In America occultano i pazienti affetti dal virus di Ebola

Se uno non conoscesse l’America, potrebbe trovare questa notizia inattendibile o esagerata. Uno che la conosce, la trova scontata. Sembra che in giro per gli Stati Uniti diversi casi sospetti di Ebola siano stati fatti sparire nottetempo dagli ospedali e cliniche, senza che il personale sanitario ne abbia saputo più nulla.
Non sarebbe una novità per uno stato che ha simulato lo sbarco sulla Luna. Per rimanere in anni recenti, le vittime americane nelle infinite guerre mediorientali sono assolutamente sottostimate. Nelle sterminate campagne e sconfinate periferie urbane è difficile verificare quanti soldati siano effettivamente periti nei conflitti dell’ultima superpotenza rimasta.
Alex Jones di infowars.com tratta la questione in questo video citando svariate testimonianze e fonti giornalistiche di quotidiani locali che riferiscono di persone con sintomi tipici di Ebola misteriosamente scomparse, da un momento all’altro, per non diffondere il panico tra la popolazione. In un paese che si basa sulla mobilità sociale, essendo il succo dell’economia, spaventare turisti, compratori e viandanti è uno degli eventi meno auspicabili. Ogni anno in America svaniscono nel nulla decine di migliaia di persone, chi volete faccia caso a questi?

Ebola sbarca a New York e altre minuzie

Un medico che aveva prestato soccorso nelle zone africane colpite da Ebola è stato ricoverato d’urgenza ieri in un ospedale di New York City. Si tratta del dottor Craig Spencer di Medici senza Frontiere. Egli ha febbre e disturbi gastrointestinali e una diagnosi preventiva conferma la presenza del virus letale.
Il dottore operava in Guinea ed è rientrato in USA il 17 ottobre scorso attraverso l’aeroporto J. F. Kennedy passando i controlli senza problemi in quanto non mostrava alcun sintomo. Ha cominciato a soffrire di affaticamento fisico il giorno 21 nel suo appartamento di Harlem. Dal 17 a ieri probabilmente è venuto in contatto con molte persone dell’affollata “grande mela”. Alcuni conoscenti dell’uomo si sono rinchiusi volontariamente in casa propria in attesa di accertamenti.
Riguardo al virus Ebola, ho già fatto notare alcune ‘deviazioni statistiche’. Il fatto che i cittadini americani, per esempio, guariscano molto più facilmente degli appartenenti ad altre nazionalità.
Ma a ben vedere, il virus di Ebola sembra presentare (un caso?) elementi di segregazione razziale. Infatti, non so se lo avete notato anche voi, ma a morire sono sopratutto non bianchi. I due americani morti sono di colore, Patrick Sawyer e Thomas Duncan, le due infermiere infettate a Dallas, curando Duncan, una è nera e l’altra ‘gialla’, di origine vietnamita a giudicare dall’aspetto e dal cognome. Mentre tutti i cittadini americani di razza bianca finora infettati sono guariti perfettamente. Verifichiamo l’andamento di questi altri ammalati.
Un fatto curioso che lascia perplessi come apprendere che un medico implicato nella cura di Ebola non sia stato messo in quarantena precauzionale nel momento stesso del suo arrivo in America.
AGGIORNAMENTO 17:21 Nina Pham, l’infermiera ‘gialla’ è stata dichiarata guarita da Ebola a Dallas. Una buona notizia.

Ebola a New York, Bellevue Hospital dove è ricoverato Craig Spencer

di Albino Galuppini Inviato su Pianeta X

Gianni Lannes scrive una lettera all’ambasciatore USA in Italia

LETTERA APERTA all’ambasciatore degli Stati Uniti d’America, John R. Phillips
Ambasciatore Phillips, poiché i governanti italiani si dimostrano succubi del suo governo stanziato a Washington, e se ne infischiano dell’avvelenamento arrecato al territorio e dei danni alla salute provocati dall’irrorazione bellica che perdura sui centri abitati italiani da qualche decennio, disdegnando di fornire chiarimenti al popolo “sovrano” rifiutandosi di rispondere agli atti parlamentari (interpellanze e interrogazioni), la invito ad informare il suo Dipartimento di Stato e il presidente Obama, invitandoli a sospendere immediatamente le operazioni di cosiddetta “ingegneria ambientale” realizzata segretamente nel mio Paese. Sono disponibile ad un confronto pubblico con Lei sul tema.

