Una domanda necessaria

Ho inserito questo post nel blog di Paolo Attivissimo dopo che lui ha postato un filmato Youtube intitolato “Come ci si sente a volare sopra il pianeta Terra?”  nel quale è contenuta una sequenza di fotografie unite a filmato della superficie terrestre, riprese dalla stazione orbitale ISS.

commento
“Una domanda al dott. Attivissimo.
Con le sonde che, stando alle informazioni di stampa, orbitano vicinissime alla superficie lunare, perché non esiste una sequenza fotografica simile e ravvicinata del lato nascosto della Luna?

Grazie in anticipo per la cortese risposta.

Albino”

Questa domanda non la ritengo impertinente in quanto la supeficie della Luna è molto meno conosciuta, per ovvie ragioni, di quella terrestre. In particolare il lato che dalla Tera non vediamo mai. Nemmeno la sonda giapponese Kaguya ha mostrato il lato ‘oscuro’ della Luna.
Come mai?

Annunci

26 commenti to “Una domanda necessaria”

  1. Gentil dottor Galuppini,
    pare che la sua domanda abbia trovato una esauriente risposta nel commento numero 5 della seguente discussione: http://attivissimo.blogspot.com/2011/09/timelapse-dalla-stazione-spaziale-per.html#Commenti

    Cordialmente
    D. Gilmour

  2. Ti segnalo che Attivissimo ti ha risposto!

  3. Visto che lei frequenta il sito di Paolo Attivissimo dovrebbe aver visto che ci sono numerose risposte alla sua domanda.

  4. La risposta di Attivissimo non la posta?

  5. Attivissimo ha scritto una risposta. Esaurientissima, tra l’altro.

    Ma bastava guardare il sito della LRO, o quello della sonda Kaguya.

    http://attivissimo.blogspot.com/2011/09/timelapse-dalla-stazione-spaziale-per.html#c5759423372673277026

    Per imparare non basta porre le domande, bisogna anche ascoltare le risposte.

  6. C’è un programma straordinario REDSHIFT 5 che mostra il lato oscuro della luna.
    Questo programma Attivisimo ei suoi sostenitori lo ignorano deliberatamente perché mostra il lato vero e non quello falso di Google Moon e della NASA. Le risposte che state cercando, si trovano in questo programma. Ho letto il blog di Ativisimo. Le sue risposte sono quelle ufficiali che supporta NASA. False 100%.
    Potete trovare questo cd in mercato. Costa circa 30 euro. Ma credo che le nuovi edizioni non abbiano i detagli che esistevano in REDSHIFT 5 .

  7. Riconosco l’errore. Esistono anche sequenze filmate di Kaguya con porzioni del lato nascosto della Luna. Rimane la questione che un pezzo di corpo celeste così vicino ma inaccessibile visivamente dalla Terra sia così poco esplorato e fotografato dalle sonde.

  8. SOTIRIS SOFIAS

    Il software Redshift si appoggia sul Guide Star Catalog a cui si appoggia il telescopio Hubble.
    Cosa è Hubble?
    E’ il telescopio portato in orbita dallo Space Shuttle.
    Di conseguenza non vedo in che modo le immagini della Nasa del “lato nascosto della luna” potrebbero differire da quelle che mostra quel Software.
    Mi può descrivere in cosa sarebbero differenti?

  9. SOTIRIS SOFIAS: e questo fantastiliardico software da dove credi che le prenda le immagini? Da Hubble, per esempio o dalle altre sonde in orbita lunare. O vorrai dire che gli sviluppatori di quel software hanno un telescopio in terrazza in grado di mostrare quelle immagini?

