agenzia spaziale americana. Secondo un comunicato della famiglia, l’astronauta ed ex ufficiale della Marina aveva da tempo problemi di salute.
Ciononostante, “anche a 82 anni, Gene tentava con passione di condividere il suo desiderio di continua esplorazione umana dello spazio, incoraggiando i responsabili del nostro paese e i giovani a non fare di lui l’ultimo uomo ad aver camminato sulla Luna”, ha aggiunto la famiglia. “Ad Astra, Gene”, ha twittato il centro spaziale Kennedy, utilizzando l’espressione latina che significa “fino alle stelle”. ( http://www.quotidiano.net/ )

Libri sui falsi allunaggi: LA PENNA PIÙ VELOCE DEL WESTLA LUNA DI CARTA.