Dear Mr. Phillips,

I have been following alternate sites, gathering information on chemtrails and other various experiments conducted in the atmosphere. As I am sure you are aware thousands of people have been reporting on chemtrail activity worldwide for a number of years now. The internet is loaded with videos and photos depicting this activity with many theories surrounding this topic. Some theories pretty far out there. This subject sparked my interest several years ago. Being a retired police investigator in combination with a part time videography and photography business I began taking video and photos of chemtrail activity over the Puglia. In the past two years I have compiled thousand of photos and hundred of hours of color, infrared and full spectrum footage of these events. Utilizing a 1400 mm lens I have been able to capture spraying jets activate and deactivate the spraying apparatus with different length trails targeting various unusual cloud formations. Along with chemtrails I have captured other strange experiments of what appears to be man made cloud formations that are somehow anchored in the sky unaffected by high winds. These various cloud formations are continually sprayed by jets targeting the upwind portion of the cloud. As the cloud remains stationary the rear portion of the cloud emits cloud material that is carried away by the wind. Like the exhaust of an internal combustion engine (Tail Pipe). On one occasion videoing one very large cloud, I observed on radar this cloud material being carried away into Italy. Other strange triangular craft have been captured worldwide releasing cloud material and interacting with chemtrail spray. I have also captured these craft as well. I do not believe in UFO’s or ET’s from another planet but these craft are strange. I have captured all these events by simply pointing my cameras to the sky from my ranch in the Puglia. One small area of sky. As stated these events are being captured worldwide. Over the past two years I have supplied all my footage and photos to chemtrail activists, talk radio personalities and research groups in a hope to find answers to these ongoing geo engineering / chemtrail / cloud operations. Most researchers, activists, and alternate news reporters believe all this activity to be a clandestine operation with serious health issues resulting from this activity. I believe there is a logical scientific explanation of these events and have received help from constituents in finding answers. These events go way beyond simple contrails. I am contacting NASA in hope that their open door policy of transparency to the public will shed some light and information to this activity. If possible please forward information on these activities and I will forward that information to my constituents in the hope of bringing a logical explanation to these activities. Thank you for your time.

Sincerely,

Gianni Lannes

Quando tre anni fa circa cominciai a scrivere la biografia di Bill Kaysing, mi fu consugliato di contattare un suo amico per documentarmi.
Scambiando delle email con la pesona, venni a sapere che viveva Washington DC ed era ben immanicato dol Dipartimento di Stato. Così, per curiosità, gli chiesi notizie di geopolitica.
Mi confermo indirettamente, ma non tanto poi, che ci sono gli USA dietro al progetto di superstato europeo in fieri e, quando gli chiesi dell’Italia, mi rispose testualmente: “Signor Galuppini, io e mia moglie desideriamo visitare l’Italia, ma temo non faremo in tempo prima che scoppi il finimondo [come in Grecia]“.
Scrivere queste lettere non serve a nulla, gli americani ci condsiderano un protettorato di straccioni ad uso e consumo loro.
Non diversi da Pakistan, Libia o Egitto, siamo un “poligono di tiro” per esperimenti di geoingegneria ambientale non meno che di geoingegneria sociale per implementare il modello socioculturale d’oltreoceano.
Sul territorio italiano ci sono oltre 100 tra installazioni e basi militari statunitensi. Per fare un’analogia abbastanza calzante, noi abbiamo la stessa libertà dagli USA che un dipendente Mediaset da Barlusconi, con la non trascurabile differenza che noi  neanche ci possiamo licenziare.
ADDENDUM ‘Berlusconi apre su gay: ‘Legge tedesca giusto compromesso” vedete che B. senza passaporto e immunità (grazie a Grillo) deve fare passare tutte le porcate, poi ius soli, droga libera, eutanasia, aborto e pedofilia legalizzate col silenzio-assenso del papa massone che sta obbligando il Sinodo ad accettare la luciferinizzazione della dottrina cattolica.