  10. Proprio l’unico programma che mostra il lato più lontano della luna.Potrei dire che REDSHIFT è uguale con Google Terra . Si , la luna è reale solo in REDSHIFT e non nel Google Moon. Inoltre REDSHIFT è l’ottimo programma in mercato amatore astronomico dal 2000 (esistono 5-6 edizioni di REDSHIFT, ma lolo in REDSHIFT5 esistono tutti i dettagli.del latte oscuro).
    Questo programma l’ usano molte università e la NASA sestessa.
    Date un’occhiata al mio articolo MISTERO DELLA LUNA che esiste in qusto blog. Le foto sono meravigliose, ad alta risoluzione e completamente diversi da quelle censurate dalla NASA.
    Sono sorpreso. Non vedete le differenze? La luna che vi mostrano è falsa.Ma visto ch’ è sostenuto dalla NASA è un assioma!!!

  11. Forse si!
    Quelli di RedShift hanno un bel telescopio sul terrazzo! Ecco l’inghippo!
    La software house ha un accordo con un alieno che sta sul pianeta Nibiru che ha un enorme specchio sul proprio terrazzo.
    Quelli di RedShift puntano il proprio telescopio verso le specchio e riescono a vedere il lato “nascosto” della luna.
    Poi tutti gli utenti di quel software, ovviamente appassionati di astronomia, non ci fanno mica caso che RedShift mostra un lato della luna che è totalmente diverso da quello mostrato dalla Nasa.
    Ma ecco.. forse ci sono!
    Tutti gli utenti di quel programma sono tutti vittima del programma MkUltra e quindi totalmente soggiogati al volere del Nuovo Ordine Mondiale.

    Va la.. va la.. siete uno spasso…

  12. Mi faccia capire..
    A parte che non capisco perchè, anche ammettendolo:
    un software mostra la luna in un certo modo.
    la Nasa la mostra in un altro.
    Perchè il software fa giusto e la Nasa invece no?
    Inoltre:
    su che base razionale mi dice “la Nasa utilizza quel software”?
    Potrà anche essere vero ma quel software come ha avuto le mappe astrali?
    Forse le ha avute dalla stessa Nasa?
    Te lo dico io ma dovresti saperlo anche tu:
    Red Shift ha quei dati grazie al lavoro delle stesse sonde della Nasa e dei telescopi della Nasa, sopratutto grazie ad Hubble.
    Si rende conto delle cose senza senso che sta dicendo?

    Se poi è qua per fare pubblicità al suo articolo e al suo materiale è un altro discorso, ma non ci prenda per deficienti.

  13. Rimango sempre sorpreso dall’imbecillità delle sue domande….

    Inomtre, mi permetta…. lei è romano??? perchè “Tera” si scirve con due ere… come in guera!

  14. Il suo commento ironico mostra un uomo di mente ristretta.
    Non ho mai parlato di telescopio sulla terazza. Il lato oscuro non è invisibile con telescopi terrestri. Si mostra solo con satelliti.
    Almeno 2.000.000 di persone hanno acquistato e utilizzato REDSHIFT. Il programma non si occupa solo della luna ,ma anche del sistema solare e l’intera galassia. La Luna è un piccolo parte del programma .
    Ho osservalo le anomalie lunari in questo programma, perchè sono stato curioso e esperto in foto analisi. Ho riscoperto la verità. E voglio farla conosciuta a tutti.
    La luna di Google non mostra la verità. ‘E chiaro?

  15. No, non mostra un uomo di mente ristretta, mostra un uomo con raziocinio.

    Mi sto procurando il programma.
    Sono proprio curioso di sapere le anomalie.
    Ma me le può anticipare intanto?

    Mi faccia capire una cosa:
    come le sembra possibile che la Nasa dia una propria “versione” del lato nascosto della luna e il programma una propria versione se tutti e due si appoggiano ai rilevamenti delle stesse sonde?
    Perchè considerare che sia la nasa a sbagliare e non il programma, ammettendo che davvero esistano queste differenze?
    Me mi può indicare un esempio delle differenze con due immagini, una del programma ed una della Nasa?

    E non le sembra strano che su 2.000.000 persone che utilizzano il programma 1.999.999 non si siano accorti delle differenze? Come lo spiega questo?

