MH370 e MH17 “de noantri”?

Ascoli Piceno, 20 agosto 2014 - Continuano senza sosta le ricerche dei quattro militari dispersi dopo il terribile incidente avvenuto ieri pomeriggio nel cielo di Ascoli. Due Tornado dell’Aeronautica Militare si sono scontrati (foto) tra le 16.25 e le 16.30 sopra Mozzano, una frazione del capoluogo. Gli aerei stavano svolgendo attività addestrativa e si sarebbero scontrati in volo finendo poi contro le colline che cingono la città e provocando un incendio (video 1 e 2) tra Olibra e Venarotta.
Le ricerche, che vedono in prima fila forze dell’ordine ma anche squadre speciali, si stanno concentrando sui quattro uomini a bordo degli aerei. Gli esperti dell’aviazione hanno anche assicurato che i quattro sono riusciti a lanciarsi con il seggiolino eiettabile avendo ricevuto il segnale radio di attivazione del sistema di espulsione (ma nessuno dei testimoni racconta di aver visto i quattro ‘espulsi’ dagli aerei, qualcuno parla di uno, altri di due paracaduti, ma nessuno quattro). Nella tarda serata di ieri è stato trovato un paracadute arancione a Casamurana, frazione di Mozzano, pochi chilometri prima del luogo dell’impatto.
Le pattuglie della Stradale che presidiano le strade per garantire la viabilità stanno lavorando con i lampeggianti accesi per poter offrire un eventuale riferimento ai superstiti. Sul luogo le squadre dei vigili del fuoco, Canadair, aerei della protezione civile che per tutta la notte sono state impegnate nel circoscrivere e domare ben cinque focolai d’incendio che hanno interessato in particolare Gimigliano e Olibra, frazioni di Venarotta dove sono stati ritrovati un motore e vari pezzi dei due aerei.
Uno di questi è caduto su un’auto in località Poggian’sù, schiacciandola, mentre a Roccafluvione l’onda d’urto ha mandato in frantumi i vetri di una casa. La Procura di Ascoli non ha ancora aperto un fascicolo sullo scontro in volo dei due Tornado militari, ma dovrebbe farlo oggi, ipotizzando il reato di disastro colposo. Ieri sera il sostituto procuratore Umberto Monti ha effettuato un sopralluogo nell’area del disastro, poi c’è stata negli uffici della Procura una riunione operativa per delineare la strategia di ricerca dei dispersi.
(Il Resto del Carlino)

Come è possibile che sia stato ritrovato un paracadute senza pilota? Se gli aeroplani si sno disintegrati nella collisione, come avrebbero potuto tutti e quattro i piloti lanciarsi col paracadute?  A meno che la collisione sia sta intenzionale e i piloti si siano lanciati qualche decina di secondi prima. Ma in tal caso, dove sono finiti gli equipaggi?
Come mai nel 2014 si sono succeduti diversi incidenti aerei nelle forze armate in Italia?
PS E’ stato ritrovato il tesserino plastificato con foto di uno dei 4 piloti che erano a bordo dei due Tornado militari. Vedete che è come l’MH17 e l’11-9-2001. Non trovano i corpi, ma trovano i documenti pressoché integri!
PS Malaysia target of ‘ISIS-like’ attack plan Malaysian police say group arrested on terror charges shares ideology with ISIS, Boko Haram. (CNN) Vedete che è tutto collegato, come vi sempre detto io.

http://www.ilrestodelcarlino.it/polopoly_fs/1.135186.1408474895!/httpImage/image.jpg_gen/derivatives/gallery_800/image.jpg

di Albino Galuppini Inviato su Pianeta X

Scontro in volo sui cieli delle Marche tra due caccia Tornado: 4 militari dispersi