http://www.ilsole24ore.com/art/tecnologie/2014-10-23/e-milano-citta-piu-smart-d-italia-ma-standard-europei-restano-lontani-170119.shtml?uuid=ABvHj75B Come vi dicevo anni fa, l’Expo serve a trasformare Milano in città globale americanizzata in cui gli edifici di Citylife servono a sostituirne il simbolo al posto del Duomo come Notre Dame (sempre la Madonna) fu sostituita dalla tour Eiffer per l’expo del 1889. L’articolo è aria fritta, serve solo ad abituare la gente al nuovo ‘skiline’ milanese. per impore l’inglese come prima lingua, vedi Politecnico, hano messo suu Pisapia che ha dichiatato di non essere mai stato comunista. Pisapia è stupido come del resto Maroni, altro agente degli USA, Potere e stupidità, pessima combinazione.
Gianni Lannes

Cina sperimenta andata e ritorno dalla Luna

Dopo il fallimento parziale della missione Coniglio di Giada, quasi un anno fa, oggi una nuova spedizione lunare cinese dovrebbe decollare.
Il compito della capsula, senza nome, è di compiere una o più orbite circumlunari per poi verificare l’efficienza e sicurezza di un sistema di rientro nell’atmosfera terrestre ad alta velocità. Si tratta essenzialmente di un esperimento di viaggio di andata e ritorno dalla Luna con atterraggio per mezzo di un paracadute. Interessante il fatto che la sonda porta con sé un dosimetro costruito dalla società spagnola iC-Málaga che misurerà l’ammontare del livello radioattivo nello spazio e attorno al satellite.
L’obbiettivo ufficiale consiste nel mettere a punto la tecnologia per la missione robotica Chang’e 5, prevista per il 2017, la quale dovrebbe allunare per riportare alla base campioni di suolo del pianeta come lo chiamano i cinesi.
Molto probabilmente la prima potenza economica oramai al mondo sta preparando la conquista della Luna da parte di uomini con occhi a mandorla.
Cina sperimenta andata e ritorno dalla Luna

Giornalista scomoda muore in incidente stradale dopo accusa di spionaggio

Serena Shim giornalista libanese-americana è deceduta ieri in un pauroso incidente stradale tra Siria e Turchia. Lavorava per il canale televisivo iraniano Press TV, e stava rientrando in albergo dopo un reportage presso Suruc, località rurale situata vicino al confine siriano, da cui molti giornalisti seguono l’assedio di Kobane da parte dell’Isis.
L’increscioso sinistro della strada è avvenuto un solo giorno da quando era stata accusata dai servizi segreti turchi di ‘stare spiando’.
Ciò che è probabilmente costato la vita alla donna, madre di due bambini piccoli, è di avere scoperto che militanti Isis venivano trasportati attraverso il confine turco-siriano a bordo di camion con le insegne di organizzazioni non governative e alcuni con scritte World Food Organisation.
Se così è, non mi stupirebbe affatto. Vi ho spiegato diverse volte che Isis è una creazione di ONU, Nato e USA e “organizzazioni non governative” talora sono coperture per operazioni dei servizi segreti e terzisti della CIA. Scopo: unificare il mondo arabo (tipo UE) e annientare i simboli delle religioni. Infatti, Isis distrugge ugualmente chiese e moschee e ogni riferimento religioso, con efferata brutalità, dimostrando che la religione islamica non c’entra niente.
Vi spiegai settimane fa che le decapitazioni dei giornalisti mi sembravano un chiaro segnale ai media occidentali che la verità ufficiale su Isis non  va discussa in alcuna maniera.
Ovviamente, lavorando per un’emittente iraniana, nemica degli USA, la reporter prima è stata avvertita, con l’accusa di ‘spionaggio’, da parte di Ankara (= NATO), avendo capito che non avrebbe desistito dal proseguire le sue indagini sui militanti a volto coperto di Iside (che potrebbero benissimo essere mercenari occidentali di Academi, come si chiama adesso Blackwater), non hanno avuto altro sistema che ammazzarla per proseguire l’atroce sceneggiata.
Sarebbe interessante visionare il materiale filmato e fotografico in possesso alla giornalista ma scommetterei tutto l’oro del mondo che è andato perduto nell’incidente.
Purtroppo non ci possiamo fare niente.