  16. Rispondo a lei subito.
    Tutte le anomalie lunari, sono descritte nel mio libro. Le posso spedire un pdf con la comparazione tra le foto reali e le foto false.Sarà una grande sorpresa anche per lei, come per tutti colloro che hanno letto il mio libro.
    ‘E molto semplice. La versione di NASA e censurata.
    Almeno 100 strani oggetti esistono in REDSHIF ma sono scomparsi in foto di NASA. Per certo, NASA li ha sbagliati, non l’opposito.
    D’accordo. 2.000.000 persone hanno aquistato questo programma. Ma non per la LUNA. Esistono numerosissimi oggetti interesanti per studiarli, cioè pianeti, sateliti, galassie, cometi etc. in REDSHIFT. La LUNA non appare interessante a nessuno. Teoriticamente è stata esplorata dalle sonde americane e russe. Ma non è vero. L’aria oscura rimagne sconosciuta alla maggioranza. La nascondono fino ad oggi. ‘E spieggabile a lei?
    Non abbia ragione. Molti ricercatori hanno rilevato le anomalie della aria oscura tramite REDSHIFT. Non solo Io. Ed ancora una ultima cosa. REDSHIFT è un programma, costruito dagli scienzati …. Russi . Si Russi. Mo lo usano anche….gli Americani!!!

  17. Si, sarei molto interessato a qualche comparazione, giusto un paio di foto.
    Ma non mi interessa tanto vedere direttamente la foto ma sarebbe interessante anche sapere i link alle foto originali della Nasa da cui questi “oggetti” sarebbero scomparsi.
    Mi scusi la diffidenza ma in campo lunare ho visto tanti di quei ritocchi che ora vedere foto senza la fonte originale conta quanto leggere delle parole.

    Vede, la cosa che mi stupisce sono le sue convizioni.
    Le faccio un esempio:
    Lei dice:”Per certo, NASA li ha sbagliati, non l’opposito.”
    Perchè? Cosa le da questa convinzione?

    Lei dice:”Molti ricercatori hanno rilevato le anomalie della aria oscura tramite REDSHIFT. Non solo Io”. Mi faccia un esempio. Mi può fornire come e cognome di un ricercatore che sostiene questa teoria? Intendo quindi una persona sufficientemente referenziata.

    Lei dice:”Teoriticamente è stata esplorata dalle sonde americane e russe. Ma non è vero”
    Perchè non è vero?
    Cosa le da questa convinzione?

    Lei dice:”REDSHIFT è un programma, costruito dagli scienzati …. Russi . Si Russi. Mo lo usano anche….gli Americani!!!”.
    Mi da la fonte di questa notizia? Dove ha letto questa cosa?
    Se anche fosse vero: quindi anche i russi sarebbero coinvolti?
    Possibile che gli scienziati russi non abbiano notato queste differenze fra le foto della NASA ed il software?

    La ringrazio molto se vorrà inviarmi qualche foto da confrontare con anche i riferimenti di dove andare a vedere le foto originali della Nasa.
    Questo è il mio indirizzo:
    gianluca.frati@gmail.com

    Grazie

  18. Senti Frati. Non posso cambiare e-mails per sempre. Non ho tempo libero per rispondere in domande evidenti. In oltre, non è d’obligo che lei abbia la stessa opininione con me.
    Devo finire questa procedura cui.
    In Grecia diciamo ” è impossibile parlare al muro”.
    Nel suo email ho inviato una parte del mio libro in pdf. Le foto sono derivate dal REDSHIFT 5 e sono in alta analisi. Sempicemente queste foto non esistono in nessun sito della NASA. Sono nascoste dai tutti. Allora, non puό trovare riferimenti. Purtroppo.

    Grazie

  19. Mi spiace leggere ciò che ha scritto.
    In fin dei conti si era proposto lei:
    Poco fa mi aveva detto:
    “Le posso spedire un pdf con la comparazione tra le foto reali e le foto false.Sarà una grande sorpresa anche per lei, come per tutti colloro che hanno letto il mio libro.”