Due aerei militari Tornado si sono scontrati in volo a Mozzano, frazione di Ascoli Piceno e sono poi precipitati. L’incidente è avvenuto durante un’attività di addestramento. Sul posto per i soccorsi vigili del fuoco e carabinieri di Ascoli Piceno. L’Aeronautica militare ha inviato un team di esperti sul luogo dell’incidente.
“Dalle prime informazioni che abbiamo a bordo dei due aerei militari che si sono scontrati c’erano 4 piloti che risultano dispersi. Al momento le informazioni sono ancora frammentarie” riferisce all’Adnkronos è il sindaco di Ascoli Piceno Guido Castelli che, appresa la notizia, si sta recando sul posto. “La zona interessata è quella di Mozzano – racconta il sindaco – e a seguito dello scontro sono scoppiati incendi in diverse aree che al momento non sembrerebbero aver coinvolto civili”.
Le squadre di soccorso intervenute sul luogo dell’incidente avrebbero rilevato dei segnali. Potrebbe trattarsi degli impulsi provenienti dai seggiolini eiettabili con i quali i militari che si trovavano a bordo potrebbero essersi lanciati dopo lo scontro in volo. I Tornado erano partiti dalla base del 6° Stormo di Ghedi (Bs).
“Abbiamo sentito un fortissimo boato e quando abbiamo alzato gli occhi al cielo abbiamo visto dei pezzi di aereo che cadevano” racconta all’Adnkronos una testimone che vive a Roccafluvione. “Qui in paese – racconta ancora – tremava tutto, poi sono divampate sulle colline le fiamme che sono ancora in corso. Ora i vigili del fuoco sono al lavoro per domare gli incendi ma la zona è impervia”. (ADNKronos)

Chissà che c’è di misterioso in questo incidente. Forse una scusa per acquistare gli F-35? Chi sono i piloti coinvolti? Da mesi io sento un incremento di voli militari qui a Ghedi. E anche un incremento di scie chimiche anche in questi giorni. Domenica tutto il giorno e ieri sera. Infatti, oggi brutto tempo e trombe d’aria su tutto il Nord.
ADDENDUM Incredibile incidente sopra Mozzano tra le 16.25 e le 16.30. I due jet stavano svolgendo attività addestrativa. Quattro piloti risultano dispersi. Un testimone: “Un aereo veniva dalla costa, lasciava una scia bianca” (Il Resto del Carlino – Ascoli) Un scia bianca??? Avaria o cosa… (Localizzato un paracadute)

Come fa a saltare col paracadute se i due aerei si sono disintegrati in volo?

di Albino Galuppini Inviato su Pianeta X

Iraq, il governo italiano vuole fare presto: armi ai curdi entro la settimana

Dopo l’informativa del governo alle Camere, in programma mercoledì, potrebbe avere tempi strettissimi il ponte aereo per la fornitura di armi ai peshmerga curdi in Iraq. Il progetto potrebbe essere concretizzato in 2-3 giorni, entro la settimana.
La parola d’ordine è fare presto, perché sul campo la situazione è quantomai fluida ed ogni indugio può rivelarsi dannoso per le sorti del conflitto tra peshmerga curdi e milizie jihadiste in Iraq. Dopo l’informativa, in programma mercoledì di fronte alle Commissioni Esteri e Difesa delle Camere da parte del ministro degli Esteri Federica Mogherini e del ministro della Difesa Roberta Pinotti, il ponte aereo tra Roma ed Erbil potrebbe essere organizzato in tempi strettissimi e non si esclude che il primo aereo C-130J carico di armamenti per i combattenti curdi possa arrivare a destinazione -sottolineano fonti qualificate all’Adnkronos- anche in 2 o 3 giorni.
Le pianificazioni dell’intervento vengono messe a punto in queste ore presso gli stati maggiori. Saranno gli esponenti del governo a delineare nel dettaglio la fisionomia dell’iniziativa italiana, su cui, anche per la delicatezza dell’argomento, l’esecutivo ha voluto informare preventivamente il Parlamento. Nel frattempo, è da qualche giorno che si susseguono tra Roma ed Erbil i voli nell’ambito della missione di aiuto italiana che ha trasportato nelle zone del conflitto acqua, viveri e generi di prima necessità.
Quanto alle armi e alle munizioni che potrebbero essere fornite dall’Italia ai peshmerga per le operazioni dirette ad arrestare l’avanzata dei jihadisti dell’Isis, un limite tecnico è costituito dal fatto che i combattenti curdi utilizzano e hanno sempre utilizzato materiali di fabbricazione ex sovietica. Per quanto riguarda l’Italia, nell’ambito dell’iniziativa comune che ha preso forma all’ultimo consiglio europeo, non si esclude quindi di fare eventuale ricorso ai kalashnikov, circa 30mila, e alle tonnellate di munizionamento sequestrati nel 1994, nel pieno delle guerre nei Balcani, ad una nave da trasporto partita dall’Ucraina e diretta a Spalato.
Possibile anche la fornitura di armi ‘non letali’ come puntatori laser, dispositivi anti-bomba, giubbotti antiproiettile, sistemi di comunicazione radio. E forse anche, ma sono in corso valutazioni di compatibilità con gli attuali standard operativi e addestrativi delle milizie curde, qualche vecchia mitragliatrice Browning o fucili mitragliatori Mg da anni non più in uso presso le forze armate italiane. (ADNkronos)