Noi siamo stati fra i primi sul posto – se non i primi – a coprire questa storia. Militanti che attraversano il confine turco. Ho immagini di loro dentro autocarri del World Food Organisation. Apparivano dei militanti dalle loro barbe, dagli indumenti che vestivano e loro stavano entrando a bordo di camion delle ONG. Lo trovo bizzarro. (Serena Shim)

ADDENDUM ‘Ceo di Total Christophe de Margerie morto in incidente aereo’ Sembra proprio un altro caso Mattei, probabilmente ennesimo avvertimento all’euroscetticismo dei francesi ma è presto per una interpretazione autentica.
Serena Shim

«Tornado del capitano Valentini a quota non prevista»

«Tornado del capitano Valentini a quota non prevista»

Novemila piedi (circa 2.700 metri) e non mille (300 metri), quota dello schianto. L’aereo del capitano Mariangela Valentini, pilota di uno dei due Tornado del Sesto stormo di Ghedi coinvolti il 19 agosto scorso nel tragico incidente aereo costato la vita a quattro ufficiali dell’Aeronautica militare, avrebbe dovuto trovarsi ad una altitudine diversa da quella cui effettivamente si trovava. Il programma di volo al momento dell’impatto con l’altro Tornado, quello pilotato dal capitano Alessandro Dotto, prevedeva che volasse molto più in alto. Lo rivela la Procura militare di Verona che dagli accertamenti in corso rileva come «non vi sia corrispondenza con l’altezza pianificata, ma come questo non significhi che si sia in presenza di una colpa».
Enrico Buttitta, capo della Procura militare scaligera, che procede per perdita colposa di aeromobile, tuttavia, induce alla massima prudenza e assicura che il suo ufficio «è ben lungi dall’attribuire allo stato colpe o responsabilità all’uno o all’altro equipaggio: il pilota, infatti – spiegano le fonti della Procura -, può avere mille ragioni di natura tecnica che lo possono indurre a
cambiare l’altezza pianificata. Il pilota al momento del volo deve prendere in considerazione mille cose e può quindi decidere il da farsi». I due velivoli, tra l’altro, avevano missioni ben distinte: i rispettivi obiettivi distavano 29 miglia nautiche l’uno dall’altro, e al momento dell’impatto il Tornado del capitano Mariangela Valentini aveva già ultimato la propria missione, mentre il cacciabombardiere del capitano Alessandro Dotto stava per ingaggiare il proprio obiettivo.
La Procura militare scaligera sottolinea che la magistratura di Ascoli, intestataria dell’inchiesta ordinaria sull’incidente per l’ipotesi di disastro aereo colposo, ha avviato una serie di consulenze tecniche e «solo alla luce di queste si potranno stabilire una dinamica certa ed eventuali responsabilità. Ma ci vorranno mesi».
(Giornale di Brescia)

Mah, a giudicare dalle foto stavano esattamente alla stessa quota per fare cosa? Molti pensano che l’incidente sia dipeso dal fatto che qualcuno ha voluto fare il pirla, ma non lo sapremo mai.
PS ‘Il bonus bebè andrà alle famiglie con Isee da 30mila euro’ Secondo me, Renzi, con quella faccia da schiaffi che si ritrova, sta facendo di tutto per attirarsi qualche bastonata, non metaforica. AHAHAH ‘Aziende cinesi di abbigliamento a Prato: spuntano 80mila false buste paga’ I cinesi falsificano proprio tutto del made in Italy AHAHAHAH

di Albino Galuppini Inviato su Pianeta X

DMSO e neuropatia periferica

La neuropatia periferica è spesso causa di sintomi diversi in persone diverse. Quando i nervi periferici diventano danneggiati, possono interrompere la trasmissione dei segnali dal corpo al cervello, con conseguente intorpidimento. In alternativa, i nervi danneggiati possono inviare segnali errati al cervello, comprese le sensazioni di dolore, bruciore o formicolio, a volte chiamiamo “formicolio” sensazione.
DMSO non è stato ampiamente studiato negli esseri umani come trattamento per la neuropatia periferica. Un piccolo numero di studi suggeriscono che DMSO può aiutare ad alleviare il dolore e altre sensazioni insolite di neuropatia periferica, riporta un articolo pubblicato nel numero di novembre 1997 della rivista di ricerca medica “Pain”. Tuttavia, questo effetto non è stato completamente confermato da ulteriori studi clinici, e la US Food and Drug Administration non ha al momento di approvare DMSO per il trattamento della neuropatia periferica.
Soluzioni concentrate di DMSO sono stati segnalati per effettivamente causare neuropatia periferica. In uno studio di caso, un uomo di 63 anni che ha iniziato con una soluzione concentrata di 90 per cento DMSO sviluppato i sintomi della neuropatia periferica, come riportato nel novembre 1982 questione degli “Archivi di Medicina Fisica e Riabilitazione.” Questo effetto non è molto diffusa, e neuropatia periferica non è comunemente indicato come un effetto collaterale di DMSO.
A causa del rischio di effetti collaterali e la mancanza di prove a sostegno, DMSO non è raccomandato come trattamento per la neuropatia periferica. Grade DMSO medica è disponibile soltanto con prescrizione medica per il trattamento di una condizione vescica nota come cistite interstiziale. Anche se di grado industriale DMSO può essere acquistato da fornitori di prodotti chimici, questi preparati non dovrebbero mai essere consumati dagli esseri umani, in quanto principale contengono impurità nocive, avverte l’Università del Maryland Medical Center.

Non c’è molto in italiano sulle proprietà antidolorifiche del DMSO (Dimetilsolfossido). Ho trovato questo articoletto mal tradotto e poco altro.
Bill Kaysing fu un grande assertore dell’uso di questo prodotto naturale. Nel mio ultimo libro, LA PENNA PIÙ VELOCE DEL WEST, un intero capitolo è dedicato a questo prodotto e alle peripezie che Bill e i suoi amici vissero per distribuire tale sostanza taumaturgica ai bisognosi. Riguardo agli effetti collaterali, secondo gli studi, non ne esistono. In bibliografia ho inserito diversi testi consigliati da Bill su questo prodotto miracoloso.
Dimetilsolfossido DMSO

La NASA si prepara a falsificare lo sbarco su Marte?

Hawaii Space Exploration Analog and Simulation (HI-SEAS)
Per otto mesi, un gruppetto di 6 persone rimarrà volontariamente recluso in una postazione a forma di cupola nelle isole Hawaii. Sperimenterà uno stile di vita autarchico e solitario come se si trovassero sul pianeta rosso. Chiamato Hawaii Space Exploration Analog and Simulation (HI-SEAS), l’esperimento sarà il più lungo condotto dalla NASA e il primo cui parteciperà una donna, Martha Lenio, 34enne prima a intraprendere una simulazione di permanenza marziana. Il primo esperimento, dall’aprile ad agosto 2013 era durato 4 mesi. Analogamente al secondo periodo, dal 8 marzo al 25 luglio 2014.
L’iniziativa si ripromette di studiare i diversi aspetti della vita di un avamposto extraterrestre incluso il lavoro di squadra, resistenza all’isolamento, ritardo nelle telecomunicazioni ma sopratutto la risposta a livello psicologico di una stretta convivenza a quelle particolari condizioni di stress psicofisico.
Gli “astronauti” vivranno in una struttura cupoliforme di circa 100 metri quadri dotata di due bagni, cucina, sala da pranzo, area di lavoro e camerette singole, per ognuno degli componenti, che la Lenio definisce “un elogio chiamarle un armadio“.
La costruzione si trova in vicinanza del vulcano Mauna Loa a 2500 metri di quota il cui paesaggio brullo e inospitale rassomiglierebbe al suolo marziano.
Si tratta, con tutta probabilità, dell’ennesimo esperimento che non condurrà a nulla. Dimostra unicamente che gli Stati Uniti non riescono più a inviare uomini e donne nello spazio e si accontentano di simulazioni più o meno attendibili.
Forse si preparano a falsificare lo sbarco su Marte come hanno già fatto per la Luna.
Hawaii Space Exploration Analog and Simulation (HI-SEAS)

Terrificante terremoto 12 gradi sparisce dalla mappa dei sismi

Proprio oggi è successa una cosa piuttosto inquietante nel campo della sismologia. Uno spaventoso terremoto di magnitudo 12.0, fuori scala, è avvenuto qualche ora fa al largo della costa occidentale africana.
Altrettanto impressionante è che questo sisma sia scomparso dal record e dalla mappa sismica odierna nel mondo. Altro fatto curioso è l’epicentro che coincide con l’ipocentro ossia si tratta di un esplosione superficiale.
Si può ipotizzare che ci sia stata una anomalia strumentale o un’esplosione nucleare sottomarina di inaudita potenza che si intende occultare. Attività HARP oppure che altro?