    E noto anche con mia grande sorpresa che prima mi aveva detto che le immagini della Luna di Redshift5 differiscono da quelle della Nasa.
    Poi le ho chiesto di indicarmi la foto originali della NASA che non riportano gli oggetti invece presenti in RedShift5.
    Ed ora invece mi dice che le foto originali della NASA nemmeno ci sono.
    Ma mi scusi: cosa paragona allora?
    Paragona delle foto di Redshift5 con.. nulla?
    E poi mi dice anche che le foto differiscono.
    Le foto di Redshift differiscono con cosa?
    Non capisco.
    Comunque nella mia mail non è arrivato nulla.

    Saluti

  20. Ultima spiegazione. Le foto lunari di NASA , in genere, non mostrano niente. REDSHIFT 5 è un programma porportionale con Google Terra. Non nasconde niente.
    Ho esaminato tutte le disponibili foto di NASA, anche il programma Google Luna sestesso, per molti mesi. Tutti i crateri col i loro nomi esistono in google luna. Ma quando il programma cresce la magnificazione, appare un formaggio giallo con bucchi!!!! Nessun dettaglio.
    Invece in redshift 5, appariscono incredibili dettagli. Obelischi, ponti, serbatoi, entrate, strade, muri, catene,etc.
    Chiudo la mia presenza con questo ultimo email.
    Arrivederci.

  21. Sotris,

    le ho risposto privatamente via mail.
    Ma le riassumo qua la risposta per onor di cronaca.
    Nel software gratuito Google Earth è presente una ampia sezione dedicata alla luna con foto dettagliate della superficie lunare con tutti i particolare che lei sostiene aver trovato solo su Redshift.
    Inoltre Google Earth – Moon riporta anche i link per poter andare a vedere le foto originali sul sito della Nasa: tutti i particolari a cui lei accenna sono ben presenti, quindi la Nasa non le sta nascondendo proprio nulla.
    Lei probabilmente si è appoggiato alle foto presenti sul sito google moon con tutte le limitazioni che ha quel sito, come vengono riportate chiaramente da Google stessa:
    http://www.google.com/moon/about.html

    Quelle mappe riportano le foto effettuate solo in determinate missioni.

    Per un maggior dettaglio le consiglio appunto di scaricare Google Earth che invece presenta foto molto più dettagliate ricavate da varie missioni e sonde.

    Seguirà approfondimento direttamente nulla sua mail ed in seguito sul mio blog.

    Saluti

  22. Sta continuando a non aggiornare l’articolo con la risposta del Sig. Attivissimo. Questa non è onestà intellettuale. La stessa, che Lei richiede a chi parla a favore dello sbarco lunare nel ’69.

    • A io faccio l’egricoltore devo preparare i campi alla semina autunnale
      B faccio il traduttore e la cosa non è veloce
      C faccio il curatore di bozze perchè la lingua italiana appartiene a pochi
      D ho due blog da aggiornare
      E scrivo articoli x UFO Magazine e altri giornali
      F sto finedo un libro (non sulla luna ma su una analisi comparata dei sistemi digitali e analogici, (‘pornografia’ x ingegneri) questo x tranquillizzare le angosce, si sa mai)
      G ho due gatte da accudire sopratutto xè non ho voglia di farle sterilizzare (a proposito vuole un gattino?)
      H faccio il consulente informatico PHP sql SEO, Flash ecc

      ben prima che il satellite cadesse avrei potuto scrivere tranquillamente che con tutte le variabili in ballo solo degli IDIOTI avrebbe potuto pensare che quegli sconquassati della Nasa avrebbero previsto dove cadeva.
      Ho fatto un favore ad Attivissimo.

      • Ma con tutti questi impegni, dove lo trova il tempo per scrivere le tonnellate di insulsaggini con cui farcisce il suo blog?

        ps: credo che un copia&incolla della risposta di Attivissimo le avrebbe impiegato un decimo del tempo che ha speso per questa risposta.