Ci coinvolgono nel nascente conflitto globale. Tutto come previsto. Isis (Iside) è una creazione degli USA. I feroci massacri inducono i paesi europei a entrare nel conflitto.
Isis con tutta probabilità è la nuova Al Qaeda al servizio del NWO.
Il prossimo passo, vedrete, sarà di effettuare qualche attentato in Europa, per vendetta, in modo da accelerare l’escalation. Forse con qualche ultraterrorista di Isis che, al pari dei tizi dell’11 settembre, non sa distinguere un buco del culo da un buco per terra. Ma, da Repubblica alla CNN, si certificherà che ha prodotto in cantina tonnellate di virus Ebola per sterminare gli infedeli cristiani in Europa.
Dietro i passamontagna dei militanti di Isis, come di quelli di Boko Haram, ci sono probabilmente sadici mercenari reclutati dalla CIA. Alcune fotografie dei “militanti” sembrano dei packshot pubblicitari. Ci avete fatto caso?
La postura e il modo di impugnare le armi di questi signori, rammenta da vicino l’addestramento di truppe speciali americane tipo i SEALS. Chi li addestra a massacrare i membri di Isis?
E scopriamo, solo oggi, che l’Italia aveva in serbo 30mila kalashnikov e tonnellate di munizioni, pronte da regalare generosamente. Senza spese per il contribuente, sia mai. Sequestrate nel ’94 a una nave  (scommetto battente bandiera liberiana) proveniente dall’Ucraina (non dalla Malesia???).

PS ‘Siamo alla terza guerra mondiale’. Be’ non bisogna essere il papa per capire che ormai ci siamo. Buona WWIII a tutti!

ADDENDUM 19-8 Come vi scrivevo ieri, ci tirano dentro, il pupazzo telecomandato obbedisce:
Iraq: domani Renzi a Baghdad e Erbil Il premier sarà a Baghdad e poi ad Erbil per fare rientro in serata a Roma.
Visita lampo domani del presidente del Consiglio Matteo Renzi in Iraq. Il premier, a quanto si apprende da fonti di Palazzo Chigi, sarà in giornata a Baghdad e poi ad Erbil per fare rientro in serata a Roma.

Articoli di approfondimento: Previsioni per il 2014, facili profezie

http://www.scotsman.com/webimage/1.3223843.1386366298!/image/1930508342.jpg_gen/derivatives/articleImgDeriv_628px/1930508342.jpg

MH370, MH17 ed Ebola legati da un “fil rouge”

Cinque mesi dopo la scomparsa del volo MH370, è avvenuto un misterioso fatto. Qualcuno ha sottratto 111 mila yuan o RMB, la divisa cinese, da 3 conti di alcuni passeggeri che erano a bordo del Boeing 777 di Malaysia Airlines.
Evidentemente qualcuno vuole ribadire che nessuno deve raccogliere soldi per investigare la scomparsa del velivolo. Una banca di Kuala Lumpur ha notato l’ammanco il 18 luglio, quando in Europa era ancora il 17.
L’abbattimento di un Boeing identico, il 17 luglio il cui primo volo era stato esattamente 17 anni prima, il 17-7-97, non è bastato come monito.
A bordo di questo ultimo, assieme a oltre cento esperti di AIDS, viaggiava Glenn Thomas, uno dei massimi specialisti di HIV ma sopratutto di Ebola. Alle dipendenze dell’OMS, stava sperimentando un sedicente vaccino in Africa inoculando una nuova varietà del virus Ebola.
Dopo la morte di Thomas, stranamente, l’epidemia di Ebola è divampata in tutto il suo potenziale. Probabilmente costui, per conto dell’ONU, stava sperimentando un virus mortale per ridurre la popolazione mondiale.
Mi vengono in mente gli attentati di Londra del 7-7-05 in cui i malcapitati “terroristi islamici” erano convinti di stare partecipando ad un’esercitazione antiterrorismo.
Solo farneticazioni, pensate voi?

http://autismovaccini.org/2014/07/26/epidemia-ebola-perche-e-stato-assassinato-glenn-thomas/

di Albino Galuppini Inviato su Pianeta X

Brasile: precipita jet, morto il candidato presidente Campos

Eduardo Campos, uno dei candidati alla presidenza del Brasile, è morto in un incidente aereo.
Il velivolo – un aereo privato e non un elicottero, come era stato detto in prima battuta – si è schiantato in una zona residenziale della città di Santos, sulla costa dello stato di San Paolo. Lo ha rivelato un comunicato diffuso dall’Aereonautica militare del Brasile (Fab).
Secondo la Fab, l’aereo precipitato nel quartiere di Boqueirao è un Cessna 560-XL che era partito circa un’ora prima dall’aeroporto Santos Dumont di Rio de Janeiro e si dirigeva verso l’aeroporto di Guarujà di Santos: il velivolo avrebbe avuto problemi quando si stava preparando ad atterrare, a causa del maltempo, e subito dopo la torre di controllo ha perso ogni contatto radio.
pompieri di Santos hanno detto inizialmente che l’incidente ha causato almeno 11 feriti, mentre la prefettura locale ha riferito di quattro persone ricoverate d’urgenza, ma non esiste ancora un bilancio ufficiale e definitivo di vittime.

Altro strano incidente riguardante la politica di uno dei BRICS. Oggigiorno, nessun aereo precipita per niente.

Aereo passeggeri precipita in Iran

Un aereo passeggeri è precipitato stamani vicino all’aeroporto di Mehrabad di Teheran. I 40 passeggeri a bordo del volo, si teme siano tutti morti con gli 8 membri dell’equipaggio.
Assistiamo ad un’escalation di aeroplani “precipitati” proprio nelle zone di guerra controllate dal NSA e CIA.
Ucraina, Tunisia e ora Iran.
Raid Usa su Iraq, ‘Non sarà breve’. Obama, da me scritto ancora prima che venisse eletto nel 2008, è stato creato per scatenare la terza guerra mondiale da cui gli USA vorrebbero uscire vincitori assoluti. Sardegna, riprende e distrae uno squalo e posta tutto su FB. Non solo i media italiani hanno avuto l’ordine di alimentare la finta dicotomia Renzi-Grillo (come vi dicevo 2 anni fa), ma anche di fare pubblicità gratuita alle aziende americane.
http://www.dailysabah.com/opinion/2014/07/01/barack-obama-the-chief-sponsor-of-isis Isis è stata creata dalla CIA (al pari di Al Qaeda) per commettere ogni atrocità possibile e immaginabile, specie contro le religioni (anche quella musulmana), in modo tale da forzare l’Europa a entrare in guerra.
Le cosiddette “riforme” di Renzi (pungolate dal M5S anticasta) servono solo a ingabbiare il paese, eliminando la democrazia, affinché nessuno possa opporsi al NWO. Anche un bambino ormai l’ha capito.
Disastro aereo Teheran

https://pbs.twimg.com/media/Bup9zR9IMAAhTzX.jpg:large

di Albino Galuppini Inviato su Pianeta X

Diplomatico statunitense diffonde Ebola in Nigeria

Quattro casi di Ebola sono stati identificati in Nigeria. Gli infettati sono paramedici e addetti alle pulizie nell’ospedale dove era stato ricoverato il diplomatico americano Patrick Sawyer, di origine liberiana. Egli proveniva dalla Liberia su un volo di linea. Si era sentito male una volta atterrato a Lagos, il 23 luglio, e deceduto in ospedale verso la fine del mese.
Il Ministero della Sanità canadese ha già sancito che il virus di Ebola si diffonde per semplice vicinanza fisica e questo esempio lo dimostra platealmente.
Suona curioso, al solito, che per un virus che dovrebbe annidarsi nelle fitte foreste africane, ci siano sempre di mezzo gli Stati Uniti.

ADDENDUM Ebola: New Details Suggest Patrick Sawyer Escaped Quarantine In Liberia Before Heading To Nigeria. “Because he had contact with somebody who died from Ebola, he was quarantined in his own country, but he evaded the quarantine and came to Nigeria…” Forse stanno cercando di criminalizzarlo, io ritengo che il piano fosse proprio di portare il virus in Nigeria.

di Albino Galuppini Inviato su Pianeta X

Una coscienza sveglia

Come avete visto, del volo MH370 scomparso l’8 marzo scorso, non parla più nessuno. Nessuna associazione di famigliari dei dispersi promette più ricompense milionarie a chi fornisca notizie sulla fine del Boeing 777.
Come da me ipotizzato, l’abbattimento dell’altro volo di Malaysia Airlines, MH17, il 17 luglio, è servito da messaggio intimidatorio. Sulle strategie del NWO non ci si deve porre troppe domande. Adesso hanno incaricato una oscura compagnia olandese di cercare il relitto del volo MH370 entro un anno. Naturalmente non troverà nulla, è una finta.
Intanto, Obama sta dichiarando guerra a tutto il mondo ma, siccome è nero, nessuno può criticarlo. Per questo i poteri occulti l’hanno insediato. Per scatenare la terza guerra mondiale senza virtualmente opposizione alcuna. Isis (Iside) è un termine da poteri forti come Osiris (Osiride a bordo della sonda Rosetta), Alba Dorata (golden dawn) eccetera. Anche M5S, Tsipras, Femen, popolo viola, Antagonisti, Indignati ecc fanno tutti riferimento alle banche e alla finanza. (Avete mai sentito un “indignato” o un “leoncavallino” protestare contro il signoraggio bancario?)
Quindi ci siamo, il mio consiglio è di togliere ora i soldi da ogni investimento azionario, obbligazionario e acquistare beni tangibili, difendibili a mani nude: case, terreni agricoli, boschi, metalli preziosi e rari. Non certo cellulari, automobili, tv ultima moda e vestiti che non varranno niente tra 10 anni (a meno che siano oggetti che si pensa di fare durare molto tempo).

Apollo 11: registrazione integrale di una beffa

Questo è il video a colori non tagliato di una parte del viaggio di Apollo 11 “verso la Luna”. Gli astronauti inquadrano, nel buio della navicella, la Terra da un oblò. Il motivo è di fare credere di essere a metà strada fra la Terra e la Luna. In realtà, si trovano in orbita bassa terrestre. Come tutte le spedizioni umane nel cosmo, prima e dopo di loro.
Bart Sibrel detiene il merito di questa scoperta in questo filmato che non avrebbe dovuto essere reso pubblico.
Al minuto 00:25 si sente un “talk” (“parla”) con cui un misterioso terzo interlocutore sprona gli astronauti a farsi sentire per rendere realistica la messa in scena. Buona visione.

Vimana: gli UFO dell’antichità

I Vimana sono le macchine volati descritte nei testi vedici indiani, scritti in sanscrito, vecchi di quasi 8 mila anni. Dedicato ad esse, in edicola, un libro a cura di Roberto Pinotti intitolato: Vimana: gli UFO dell’antichità.

Roberto Pinotti - Vimana: gli UFO dell'antichità