  23. Ho provato a inviare una risposta ma non è apparsa. Forse il testo era troppo lungo? provo a a dividerlo in due parti

    1 ————–

    Sotitis Sofias ha scritto: “C’è un programma straordinario REDSHIFT 5 che mostra il lato oscuro della luna.”

    Se è per questo, di programmi che mostrano il lato nascosto della Luna (fotografato negli anni ’60 dalle sonde Orbiter e nei ’90 dalla Clementine e visto e fotografato per la prima volta da esseri umani durante la missione Apollo 8) ce ne sono tanti, e molto migliori di RedShift 5. Il migliore a mio parere è Starry Night.

    Ma torniamo a Redshift 5, un vecchio software che è contenuto in un unico CD. Solo ed esclusivamente quella vecchia versione secondo Sotiris Sofias contiene foto vere e credibili della Luna, le versioni successive no.
    Ohibò! e perché mai? sono state manipolate dai falsificatori della bieca NASA, dai cattivi della Spectre? da Gambadilegno?

    Non si sa, Sotiris si limita a dire che “esistono 5-6 edizioni di REDSHIFT, ma lolo in REDSHIFT5 esistono tutti i dettagli.del latte oscuro”. Sì abbiamo capito… il lato oscuro…

    Come mai Sotiris sostiene a spada tratta solo il vecchio Redshift 5 e non le recenti versioni 6 e 7? un motivo c’è: nelle versioni più recenti di quel software, e nei programmi simili più sofisticati, la Luna è raffigurata usando le foto riprese dalle sonde spaziali che hanno orbitato attorno alle Luna mentre nella vecchia versione 5 la Luna è… UN DISEGNO!
    Sia il lato rivolto verso la Terra che il lato opposto che si trovano in Redshift5 sono DISEGNI.

    Sappiamo anche da dove vengono quei disegni, sono illustrazioni all’aerografo (prima dell’avvento della computergrafica ho lavorato per anni con l’aerografo, in solaio ho ancora il compressore funzionante) e sono state realizzate dal disegnatore David Seals (che lavora per la sezione Jet propulsion Laboratory della NASA) sulla base delle foto della sonda Clementine (della NASA). Ad esempio queste, che come si nota anche nel titolo sono definite “aerographe”:

    (continua)

  24. 2 ————–

    Ecco perché Sotiris preferisce quelle versioni. In quegli approssimativi disegni può trovare tutte le anomalie che gli pare. Le foto invece, nella loro scarna verità annullano ogni fantasia del nostro scrittore di fantascienza preferito: Sotiris Sofias, quello che scrive:

    – “Date un’occhiata al mio articolo MISTERO DELLA LUNA che esiste in qusto blog. Le foto sono meravigliose, ad alta risoluzione e completamente diversi da quelle censurate dalla NASA.Sono sorpreso. Non vedete le differenze? La luna che vi mostrano è falsa. Ma visto ch’ è sostenuto dalla NASA è un assioma!!!
    Almeno 100 strani oggetti esistono in REDSHIF ma sono scomparsi in foto di NASA. Per certo, NASA li ha sbagliati, non l’opposito.”

    Ma certo, sono sempre i cattivi della NASA che ci impediscono di conoscere la verità… Purtroppo Sotiris, le “foto” che pubblichi nella pagina
    https://pianetax.wordpress.com/edizione-italiana-il-mistero-della-luna/
    e nel tuo libro, da pag 105 in poi, sono DISEGNI e non fotografie ad alta risoluzione. Disegni che comunque sono stati realizzati per un “Atlante Lunare Virtuale” da David Seals, un disegnatore specializzato della NASA.
    http://www.ap-i.net/avl/doc/UK_Doc.html
    http://goo.gl/WD6wY

    Ma se Sotiris e i suoi lettori e sostenitori hanno paura delle vere fotografie, lasciamoli fare, che continuino pure a giocare coi vecchi disegnini.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: